Stanislavski, costumi e nuove conferme: The Batman prende forma

Approfondiamo brevemente tutte le ultime informazioni relative all'attesissimo cinecomic reboot diretto da Matt Reeves.

speciale Stanislavski, costumi e nuove conferme: The Batman prende forma
Articolo a cura di

È ormai inarrestabile la pre-produzione dell'attesissimo The Batman, che nelle ultime settimane ha visto arrivare una serie di novità, rumor e conferme nel cast molto interessanti.
Con una sceneggiatura ormai rifinita a dovere (dopo due anni di stesura e revisione) e un protagonista con il volto di Robert Pattinson, al cinecomic reboot targato DC mancavano infatti soltanto gli interpreti di contorto, la cui scelta sta avvenendo proprio in questo frentico novembre 2019, a più di un anno e mezzo dall'uscita nelle sale del film scritto e diretto da Matt Reeves.

Mentre le casting call non si arrestano e continuano a dare corpo al parterre di interpreti dopo i sicuri Paul Dano come l'Enigmista, Zoe Kravitz nei panni di Catwoman e Jeffrey Wright in quelli del Commissario Gordon, tra le varie interviste e i diversi rumor che si affollano in rete comincia a prendere forma anche l'idea che sia Pattinson che Reeves abbiano della loro iterazione di Batman, detective infallibile e molto più vicino ai fumetti di qualunque altro adattamento cinematografico.
Tra intriganti e promettenti punzecchiate sul costume che indosserà il Cavaliere di Gotham e un metodo interpretativo finora mai utilizzato per vestire maschera e mantello del personaggio, vediamo che forma sta assumendo uno dei progetti più attesi del 2021.

Grigio, blu e giallo, che sballo!

Partiamo subito parlando del look del costume che indosserà Pattinson nel film, e per farlo ci appropriamo - parafrasandolo - del motto delle Api in Bee Movie. Dal gotico burtoniano al realistico nolaniano, passando anche dal tocco milleriano nei film di Zack Snyder ma anche al più gaio ed eccentrico esempio portato da Joel Schumacher nei suoi Batman Forever e Batman & Robin, il Cavaliere di Gotham mai ha avuto al cinema una tuta che riportasse insieme gli iconici colori grigio, giallo e blu del costume fumettistico. Grigio e giallo sono apparsi, anche se mai nella stessa versione del look, ed è in verità il blu a non essere mai stato usato nelle trasposizione sul grande schermo, visto soltanto nella mitica serie originale con Adam West.
Tornando a sensibilità più fumettistiche e noir e guardando anche al cinema di genere anni '70, è proprio grigio e blu che alcune insistenti voci di corridoio darebbero il nuovo costume di Batman, come se Reeves volesse anche rendere omaggio alla figura stessa del personaggio, reinserirlo in modo preciso nell'immaginario collettivo così come era stato presentato negli anni '20. Sempre stando a questi rumor provenienti da fonti descritte come "affidabili", si dovrebbe avere per giunta un primo assaggio del costume già il prossimo mese.

Non di soli vestiti si vive, però, perché a dare sostanza e significato al ruolo ci penserà il lanciatissimo Robert Pattinson, che con High Life, The Lighthouse e il prossimo Tenet ha avuto due anni davvero ricchi di ottime partecipazioni e tanto successo.
Interrogato proprio sulla varietà di ruoli da protagonista ottenuti recentemente, l'attore ha parlato del suo metodo interpretativo, a quanto pare ispirato a quello Stanislavski ma del tutto personalizzato.

Stando alle sue dichiarazioni, lo stesso metodo sarà da lui adottato per calarsi nei tormentati e combattivi panni di Bruce Wayne e del suo alter ego eroistico, tanto che è arrivato a darne una descrizione abbastanza precisa: "Chi usa il Metodo ha sempre ruoli da protagonista. Non li vedi mai in giro felici e gioiosi sul set e ti rispondono sempre con un 'sono davvero immerso nel personaggio'. Per quanto mi riguarda, il punto si trova tra l'azione e lo stacco. Quello è il mio posto sicuro che mi permette di non esagerare. Devo sapere dell'arrivo di un cut per sentirmi al sicuro". Questo, si spera, dovrebbe donare dramma, carisma e vigore al suo Batman, per cui peraltro si sta allenando duramente per raggiungere la perfetta forma fisica richiesta, e questo a circa cinque mesi dall'inizio ufficiale delle riprese, previste per la prossima primavere 2020.

Infine parliamo dell'arrivo dell'ultima (ma non ultima) attrice del cast, l'esordiente Jayme Lawson, che a quanto pare vestirà i panni di un personaggio originale noto come Bella. Niente Barbara Gordon come sognavano i fan, dunque, perché nella descrizione del personaggio si legge che si tratta "di una candidata politica in corsa per l'ufficio distrettuale di Gotham City".
Una politica, dunque, che probabilmente condividerà molte delle sue scene con il Commissario Gordon e soprattutto con Harvey Dent, forse interpretato da Matthew McConaughey e con un ruolo prominente all'interno della trama e del tessuto del mistero criminale che coinvolgerà altri nemici di Gotham. Comincia a delinearsi un quadro della situazione davvero intrigante.

Quanto attendi: The Batman

Hype
Hype totali: 190
73%
nd