Marvel

Spider-Man: No Way Home, cosa sappiamo sul film con Tom Holland

Mettiamo insieme dettagli e speculazioni trapelati nelle ultime settimane sull'attesissimo e dibattuto cinecomic Sony/Marvel di Jon Watts.

Spider-Man: No Way Home, cosa sappiamo sul film con Tom Holland
Articolo a cura di

Mentre attendiamo fiduciosi l'arrivo di un trailer finale e qualche spot televisivo dello Spider-Man: No Way Home di Jon Watts, terzo capitolo del franchise a guida Sony e a cura dei Marvel Studios dedicato all'Uomo-Ragno interpretato da Tom Holland, l'uscita di Venom: La furia di Carnage di Andy Serkis ha mandato in visibilio i fan dall'Arrampica-Muri newyorkese. L'accavallarsi di rumor dedicati al cinecomic Marvel non ha fatto altro che aumentare a dismisura l'hype degli appassionati del MCU, tra eventuali ritorni di Tobey Maguire e Andrew Garfield nei panni delle precedenti iterazioni di Spider-Man e un'apertura definitiva e concreta al Multiverso grazie alla presenza di Doctor Strange, a quanto pare correlata al desiderio di Peter Parker di non essere più Spidey e vivere una vita serena e tranquilla dopo essere divenuto il ricercato numero uno a causa del subdolo piano di Mysterio alla fine di Far From Home.

In tutto ciò, il primo trailer ufficiale del film non ha molto aiutato nella lettura del possibile intreccio narrativo, e questo nonostante ci abbia mostrato precisi dettagli riguardanti il ritorno di alcuni vecchi nemici di Spider-Man come Electro (Jamie Foxx), Doc Ock (Alfred Molina), Green Goblin (Willem Dafoe), Lizard e L'Uomo Sabbia. Considerando comunque la presenza dell'Avvoltoio di Michael Keaton nel Morbius con Jared Leto, e la quasi certezza di vederlo nuovamente in No Way Home, il totale dei villain dell'opera d'intrattenimento salirebbe a quota sei, ed è proprio in quest'ultimo frangente che il sequel di Venom ha spalancato la mente dei fan, promettendo l'arrivo di qualcosa in programma da tempo, rumoreggiato da anni e forse sviluppato in modo del tutto originale da Chris McKenna e Jon Watts per il grande schermo.

No Way Home: sei contro uno o sei contro tre?

Prima di continuare, sappiate che l'articolo potrebbe contenere spoiler sui film Sony/MCU. Iniziamo subito dalle nemesi dell'Arrampica-Muri. Recentemente, il giornalista Anthony D'Alessandro di Deadline ha lasciato intendere come uno dei piani a medio-lungo termine di casa Sony fosse quello di sviluppare un film dedicato ai Sinistri Sei, anche se non è chiaro in quale formazione.

Ci saranno sicuramente Venom (punta di diamante del loro universo) e il prossimo Kraven interpretato da Aaron Taylor-Johnson, ma sia nella formazione originale che in quella secondaria né il Simbionte né tanto meno il Morbius di Jared Leto hanno mai fatto parte del gruppo di nemici. Nelle intenzioni di Sony e Marvel Studios, il Venom di Tom Hardy potrebbe però sostituire il defunto (?) Mysterio di Jake Gyllenhaal come membro dello schieramento avversario di Spidey, divenendo dunque il sesto esponente della famigerata squadra di supercriminali.
Direte voi: dunque è praticamente certo l'arrivo di Venom nel MCU o dell'eventuale incontro-scontro con lo Spider-Man di Tom Holland? La risposta è sì ed è ufficiale grazie a La furia di Carnage e alla sua scena post-credit. Il film di Andy Serkis ha infatti sorpreso gli appassionati grazie alla decisione di unire finalmente i due universi cinematografici, quello Sony e quello Marvel, grazie allo sfruttamento del Multiverso - anche se non è assolutamente chiaro come.

Quello che sembra chiaro, comunque, è che Eddie Brock e il Simbionte vengono trasportati nella dimensione di Spider-Man improvvisamente, all'esplodere sul grande schermo di una luce accecante, ritrovandosi in una camera d'hotel mentre in televisione J. Jonah Jameson sta rivelando la vera identità dell'Uomo Ragno.
Sembra che sia stato lo stesso Venom a trasportarlo lì "dandogli un assaggio del vasto universo lì fuori", e quando lo stesso vede Peter Parker in tv lecca lo schermo esclamando "quel ragazzo".

Il momento in cui viene trasportato è quello che conclude Far From Home e da cui partirà No Way Home, e non può essere solo un caso che proprio di recente l'account Twitter ufficiale del cinecomic di Jon Watts abbia twittato: "Quindi... avete visto qualche film interessante di recente?".
L'apparizione di Hardy nel ruolo di Venom in No Way Home è stata anche confermata (senza ufficialità, come accade sovente) da Giant Freakin Robot, e tutti i tasselli speculativi, ufficiosi e pure ufficiali, sembrano condurre verso questa soluzione, dando il via alla creazione di un crossover tra universi proprio grazie all'apertura decisiva al Multiverso.

Passando infine alla parte eroica del film, pur mancando ancora l'ufficialità sull'effettivo ritorno di Maguire e Garfield nei panni degli Spider-Man di Raimi e Webb, alcune foto dal set trapelate online nelle ultime settimane e analizzate in lungo e in largo avrebbero praticamente confermato la presenza dei due in No Way Home, seppure non sia ancora chiara "la dimensione" interpretativa che avranno all'interno del tessuto narrativo del progetto.

Al netto delle negazioni di Andrew Garfield e del silenzio di Tobey Maguire, il ritorno dei due è un po' il segreto di pulcinella del MCU, tenuto peraltro ben nascosto anche nel primo trailer ufficiale, che a dire il vero ha gettato qui e lì qualche significativo indizio sulla loro apparizione (pensiamo agli abiti di Holland uguali a quelli del Parker di Maguire). Quando allora anche Charlie Cox se ne esce con un no comment circa il suo coinvolgimento nel progetto nel ruolo di Daredevil, spiegando di "non avere idea di cosa accadrà", la fiducia dei fan riguardo queste dichiarazioni crolla miseramente, anche se appare sempre più spesso chiaro questo piano nascosto sia degli attori che dei produttori nel lasciare le porte aperte a tutto senza però dire niente, così da mantenere quanto più intatta la sorpresa (per quanto possibile). Ci auguriamo che novembre possa portare con sé alcune conferme.

Quanto attendi: Spider-Man: No Way Home

Hype
Hype totali: 218
82%
nd