Spider-Man 3, cosa ci rivela il titolo di lavorazione del nuovo film MCU?

Addentriamoci brevemente nei possibili - ma non sicuri - significati del working title del cinecomic con Tom Holland diretto da Jon Watts.

speciale Spider-Man 3, cosa ci rivela il titolo di lavorazione del nuovo film MCU?
Articolo a cura di

Saranno mesi impegnativi, quelli a venire, per Tom Holland, una delle star di Hollywood più richieste del momento. Appena terminate le riprese di Cherry dei fratelli Russo (Avengers: Endgame), con ancora qualche settimana di riposo e preparazione davanti a lui, l'interprete è infatti pronto a vestire i panni del giovane Nathan Drake nell'adattamento cinematografico di Uncharted per poi gettarsi nuovamente nella rete del Marvel Cinematic Universe nel ruolo di Spider-Man. Un progetto importante e un ritorno molto atteso, specie dopo gli attriti estivi tra Marvel Studios e Sony Pictures, poi terminati con una stretta di mano e un rinnovo dell'accordo di sfruttamento tra le parti.

Adesso la tabella di marcia di Holland è precisa: almeno tre o quattro mesi di produzione per la trasposizione del videogioco Naughty Dog diretta da Ruben Fleischer e poi tuta, lanciaragnatele e problemi adolescenziali nel terzo capitolo del franchise firmato Jon Watts.
Questo significa che le riprese di Spider-Man 3 cominceranno tra fine giugno e inizio luglio, periodo in cui potremmo avere il titolo ufficiale del film, come peraltro già accaduto per Spider-Man: Far From Home due anni fa. Per il momento abbiamo solo il working title e qualche informazione interessante, che andiamo puntualmente ad analizzare insieme.

Un po' di pace e varie citazioni

Quando regista e produzione di un film MCU scelgono il titolo di lavorazione di un cinecomic, lo fanno sempre a scopo citazionista o in riferimento ad altre opere. Questo significa prima di tutto che non è detto che possa nascondere dei riferimenti alla trama del film, e anche che in casa Marvel si divertono un mondo a programmare tutto, dall'inizio alla fine, con una metodologia davvero chirurgica. Nel caso di Spider-Man, poi, anche di più.
Sì perché anche il working title del terzo film del franchise è un'altra diretta citazione della celebre serie televisiva Seinfeld, dopo i già utilizzati Summer of George per Spider-Man: Homecoming e Fall of George per Spider-Man: Far From Home. Lo show è un riferimento molto apprezzato da Watts, da cui recupera qualche tonalità leggera e un particolare amore per i personaggi, attorno a cui si costruisce il film e non viceversa, il che dà una profondità diversa al contenuto emotivo e personale dei film su Spidey. Il titolo di produzione è comunque Serenity Now, che è il famosissimo mantra che i protagonisti della serie televisiva si ripetevano in continuazione per calmarsi o ricomporsi.

Certo, potrà non riguardare in tutto e per tutto la storia del nuovo progetto, ma dopo il finale del secondo capitolo e l'esposizione pubblica della sua vera identità, Peter Parker dovrà probabilmente ripetere il mantra più di una volta per capire come affrontare una situazione tanto spiacevole e pericolosa.
Ancora più insidiosa e da gestire con la giusta strategia se si pensa che il nostro Amichevole Spider-Man di Quartiere dovrà vedersela probabilmente con la nuova minaccia rappresentata da Kraven il Cacciatore, e forse con una prima formazione dei Sinistri Sei, dato che Holland, dopo aver letto la sceneggiatura del film e "averne appreso tutti i segreti", alla domanda riguardante il super-gruppo di villain si è intimidito e, senza rispondere, ha fatto una faccia decisamente colpevole.

Non ci sono certezze al riguardo, eppure proprio di recente, in fase di casting call e preparazione, Holland ha partecipato a un meeting tra Sony e Marvel Studios, apprendendo i futuri sviluppi del franchise.
Quando in Morbius vediamo allora l'Avvoltoio di Michael Keaton incontrarsi con l'eponimo di Jared Leto, proprio quel momento potrebbe anticipare l'arrivo almeno di una prima parte dei Sinistri Sei in Spider-Man 3 del MCU, con l'aggiunta appunto di Kraven e forse del Venom di Tom Hardy, ma questo successivamente. Dovendo attendere più di un anno, con la data d'uscita del film fissata per il 16 luglio 2021, l'unica cosa certa è che quel Serenity Now dovremo anche noi ripeterlo spesso. Molto, molto spesso.

Quanto attendi: Spider-Man 3 - MCU

Hype
Hype totali: 59
77%
nd