Speciale Saving Mr. Banks

Scopriamo il sottile fil rouge musicale che collega il nuovo film Disney con lo storico Mary Poppins

Speciale Saving Mr. Banks
Articolo a cura di

Quando si parla di Disney una delle prime cose a tornare alla mente sono le musiche dei suoi film. Come dimenticare canzoni che hanno accompagnato l'infanzia (ma anche l'adolescenza e l'età adulta!) come Il Cerchio della Vita de Il Re Leone o In Fondo al Mar de La Sirenetta, o ancora il motivetto fischiato dai Sette Nani in miniera o le eccezionali canzoni del Genio della Lampada di Aladdin. Tutte canzoni che si sono marchiate a fuoco nella mente di chi ha visto quei film. Le musiche di Mary Poppins si possono sicuramente annoverare tra queste con due delle canzoni più famose di tutta la produzione Disney: Cam Caminì (Chim Chim Cher-ee in originale) e lo scioglilingua chilometrico Supercalifragilistichespiralidoso, canzoni che valsero ai fratelli Richard e Robert Sherman ben due Premi Oscar nel 1965, il primo per la Miglior Colonna Sonora e il secondo per la Miglior Canzone. Con Saving Mr. Banks il regista di The Blind Side, John Lee Hancok, ci porta in un viaggio alla scoperta della produzione di quel grande classico della Disney che è Mary Poppins facendoci così addentrare, non solo nella lotta di Walt Disney per convincere la scrittrice P.L. Travers ad accordare il suo consenso per la realizzazione del film tratto dal suo libro, ma anche nel processo creativo dei due fratelli per comporre delle musiche che hanno fatto la storia.

Supercalifragilistichespiralidoso

Per chi non lo sapesse Mary Poppins (chi scrive non lo sapeva, avendo relegato il film tra i cult dell'infanzia da mitizzare nel tempo e non analizzare storicamente) ha vinto ben 5 Premi Oscar nel 1965, quello come Miglior Attrice Protagonista a Julie Andrews, quelli per il Montaggio e gli Effetti Speciali e come già detto il premio per la Miglior Colonna Sonora Originale e quello per la Miglior Canzone. Come ci si avvicina ad un film con una colonna sonora così importante dal punto di vista compositivo? “Non ho studiato la colonna sonora del film - spiega il compositore di Saving Mr. Banks Thomas Newman - piuttosto l'ho riascoltata con grande piacere. Non volevo fare un semplice adattamento e John [Lee Hancock, ndr] mi aveva assicurato che quella non era l'idea. Buona parte delle musiche accompagnano le scene ambientate nel passato e si riversano nel 1961, mettendo in relazione la giovane P.L. Travers con quella più anziana”.
Spesso appunto le musiche diventano un tramite tra il passato e il presente, come anche un tramite tra il mondo reale e quello immaginifico di Walt Disney. Infatti nell'approcciarsi alla composizione Newman decide di giocare, non solo con i temi del film del 1964, ma anche con alcuni temi classici della Disney, che si introducono di soppiatto in alcuni momenti musicali, come nella prima visita agli Studios o in quella al parco di Disneyland.

Cam-caminì

Uno degli aspetti sicuramente più interessanti dell'intera pellicola è proprio il modo in cui si approccia alla musica dell'originale, partendo dalla decisa opposizione della scrittrice a trasformare la sua storia in un “musical” passando attraverso l'intero processo produttivo fino a saltare fuori dal racconto diegetico e prendere una sua decisa direzione. Il lavoro di Newman diventa così una sorta di contraltare a quello dei due fratelli Sherman (interpretati in maniera egregia da Jason Schwartzman e B.J. Novak) che al contempo prende spunto e omaggia ma riuscendo a distaccarsene al momento opportuno. Non siamo così di fronte ad una colonna sonora che banalmente “adatta” delle musiche preesistenti, ma di fronte a delle composizioni originali che riescono a donare ad alcune scene quel senso di 'disperazione' nel cui profondo la scrittrice ancora si rintana. “Una delle grandi lezioni che ho imparato è che sebbene molta della musica di Mary Poppins sia gioiosa, tutto iniziava nella disperazione, nel dubbio e con il presentimento che nulla si sarebbe risolto”.
Una frase che si incarna perfettamente nel tema che apre e chiude il film: una piccola variazione al pianoforte sulle nostalgiche note di quella Chim Chim Cher-ee cantata da Dick Van Dyke. Se queste note riusciranno a valere il primo Oscar a Thomas Newman lo scopriremo solo la Notte degli Oscar.

Che voto dai a: Saving Mr. Banks

Media Voto Utenti
Voti: 10
7.5
nd