Rogue One: A Star Wars Story, ecco i 'buoni e cattivi' del film

A pochi giorni dall'uscita in sala di Rogue One: A Star Wars Story, ecco quello che ci dobbiamo aspettare dal film di Gareth Edwards.

speciale Rogue One: A Star Wars Story, ecco i 'buoni e cattivi' del film
Articolo a cura di

Manca davvero pochissimo all'arrivo nelle sale italiane di Rogue One: A Star Wars Story, lo spin-off dedicato alla saga di Guerre Stellari. La pellicola, diretta da Gareth Edwards, uscirà infatti in nei cinema italiani il prossimo 15 dicembre. La storia del primo dei lungometraggi Made in Disney che non fa parte dell'"ufficiale" saga fantascientifica creata da George Lucas nel 1977 va collocato tra il capitolo III e Una Nuova Speranza. Rogue One: A Star Wars Story, in particolare, racconterà in che modo il commando della Ribellione riuscì a rubare i piani della Morte Nera, gli stessi che la Principessa Leila, nel quarto capitolo di Star Wars, nasconde dentro il droide R2-D2. Tale missione, sempre in Star Wars IV, viene già citata come la prima delle grandi vittorie della Ribellione sull'Impero. Ma cosa, nel dettaglio, dobbiamo aspettarci da questo attesissimo spin-off? Scopriamolo insieme.


I buoni

Uno dei grandi pregi di Star Wars VII: Il Risveglio della Forzaè stato quello di scegliere finalmente come protagonista della storia un personaggio femminile, interpretato con grande successo dalla convincente Daisy Ridley. Anche in Rogue One: A Star Wars Story il protagonista avrà il volto di una donna coriacea: Jyn Erso (Felicity Jones). Jyn altri non è che la figlia di Lyla e Galen Erso (Mads Mikkelsen), ovvero lo scienziato assoldato dall'Impero per trasformare la Morte Nera in un'arma letale. Nata sul pianeta Vallt (almeno secondo il libro Catalyst: A Rogue One Novel di James Luceno), Jyn è stata allontanata giovanissima dai suoi genitori e dopo il distacco ha vissuto oltre i limiti della legalità tanto da essere (almeno da quanto si può dedurre dal trailer) imprigionata dalla Resistenza e poi anche dalla Ribellione che, molto probabilmente a causa della sua parentela con Galen, ha poi deciso di reclutarla nella pericolosissima missione per rubare i piani della Morte Nera. Inoltre sembra che Jyn abbia una forte connessione con la Forza: nel trailer internazionale di Rogue One, infatti, si vede una scena in cui prima di lasciarla, Lyla consegna una catenina alla sua bambina pronunciando le fatidiche parole "credi nella forza". Il ciondolo appeso alla catenina che la madre dona a Jyn sembra essere un cristallo di Kyber, il rarissimo minerale che si usa per coniare le spade laser e che gli stessi Jedi - come parte fondamentale del proprio addestramento - sono chiamati a trovare. Inoltre, ma questi sono meri rumor affatto coerenti con la linea temporale di Star Wars, alcuni pensano che Jyn possa essere la madre di Rey la protagonista di Star Wars: Il Risveglio della Forza.

Task Force

Al fianco di Felicity Jones, protagonista assoluta di Rogue One: A Star Wars Story, vedremo Diego Luna nei panni di Cassian Andor, capo della Ribellione e grande esperto di spionaggio. Jyn e Cassian, sempre secondo i trailer, si incontreranno per la prima volta nella base della Ribellione situata sulla luna Yavin IV e ci sono molte probabilità che Andor oltre ad aiutare Jyn debba anche controllarne l' operato. Tra gli altri membri della Ribellione che i trailer dello spin-off di Guerre Stellari ci hanno presentato vale la pena sicuramente menzionare quelli interpretati da Riz Ahmed (Bodhi Rook, pilota che dà al commando di Erso il nome Rogue One), Chirrut Îmwe a.k.a Donnie Yen, guerriero cieco esperto (anche) di arti marziali e Saw Gerrera, veterano delle Guerre dei Cloni impersonato da Forest Whitaker.

I cattivi

Il villain di Rogue One: A Star Wars Story sarà Orson Krennic (Ben Mendelsohn), un alto ufficiale dell'Impero, stranamente vestito di bianco, nonché uno dei progettisti della Morte Nera. Secondo i trailer sarà lui a ingaggiare/costringere Galen ad armare stazione orbitante e il motivo per il quale il padre di Jyn cede a questa richiesta potrebbe essere sempre legato al libro Catalyst: A Rogue One Novel, dove viene raccontato che Orson e Galen sono vecchi amici ma non solo... Lo scienziato, infatti, secondo il romanzo di James Luceno è in debito con Orson perché è stato lui a liberarlo dalla prigionia dei Separatisti, una congregazione di pianeti che volevano la separazione dalla Repubblica menzionati nella seconda trilogia di Star Wars.

Ritorno al Passato

Nel lungometraggio, ovviamente dalla parte dei "cattivi", (ri)vedremo anche Darth Vader: nel trailer lo storico "villain" dell'originale trilogia di Guerre Stellari compare pochissimo ma la sola presenza del cattivo per eccellenza ha fatto impazzire i warser di tutto il mondo. Tra l'altro ci sono altissime probabilità che in Rogue One: A Star Wars Story ci saranno alcune scene in cui il Comandante Supremo sarà senza elmo. È stata infatti diramata qualche giorno fa una featurette sulle creature presenti in Rogue One: A Star Wars Story in cui è possibile scorgere un modello del corpo bruciato e senza braccia di Anakin.

I droidi e gli stormtrooper

I "personaggi" più amati della saga di Star Wars, nonché quelli che compaiono in tutti i 7 i film dell'epopea, sono i droidi che ovviamente non mancheranno in Rogue One: A Star Wars Story. Nel film in particolare - oltre a rivedere R2-D2 e C-3PO - faremo conoscenza anche con e K-2SO un ex "membro" della resistenza che Cassian Andor riprogramma e rende un fedele ribelle. Gli iconici stormtrooper, invece, non saranno gli unici "soldati" dell'Impero. Nel lungometraggio di Gareth Edwards ci saranno anche i "death troopers" (il cui scopo sarà quello di difendere Orson Krennic) e gli shoretrooper da "spiaggia" (che difendono la base dell'Impero situata sulle coste del pianeta tropicale Scarif).

Che voto dai a: Rogue One: A Star Wars Story

Media Voto Utenti
Voti: 62
7.5
nd