Ready Player One: un trailer epicamente vintage per il film di Spielberg

In occasione del Comic-Con di San Diego è stato mostrato il teaser del nuovo lungometraggio del regista americano, in uscita a marzo.

speciale Ready Player One: un trailer epicamente vintage per il film di Spielberg
Articolo a cura di

Come da copione, il panel del Comic-Con di San Diego dedicato alle produzioni cinematografiche della Warner Bros. ha conquistato l'attenzione di tutti, grazie soprattutto agli annunci e ai filmati legati ai film del DC Extended Universe. Ma ad aprire le danze è stato un altro prodotto, atteso per marzo 2018: Ready Player One, il film che Steven Spielberg ha tratto dall'omonimo romanzo di Ernest Cline (coinvolto anche nella sceneggiatura), una lettera d'amore all'immaginario culturale degli anni Ottanta a cui lo stesso Spielberg ha contribuito in maniera a dir poco fondamentale (infatti nella trasposizione cinematografica di Ready Player One mancheranno quasi tutti i rimandi alla filmografia del regista, per ovvi motivi). Insomma, il tipo di blockbuster che ci si potrebbe aspettare da colui che ci ha dato E.T. e I predatori dell'arca perduta, ma anche qualcosa di sottilmente diverso: Ready Player One sarà il terzo film di Spielberg a non essere musicato da John Williams, per questioni di tempistica (la post-produzione si sovrappone a quella di The Papers, e il compositore non può occuparsi di entrambi i progetti), ma a sostituirlo è nientemeno che Alan Silvestri, autore della colonna sonora di Ritorno al futuro. In attesa dell'uscita, ecco cosa ci ha colpito maggiormente nel teaser mostrato alla manifestazione californiana.

Un nome di un certo peso

Ultimamente è stato abbastanza abusato l'aggettivo "visionario/a" per descrivere certi registi in sede di marketing (l'esempio più lampante è Ava DuVernay, definita tale nel trailer di A Wrinkle in Time pur avendo precedentemente realizzato film di fattura alquanto modesta). Nel caso di Ready Player One si è deciso di andare oltre, e non del tutto senza giustificazione: chi potrebbe affermare, senza alcun timore di essere smentito, che Spielberg non ha cambiato il cinema? Dall'invenzione del blockbuster estivo con Lo squalo alla capacità di rendere cinematograficamente appetibile un soggetto difficile come Schindler's List, la sua carriera ha indubbiamente rivoluzionato il meccanismo hollywoodiano, ed è tra i pochi registi al mondo a poter vantare un vero e proprio statuto da rock star. È quindi totalmente giustificata quella didascalia che, già di suo, sarebbe sufficiente per rendere Ready Player One un appuntamento imprescindibile: "From Cinematic Game Changer Steven Spielberg".

Mondo vintage

Il teaser lascia solo intuire una piccola parte della trama, ma risulta palese che il mondo virtuale concepito da Cline, noto come l'Oasi, si basi esplicitamente sulla cultura popolare d'altri tempi. Tra le vari chicche è possibile scorgere una DeLorean da Ritorno al Futuro, un cameo di Freddy Krueger e, cambiando decennio, il Gigante di Ferro (presumibilmente incluso perché, in quanto proprietà della Warner Bros., può avere un ruolo sostanzioso senza dover pagare i diritti d'autore). In un'epoca dove la nostalgia regna suprema, tra sequel, reboot e adattamenti vari, questo potrebbe essere il regalo definitivo per chi è cresciuto con una certa tipologia di lungometraggi.

Un universo ancora da scoprire

Trattandosi di un teaser (il trailer vero e proprio arriverà in autunno), è inevitabile che questo primo filmato di Ready Player One sia un po' scarno a livello di dettagli narrativi. Questo particolare si estende anche al cast: finora abbiamo sostanzialmente visto solo il giovane protagonista Tye Sheridan (il cui visore per la realtà virtuale strizza involontariamente l'occhio al suo ruolo come Ciclope nei nuovi film degli X-Men), e sarà presumibilmente necessario aspettare ancora qualche mese per poter dare un'occhiata a Simon Pegg, Ben Mendelsohn, Mark Rylance, Olivia Cooke e gli altri interpreti. E considerando quello che abbiamo visto finora sorge spontaneo un interrogativo: il Gigante di Ferro e Freddy Krueger, qualora parlassero, avranno le voci dei loro interpreti originali? Nel caso del Gigante, doppiato ai tempi da Vin Diesel, la cosa non dovrebbe essere difficile da concretizzare, avendo lui già lavorato con Spielberg sul set di Salvate il soldato Ryan...

Che voto dai a: Ready Player One

Media Voto Utenti
Voti: 98
7.7
nd