Ralph spacca Internet, l'analisi del primo teaser trailer ufficiale

Diamo una prima occhiata all'attesissimo sequel di Ralph Spaccatutto diretto da Rich Moore e Phil Johnston, in arrivo il prossimo autunno.

speciale Ralph spacca Internet, l'analisi del primo teaser trailer ufficiale
Articolo a cura di

Il villain che voleva essere buono sta tornando, questa volta senza troppi complessi del Buon Samaritano, alla ricerca di una medaglia che dia significato al suo valore. Grazie al suo mix così sofisticato e divertente di citazionismo dolciario-videoludico e ai suoi personaggi così ben caratterizzati, il primo Ralph Spaccatutto è stato davvero una scoperta sensazionale nel 2012, diretto da quel genio di Rich Moore. Fa parte come Frozen, Big Hero 6 o Zootropolis della new wave dei film d'animazione Disney, la stessa che ha iniziato ad abbattersi nei cinema dopo La principessa e il ranocchio con Rapunzel, acquistando da allora sempre più forza qualitativa, mirata alla diversificazione con storie e concept sempre originali. Adesso Ralph spacca internet - Ralph Spaccatutto 2 aprirà la strada come fu per Toy Story 3 al periodo dei sequel Disney Animation, visto che sono già in cantiere il secondo capitolo di Frozen (con Elsa apertamente omosessuale?) e forse l'arrivo di uno Zootropolis 2. E in queste ultime ore è sbarcato online proprio il teaser trailer di Ralph spacca internet, footage che andremo adesso ad analizzare.


L'era del Wifi

Se nel primo film era tutta una questione di connessione emotiva, sia con il proprio lato buono sia con le esigenze e i problemi dei vari personaggi, in questo secondo e attesissimo capitolo delle avventure di Ralph la connessione centrale sarà quella WiFi.

Stan, il proprietario della sala giochi Litwak's Arcade, ha infatti deciso di entrare a scoppio ritardato nell'era di Internet comprando un modem e collegandolo alla stessa presa dei suoi amati videogiochi cabinati. In termini reali questo si traduce per Stan in un accesso illimitato a innumerevoli notizie, in tempo reale e non, senza contare la possibilità di iscriversi a social network o conoscere chissà quanti giochi online, ma per Ralph, Vanellope e gli altri videogiochi questo significa entrare letteralmente in Internet, un mondo finora mai conosciuto. Nella sostanza, infatti, è come trascinare un curioso ragazzo della generazione anni '80, cresciuto a pane, libri e Pac-Man, nel primo ventennio del ventunesimo secolo, senza manuale di istruzioni. Immaginatevi quindi un sistema chiuso come quello di una sala giochi che si apre al mondo esterno, entrandoci dentro e scoprendolo passo dopo passo. Se nel primo film l'interesse era allora focalizzato sul panorama videoludico, con citazioni a Sonic, Q*bert e quant'altro, in questo Ralph spacca internet l'attenzione sarà spostata sul world wide web e sull'enorme e articolata intessitura che siamo abituati a chiamare rete. In questa vengono intrappolate innumerevoli informazioni, siano esse trash, fake o good news, e dal trailer capiamo come Ralph e Vanellope ne verranno letteralmente travolti. Simpatica la trovata delle notizie click-baiting che propinano ai nostri eroi le "gallery delle 10 giovanissime star finite in prigione" o l'arrivo alla sede digitale di Ebay, con tanto di aste online. A muoversi in questo mare di informazioni, programmi, social e quant'altro ci sono poi gli abitanti di Internet, rappresentati da innumerevoli avatar di utenti connessi.

Divertente anche l'idea di intrufolarsi nei giochi mobile per smartphone o iPad, comunque tra le nuove frontiere dell'intrattenimento soft-core per neofiti e giovanissimi, ai quali basta magari nutrire con pancake e frullati conigli e gattini. Sulla trama orizzontale, però, Moore e Johnston tengono ancora la bocca ben cucita, anche se la speranza è quella di rivedere una storia articolata e toccante che possa eguagliare il livello qualitativo di quella del primo film, così da consegnare al cinema d'animazione un franchise che Spacca!

Quanto attendi: Ralph Breaks the Internet: Wreck-It Ralph 2

Hype
Hype totali: 12
73%
nd