Marvel

Questioni di famiglia in Black Widow: cosa ci rivela lo spot del SuperBowl?

In un filmato di appena trenta secondi si fa leggermente ordine nella timeline degli eventi e si mostra in azione un nuovo potere di Taskmaster.

speciale Questioni di famiglia in Black Widow: cosa ci rivela lo spot del SuperBowl?
Articolo a cura di

Tra i vari spot andati in onda in America nel corso dell'annuale Super Bowl, tra i più importanti e attesi sono stati mostrati anche quelli relativi alle produzioni Marvel Studios. Mentre per le prime tre serie televisive Disney+ si è pensato a un filmato di presentazione unico che includesse The Falcon and the Winter Soldier, WandaVision e Loki, discorso diverso è stato per il primo dei due cinecomic MCU in uscita nel 2020, il già anticipato Black Widow di Cate Shortland previsto per fine aprile. Del film abbiamo potuto ammirare un teaser trailer e, grazie all'evento sportivo più seguito al mondo, anche un nuovo spot tv di trenta secondi dedicato ai due aspetti più importanti su cui ruoterà lo spin-off con Scarlett Johansson: la famiglia e i poteri di Taskmaster.

A due mesi dall'uscita nelle sale di Black Widow, le informazioni disponibili sono varie e interessanti ma non precise, e questo al fine di proteggere la bontà narrativa di un film che va a inserirsi in modo più che specifico in una timeline conosciuta e consolidata come quella del MCU, per l'esattezza - lo ripetiamo - tra gli eventi di Captain America: Civil War e quelli di Avengers: Infinity War. Intrigante sarà dunque scoprire come Natasha Romanoff sia riuscita a sopravvivere a degli avvenimenti finora rimasti inediti e sullo sfondo, in un periodo di tempo in cui ha avuto modo di tornare anche alla sua vita passata, in una Patria che aveva scelto di disertare dopo averle dato tutto, forse anche troppo, lasciandosi alle spalle persino la sua prima famiglia.

Dalla Russia con azione

Il nuovo spot di Black Widow si apre con sequenze già viste nel vecchio teaser trailer. A cambiare è però la frase pronunciata da Natasha Romanoff, rivolta a un personaggio non meglio specificato ma sicuramente parte del suo presente, da qualche parte tra la fine del prologo e il salto di cinque anni in Avengers: Endgame. Potrebbe essere chiunque dei Vendicatori, ma quella della protagonista sembra una confessione a cuore aperto, un modo per aprire la sua anima agli occhi di un caro amico. Crediamo possa trattarsi proprio di Captain America, infatti, essendo Clint Barton (Jeremy Renner) in giro per il mondo e conoscendo soprattutto almeno parte dell'incredibile storia d'origini della Romanoff.
Dice Vedova Nera: "Non sai tutto di me. Gli Avengers non erano la mia prima famiglia. A un certo punto bisogna scegliere tra quello che il mondo vuole che tu sia e chi sei veramente". Il tema centrale della storia sembra dunque essere quello dell'identità, delle maschere pirandelliane riviste per assecondare il macro-insieme della famiglia, o meglio di due famiglie: quella "Russa" e quella degli Avengers.

Della seconda ne sappiamo abbastanza grazie a dieci anni di cinecomic, alla prima invece sarà dato grande spazio in questo nuovo lungometraggio: pensiamo a Yelena Belova (Florence Pugh), Melina Vostokoff (Rachel Weisz) e Alexei Shostakov (David Harbour). Le prime come Natasha parte del programma Stanza Rossa mentre Shostakov è la controparte sovietica di Cap, di nuovo insieme per fermare probabilmente i piani del misterioso Taskmaster, in combutta forse con qualche piano alto del governo o dello spionaggio russo.

Proprio del villain abbiamo anche un nuovo assaggio in movimento nello spot, dove lo vediamo usare ufficialmente un'altra sua imitazione, quella di Captain America. Ricordiamo che le sue abilità hanno a che fare con la memoria procedurale e i riflessi fotografici dell'individuo, amplificati grazie a una versione rivista del siero del supersoldato.

Ne abbiamo ampiamente parlato nello speciale dedicato a Taskmaster, e per ora non si è aggiunta alcuna informazione rilevante se non che, a un certo punto nel film, vedremo il villain affrontare direttamente il personaggio di Shostakov, occasione per mettere faccia a faccia due "copie" di Captain America e giocare con lo stile iconico del Primo Vendicatore, come abbiamo potuto vedere nei filmati finora pubblicati in rete.
Non ci resta che attendere fiduciosi l'arrivo di un full trailer ufficiale di Black Widow per tentare di decifrare almeno parte del comparto narrativo del cinecomic MCU, per il momento cristallino in alcune rivelazioni e nebuloso in altre, quelle per giunta più importanti. Fa però parte del gioco e non vorremmo mai rovinarci la sorpresa prima del tempo, solo sfamare la nostra e la vostra vorace fame di curiosità in merito al Marvel Cinematic Universe.

Quanto attendi: Black Widow - Marvel Studios

Hype
Hype totali: 82
79%
nd