Perché Mads Mikkelsen dovrebbe interpretare Big Boss in Metal Gear Solid

In Polar, l'attore danese si dimostra l'interprete più adatto a vestire i panni dell'eroe creato da Kojima, pronto a sbarcare al cinema nei prossimi anni.

speciale Perché Mads Mikkelsen dovrebbe interpretare Big Boss in Metal Gear Solid
Articolo a cura di

Sbarcato recentemente su Netflix, l'adattamento cinematografico di Polar diretto da Jonas Akerlund è un titolo decisamente interessante. È innanzitutto tratto dall'omonima graphic novel di Victor Santos, che di base è un grande e affascinante esponente del fumetto hard boild (polizieschi violenti, "sporchi") vicino a Frank Miller e Jim Steranko. Nella sua traslazione cinematografica, quest'anima viene leggermente ridimensionata per lasciare ampio spazio all'azione e a un'estetica pop sfruttata spesso con trovate dozzinali ma efficaci, che aderiscono perfettamente all'adattamento.
È un film che nelle fasi più tranquille mostra un Mads Mikkelsen, nei panni del Kaiser Nero, alle volte involontariamente ironico, altre tormentato e sofferente, ma che nel dinamismo dell'azione tira fuori il muscolo cinematografico al meglio. In entrambe le fasi, l'interprete danese ne esce al meglio, dimostrando come sempre una capacità di immedesimazione emotiva e fisica davvero lodevoli.
Il suo è un personaggio pericoloso ma intimamente combattuto. Negli occhi si legge stanchezza e sofferenza, ma tattiche eversive, combattimenti corpo a corpo violenti, uso delle armi e sfruttamento dell'ambiente fanno ormai parte del suo DNA, tanto che difficilmente riuscirà mai ad abbandonare la vita da assassino, esattamente come per le sigarette e l'acool.
Tutto questo preambolo soltanto per dimostrarvi come il Kaiser Nero di Polar sia l'anticamera interpretativa perfetta per lasciare che Mads Mikkelsen venga scelto per vestire i panni di Big Boss nell'annunciato adattamento di Metal Gear Solid.

Solidi motivi

Come sappiamo, Hideo Kojima e Jordan Vogt-Roberts (Kong: Skull Island) stanno collaborando allo sviluppo di una trasposizione cinematografica del videogioco creato dal grande game designer giapponese. Kojima ha promesso nel tempo di seguire attivamente i lavori dell'adattamento, mentre il regista ha sottolineato come il film non si discosterà dalla storia originale, "mantenendo intatte stranezze ed elementi soprannaturali". La prima bozza di sceneggiatura del progetto sarebbe stata ultimata da Roberts lo scorso agosto, quindi si presume abbia avuto modo di continuare a lavorarci sopra in tutti questi mesi, contando anche tutti i concept-art diffusi online e dedicati proprio a Metal Gear Solid.
Il film resta comunque nelle primissime fasi pre-produttive, il che significa che passeranno come minimo altri due anni prima che arrivino notizie o conferme ufficiali, ma comunque c'è molta attesa per capire chi potrebbe interpretare il protagonista, che non è chiaro se possa essere Big Boss (in caso di adattamento di Metal Gear Solid 3) o Solid Snake (se l'adattamento riguarderà invece il primo Metal Gear Solid). Poco importa, a dire il vero, visto che il secondo è uno dei tre cloni del primo, tra l'altro il più somigliante sia caratterialmente che fisicamente.

In passato si era fatto il nome di Christian Bale, ma ora, dopo aver visto Mads Mikkelsen in Polar, sembra essere quest'ultimo la scelta migliore. Innanzitutto è un attore incredibile, capace di arrivare al cuore del personaggio e di muoversi con grande maestria anche in ambito action. Non bastasse Polar a convincervi della sua grande vena "combattente", titoli come The Salvation, Valhalla Rising, Casino Royale o Scontro tra Titani dovrebbero rimediare quanto prima possibile, anche se il suo Kaiser Nero è davvero la proverbiale ciliegina sulla torta per quanto concerne dinamismo e azione.

In secondo luogo, Mikkelsen ha il physique-du-role per vestire adeguatamente tuta e probabile benda sull'occhio del protagonista, senza neanche bisogno di una forma fisica possente o di allenamenti estenuanti. Ha la faccia giusta, il carisma giusto e le capacità per essere il perfetto Big Boss (o Solid Snake), parte che sarebbe inoltre stupefacente coronamento di un'amicizia con Kojima nata in territorio videoludico.
Che sia o meno un caso, proprio l'attore vestirà infatti in performance capture i panni del villain del prossimo e attesissimo gioco del game designer, Death Stranding, il che lo ha avvicinato molto all'autore giapponese, con cui ha condiviso pranzi e cene, feste e viaggi tramite Instagram, dove abbiamo avuto modo di vedere i due in quello che si direbbe un bel rapporto di collaborazione e amicizia, che speriamo possa portare ad altre collaborazioni in futuro.

Che voto dai a: Polar

Media Voto Utenti
Voti: 29
7.2
nd