Oasis: Supersonic, 10 film a cui i Gallagher avrebbero preso parte

È al cinema Oasis: Supersonic, il docu-film sui Gallagher. Ecco a che film avrebbero partecipato Liam e Noel se avessero fatto gli attori.

speciale Oasis: Supersonic, 10 film a cui i Gallagher avrebbero preso parte
Articolo a cura di

Fiumi di birra, scazzottate e un campionario da veri maleducati del rock: abbinate il talento alla presunzione e avrete le sonorità brit degli Oasis, la band capitanata da Liam e Noel Gallagher, i fratelli coltelli che negli anni '90 hanno fatto cantare una generazione intera grazie a hit come Wonderwall e Live Forever. Ora gli scapestrati (ex) ragazzi di Manchester si riuniscono, ma solo al cinema. Lo fanno grazie al docu-film Oasis: Supersonic, che celebra gli albori e il biennio d'oro - quello '94-'96 - della band, sviscerando tutta una serie di aneddoti e contenuti inediti riguardanti i bad boys del brit pop. Gli Oasis hanno fatto da ponte, con i loro eccessi, tra i residui degli anni '80 e il nuovo millennio, solleticando le corde del pubblico con un sound accattivante, orecchiabile. Noel scriveva le canzoni e Liam le cantava, con quell'inconfondibile voce pungente che per i detrattori somigliava più al rumore del gesso sulla lavagna. Un repertorio di hit frizzanti, melodiche, perfette per l'heavy rotation nelle radio di tutto il globo, con un background musicale popolato da Beatles, Stone Roses, i Jam di Paul Weller e i Sex Pistols, da cui riprendono anche le intemperanze di Johnny Rotten. Già, perché Liam e Noel (ma pure Paul "Bonehead" Arthurs) non sono solo strimpellate e jingle di successo. No, sono (pure) risse sui traghetti o nei pub, schermaglie con la stampa (come quando Liam rifila un colpo di karate ad un giornalista un po' troppo pungente), faide con i Blur, sbronze colossali e sniffate nei bagni della Regina, a Downing Street. Perfetti per lo star-system, con quel linguaggio scurrille e quell'imprevedibilità dettata dall'uso di sostanza stupefacenti che hanno alimentato per anni le pagine dei tabloid. Abbiamo provato ad immaginare i Gallagher nel cinema: due fratelli maneschi, mossi da un odio reciproco, presuntuosi e con il vizio della bottiglia. A quali titoli avrebbero preso parte?


Cast(ing) No Shadow

È il 1980 quando nelle sale sbarca il nuovo film dei fratelli Gallagher: Toro Scatenato. Liam è il pugile manesco e paranoico Jake LaMotta, assistito dal manager-fratello Joey/Noel. Non tarderanno a mettersi le mani addosso. Recentemente, i bad boys di Manchester appaiono nell'adrenalinico Rush: Liam è il pilota di Formula 1 James Hunt, un tipetto tutto alcool, belle donne e scazzottate coi giornalisti. Noel è il più compassato Niki Lauda. Si odieranno (con sprazzi d'affetto) per tutti i 123 minuti di durata del film. Quale titolo meglio di Warrior per due fratelli in perenne lotta? I Gallagher impersonano i Conlon, campioni di MMA. Un pretesto di sceneggiatura per darsele di santa ragione ad ogni sequenza. La passione per il Manchester City porta invece i leader degli Oasis ad accettare la parte per Hooligans, ottenendo però che nel film non vengano mostrati supporters e calciatori del West Ham, bensì quelli dei Citizens. Ancora due fratelli alle prese con gelosie e incomprensioni, ancora la storia di una vita dei fratelli Gallagher: è Fuoco Assassino altra pellicola perfetta per gli "animi accesi" di Liam e Noel, che nel film di Ron Howard impersonano i vigili del fuoco McCaffrey. Uno dei due ha pure il vizio della bottiglia e litiga col mondo intero. Indovinate chi?
Dalle lotte intestine degli Oasis e della famiglia Gallagher alla vera e propria Civil War: Liam e Noel guidano due team rivali di supereroi che si danno appuntamento per una maxi rissa. Unico neo: Noel è troppo stronzo per impersonare l'anima candida Captain America. La partecipazione del frontman e del chitarrista inglese a Fight Club è pure troppo scontata. Ecco allora che i due fratelli ottengono la parte da protagonisti in Lawless, pellicola che narra le gesta dei Bondurant, famiglia di teste calde famosa per le scorribande illegali durante il Proibizionismo. Nella carriera cinematografica dei Gallagher non poteva mancare poi una collaborazione con Guy Ritchie: avviene in The Snatch, con Liam e Noel felicissimi di lavorare assieme ad un tipo raccomandabile come Vinnie Jones. Per chiudere la lista dei 10 titoli a cui avrebbero preso volentieri parte i protagonisti di Oasis: Supersonic non potevamo che scegliere ...Altrimenti ci arrabbiamo!, titolo perfetto per immortalare il mantra dei Gallagher, che nel film cantano pure. Nel coro dei pompieri.

Che voto dai a: Oasis: Supersonic

Media Voto Utenti
Voti: 1
4
nd