Non solo Gifted: ecco i film con Chris Evans da (ri)vedere

Indimenticato per essere il valoroso Captain America, l'attore è tornato al cinema con il nuovo film di Marc Webb. Ecco i suoi ruoli più iconici.

speciale Non solo Gifted: ecco i film con Chris Evans da (ri)vedere
Articolo a cura di

Attore, regista e produttore. Chris Evans a soli 36 anni è uno fra i personaggi più influenti della Hollywood al tempo dei social e dei cinecomics. È un amante degli animali, è un attivista politico e lotta costantemente sia per i diritti degli omosessuali che per le pari opportunità fra uomo e donna. Capelli corti color miele, occhi azzurri, fisico perfetto ed ironia contagiante. Chris Evans negli ultimi anni si è fatto strada nel cuore del pubblico grazie al suo ingresso nel mondo Marvel; prima era la Torcia Umana nei due film dedicati ai Fantastici 4, poi è diventato il Capitano Steve Rogers nel franchise dedicato al primo Vendicatore, ma l'attore ha spaziato anche in più generi come l'action, amorevoli ‘Rom-Com' ed altri ancora. In attesa di vederlo di nuovo nei panni di Captain America e in The Avengers: Infinity War, Chris Evans è tornato nelle sale italiane il primo novembre con un film diretto da Marc Webb. In Gifted - Il dono del talento, questo il titolo del lungometraggio, l'attore si trova ad interpretare il ruolo di zio e tutore legale di una bambina di 7 anni che mostra un notevole talento matematico. Dopo un discreto successo di pubblico in America, il film è arrivato in Italia un po' in sordina e non sappiamo come chiuderà al box office, nel frattempo ecco quali sono i 5 film più significativi - secondo noi - di Chris Evans.


5. Cellular

È del 2004 il film con Kim Basinger e Jason Statham. In questo action thriller piuttosto convenzionale ma di discreta fattura, un giovanissimo Chris Evans si affaccia timidamente nel mondo di Hollywood. Cellular segna il suo quarto film da attore protagonista, il primo in una veste del tutto inedita. Se fino a qualche tempo prima il visino dolce e simpatico del buon Chris si è intravisto solo in commedie dal sapore teen (impossibile dimenticare Non è un'altra stupida commedia americana), in Cellular comincia a mostrare tutta la sua versatilità. In sella ad un'automobile alquanto sgangherata e con un cellulare fra le mani, l'attore si troverà a correre in lungo e in largo fra le strade di Los Angeles per salvare un'insegnante di scienze rapita da un gruppo di poliziotti corrotti. Anche se la trama risulta piuttosto strampalata, il film convince perché riesce ad andare ben oltre il mero intrattenimento, realizzando una pellicola di stile, cool e scanzonata, che diverte ed appassiona. Con pochi e semplici mezzi, Cellular è sicuramente un buon action movie dove a trionfare sono, come sempre, i buoni sentimenti.

4. The Losers

Nel momento in cui la carriera di Chris Evans è decollata definitivamente, anche se alle sue spalle aleggiava ancora lo spetto dei Fantastici 4, nel 2010 l'attore prende parte a The Losers. In un film corale dove nel cast spiccano anche Jeffrey Dean Morgan e Idris Elba, Chris Evans interpreta Jake Jensen, esperto dei computer dalla battuta sempre pronta e fan sfegatato dei Journey. Immischiato in una torbida storia di vendetta e redenzione, il personaggio si unisce ad una sgangherata banda di ex soldati che dichiara guerra alla CIA. Il film in sé è divertente, scanzonato, con ottime battute e buone scene d'azione, e il bel Chris Evans - qui occhialuto, senza barba ma con un fisico statuario - riesce comunque ad emergere in una pellicola corale che lascia poco spazio all'immaginazione. Si è più volte ragionato su un sequel che, purtroppo, non è mai stato realizzato.

3. Before we go

Appeso temporaneamente al chiodo lo scudo da Vendicatore, nel 2014 Chris Evans arriva al cinema con il suo primo film da regista. Before We Go, applaudito al Toronto Film Festival, è un'abile e toccante commedia d'amore sulle scelte di vita e di cuore. Evans oltre a dirigere il film è anche attore ed interpreta uno squattrinato musicista che arriva in soccorso di una donna che si ritrova senza soldi alla Grand Central. Fra i due nasce una folle passione che, nell'arco di una notte, si fortifica in un sentimento che va ben oltre la semplice attrazione fisica. Con una mano ferma e con una dote alquanto spiccata, l'attore realizza un buon film sui sentimenti nel quale la città di New York e una calda colonna sonora rappresentano il coefficiente necessario e sufficiente per la riuscita della pellicola stessa. Il film è arrivato in Italia direttamente in TV, su LA5, appena due anni fa.

2. Captain America: Il primo Vendicatore

Con il primo film dedicato all'eroe Marvel, Chris Evans rientra con successo fra le schiere di Kevin Feige. Dopo aver interpretato per ben due volte la Torcia Umana nel franchise de I Fantastici 4, nel 2011 l'attore torna a indossare i panni del supereroe e questa volta il successo è ben più grande rispetto alla sua precedente esperienza. Il film, che inaugura un percorso tutto nuovo per la Marvel, rappresenta la svolta essenziale anche per la carriera di Chris Evans. Prendendo parte ad uno fra i film più dark della Casa delle Idee, si intuisce come l'attore abbia migliorato le sue doti recitative, riuscendo abilmente ad interpretare sia ruoli comici che drammatici. Il capitano Steve Rogers è un personaggio molto tormentato, pieno di luci e ombre, che riesce a consacrare la bellezza e la bravura di Chris Evans.

1. Snowpiercer

Il magnetico film sci-fi che ha stupito sia il pubblico che la critica è del 2013 e viene presentato in anteprima al Festival del Cinema di Roma. In un futuro post-apocalittico dove la Terra è diventata una distesa di ghiaccio, gli esseri umani sopravvissuti vivono nello Snowpiercer, un treno che corre spedito fra due rotaie solitarie. Chris Evans, barbuto e con sguardo schivo, è Curtis, il leader della rivolta classista che divampa sul treno ‘dei desideri'. Il film, diretto da Bong Joon-Ho, esalta sia per la bellezza delle immagini che per il sottotesto, che dipinge una società barocca e decadente. Chris Evans è sicuramente la punta di diamante del cast (anche Tilda Swinton e Janie Bell riescono a tener testa), dato che per la prima volta l'attore è alle prese con un ruolo diverso dal solito, un ruolo dove la sola fisicità non conta. Diviso fra cosa è giusto e cosa è sbagliato, il protagonista riesce a interpretare un personaggio criptico e guidato dai soli sentimenti. Alla luce di un buon successo, in America si sta pensando a realizzare una serie TV ispirata al film.

Che voto dai a: Gifted

Media Voto Utenti
Voti: 6
7.3
nd