No Time To Die, l'analisi del trailer ufficiale del nuovo 007

Scopriamo insieme i segreti dell'ultimo capitolo di 007 con protagonista Daniel Craig, tra Jamaica e Italia, verità taciute, vecchi e nuovi villain.

speciale No Time To Die, l'analisi del trailer ufficiale del nuovo 007
Articolo a cura di

Si apre con un campo lungo sui meravigliosi Sassi di Matera, il primo trailer ufficiale di No Time To Die di Cary Fukunaga (Maniac, True Detective), venticinquesimo capitolo cinematografico delle missioni di James Bond, interpretato per un'ultima volta da Daniel Craig.
La conformazione del paesaggio tradisce però una rielaborazione in CGI evidente per chi conosce le zone, perché il ponte che compare in basso a sinistra e che vediamo alla fine della rocambolesca scena d'inseguimento per le strade della Capitale della Cultura 2019 è in realtà di Gravina in Puglia, altra splendida località praticamente limitrofa e di storia ugualmente importante. Hanno unito un po' tutto, questi inglesi, ma il risultato sembra comunque avvincente e riuscito.

A ben guardare l'introduzione della storia presentataci nel trailer e dalle informazioni trapelate in rete, forse proprio la sequenza girata nel capoluogo della Basilicata potrebbe essere quella d'apertura del film, dato che Matera dovrebbe essere la città in cui James Bond e l'amata Madeleine Swann (Lea Seydoux) hanno deciso di ritirarsi a vita privata, il passato della donna però torna minacciosamente a bussare e presentare il conto di segreti a lungo taciuti. Da lì l'inizio della fuga e del racconto, con Madeleine che chiede a James: "Perché dovrei tradirti?". 007 non ci pensa un secondo: "Abbiamo tutti dei segreti. Non siamo ancora arrivati al tuo".

Eredità e amore al centro della missione

Dopo che Ralph Fiennes spiega "quanto il mondo si armi più velocemente di ogni possibile reazione" (probabile tematica al centro della trama), vediamo James da solo in una casa sulle sponde di un fiume, probabilmente in Jamaica. Qui è forse già solo e la storia con Madeleine non è andata come previsto , e come riporta anche la sinossi ufficiale a chiedere l'aiuto di 007 arriva Felix Leiter della CIA (Jeffrey Wright).
Nella stessa casa sul fiume si presenta davanti al protagonista una sua ex-conoscente divenuta ormai Doppio 0, cioè un agente segreto con la licenza di uccidere. Si tratta di Nomi (Leshana Lynch), personaggio in parte ancora misterioso ma con cui è evidente che James Bond collaborerà nel corso del film, anche se non sempre in modo pacifico. C'è un po' di tensione tra i due, forse perché 007 si è ritirato dal servizio attivo e comincia la sua missione da solo, incrociando la strada del MI6 e di Nomi, che infatti lo minaccia: "Sono Doppio 0 da due anni. Quindi sta al tuo posto. Se ti metti in mezzo ti pianto una pallottola nel ginocchio".

E poi arriva il sarcasmo alla Phoebe Waller-Bridge, il tagliente british humor per cui Craig ha voluto a tutti i costi l'arrivo dell'amica e collega nel film: "Quello che ti funziona".
Non sappiamo ancora come, ma dopo la Jamaica 007 tornerà in servizio: lo capiamo grazie alla presenza di Eva Moneypenny (Naomi Harris) che accompagna lui e Nomi lungo un corridoio di un ufficio dei servizi segreti. James indossa lo stesso abito di quando scende dalla sua auto in quel di Londra, quindi presumiamo con una certa sicurezza si tratti di un ritorno nella capitale inglese.

C'è anche un altro sprazzo di sarcasmo alla Bridge quando si gioca con l'iconica frase "mi chiamo Bond. James Bond": l'ufficiale in portineria dell'edificio non lo riconosce, essendo ormai "pensionato". Quanto tempo è passato, all'interno della storia? Qualche anno, probabilmente, guardando anche al Blofeld di Christoph Waltz con i capelli ricresciuti dopo l'incidente in elicottero. Il Bill Tanner di Roy Kinnear spiega a Bond che proprio il capo della SPECTRE è "il bene più importante dell'Inghilterra" (in quanto merce di scambio e fonte d'informazioni), e cercando sicuramente un legame tra il passato di Madeleine e il nuovo villain interpretato da Rami Malek e conosciuto come Safin (si capisce dal fatto che indossi la maschera che poi riceve la Swann poco dopo), James vola a Londra per interrogarlo. E chi incontra qui? Proprio Madeleine, ormai con quello che sembra essere lo stesso ruolo di Tanner all'interno del MI6. E vicino a lei c'è Nomi, chissà per quale ragione (forse sono persino amiche).

Madeleine sa qualcosa ma è davvero impossibile capire di cosa si tratti, con il montaggio ci si sposta poi in un paesaggio boscoso, attraversato da un fiume, molto roccioso, forse dell'Europa del Nord. Durante un inseguimento tra due macchine, che coinvolge anche un elicottero, il Safin di Malek finalmente dice la sua: "James Bond. Licenza di uccidere, un passato di violenze. È come se parlassi al mio riflesso. Ma le tue capacità moriranno con te. Le mie sopravvivranno anche quando non ci sarò più".

Tutto viene inframezzato da veloci scontri e sparatorie e da una sequenza intelligentemente spezzettata con Safin protagonista, forse nel passato, con le sue cicatrici in volto ancora fresche. È palesemente un egomane e Bond gli risponde: "La storia non è indulgente con chi gioca a fare Dio". Tra un dialogo e l'altro, vediamo anche la nuova Bond Girl interpretata dalla splendida e talentuosa Ana de Armas, scelta direttamente da Craig dopo la loro collaborazione nell'ottimo Cena con delitto - Knives Out di Rian Johnson, che trovate in sala.
Qualcuno pensa che il Safin di Malek possa rivelarsi il nuovo Dottor. No, essendo proprio l'iconico antagonista un complice diretto dalla SPECTRE e legato a un discorso di distorsione della più moderna tecnologia spaziale. Nel caso della revisione, dovesse rivelarsi vera l'ipotesi, sappiamo che il piano di Safin ha a che fare proprio con alcune tecnologie d'avanguardia, quasi si trattasse di un cyberterrorista, e anche il look elegante con il colletto raffinato e la tunica azzurra ricordano il villain. Potrebbe anche soltanto essere una mera ispirazione, ma valeva la pena sottolinearlo. Le risposte arriveranno comunque il 9 aprile 2020, giorno d'uscita nelle sale di No Time To Die.

Che voto dai a: No Time To Die

Media Voto Utenti
Voti: 9
6.1
nd