Netflix

Netflix: 5 novità da vedere, da The Foreigner a Good Time

Andiamo alla scoperta di alcune pellicole arrivate negli ultimi giorni su Netflix, da Super Dark Times a Reversal - La fuga è solo l'inizio.

speciale Netflix: 5 novità da vedere, da The Foreigner a Good Time
Articolo a cura di

Tempo di novità su Netflix, con l'arrivo negli ultimi giorni di una manciata di titoli inediti o passati da qualche settimana in sala che rinfoltisce la varietà di proposte della piattaforma on demand. Titoli di peso e in anteprima assoluta quale The Foreigner, thriller/revenge-movie con Jackie Chan e Pierce Brosnan e apprezzati dalla critica come Good Time, con un intenso Robert Pattinson. Ma anche produzioni più smaccatamente di genere, basti pensare all'horror adolescenziale Super Dark Times, al teso e violento Reversal - La fuga è solo l'inizio o all'adrenalinico Kidnap, thriller a quattro ruote con assoluta protagonista Halle Berry.

Super Dark Times

Zack e Josh, due adolescenti amici fin dall'infanzia, sono entrambi attratti della bella Allison, una loro compagna di scuola. Un giorno iniziano a frequentare il coetaneo Daryl, preso di mira per via del suo aspetto fisico, e Charlie, studente di terza media. Ma durante una reunion a casa di Josh la presenza di una katana e di una bustina di sostanze stupefacenti conduce alla tragedia, con il ferimento mortale e involontario di uno dei ragazzi. Spaventati e in preda al panico gli amici decidono di nascondere il corpo della vittima nella attigua boscaglia, ma la tragedia cambierà inevitabilmente le loro esistenze e i rapporti interpersonali. Dopo un inizio alla Stand by me (1986) e con un'atmosfera che guarda ai teen drama adolescenziali nella prima metà, Super Dark Times vira progressivamente su tonalità più cupe e violente, strizzando l'occhio al cinema slasher e dipingendo un bel ritratto delle turbe adolescenziali, primi amori inclusi.

The Foreigner

Il proprietario sessantenne di un ristorante cinese a Londra vede morire la figlia in un attentato terroristico rivendicato da un neonato ramo dell'IRA. Quando non riesce a ottenere informazioni dalle autorità locali sull'identità degli attentatori, l'uomo decide di rivolgersi personalmente al primo ministro irlandese e, al diniego di questi, decide di rispolverare le sue abilità di quando serviva nelle forze speciali per ottenere finalmente giustizia. Spy/revenge-movie vecchia scuola, The Foreigner può contare sulla solida regia dello specialista Martin Campbell e sulle magnetiche performance dei protagonisti/antagonisti Pierce Brosnan e Jackie Chan, quest'ultimo nel ruolo più dolente dell'intera carriera. Intrighi, tradimenti, sorprendenti colpi di scena in due ore di visione che coniugano emozioni e spettacolo di genere con preciso equilibrio.

Kidnap

L'impiegata di un fast-food ingaggia uno strenuo inseguimento con i rapitori del figlio, prima su quattro ruote e poi nella dimora dei sequestratori. Halle Berry in un one-woman show che nella prima ora regala avvincenti emozioni, con corse a perdifiato tra le autostrade cittadine in cui incidenti e colpi di scena sono dietro l'angolo, salvo poi perdere originalità nella più prevedibile resa dei conti finale. Kidnap è un thriller a tratti spettacolare che ha il solo demerito di scadere in alcuni stereotipi tipici del filone, lieto fine in primis, cui la solida performance della protagonista concede comunque una discreta intensità drammatica.

Good Time

Dopo una rapina andata a male il corpulento Nick, affetto da ritardo mentale, viene arrestato dalla polizia e rinchiuso in carcere. Il fratello maggiore Connie, riuscito invece a fuggire, cerca in ogni modo di pagare la cauzione per far uscire il consanguineo, ma quando ogni tentativo va a vuoto decide di farlo evadere dall'ospedale in cui questi era stato ricoverato in seguito a una rissa avvenuta nel penitenziario. Thriller notturno che mette a disagio, sporco e graffiante al punto giusto nella gestione tensiva e capace di porre un interessante disegno psicologico dei principali protagonisti, creando situazioni sempre originali e trovando una grande mano nella magistrale interpretazione di Robert Pattinson, alle prese con un personaggio ben più che scomodo.

Reversal - La fuga è solo l'inizio

Una giovane ragazza si risveglia legata e imbavagliata in uno scantinato, rapita da un maniaco sessuale. Riuscita a liberarsi e ritrovatasi in un luogo a lei sconosciuto, scopre di non essere l'unica vittima dell'uomo e lo costringe a condurla dove sono ancora sequestrate altre ragazze, scoprendo che la situazione è molto più complicata del previsto. Un thriller/horror teso e brutale che possiede notevoli istinti di genere, con una violenza fisica e psicologica mai edulcorata ben messa in scena dal regista messicano José Manuel Cravioto. La protagonista Tina Ivlev si rivela perfetta eroina vendicatrice dei soprusi subiti, e gli ottanta minuti di visione regalano soddisfazioni agli amanti del filone.