Netflix

Netflix: 5 novità da vedere, da Mute a Full Metal Alchemist

Andiamo alla scoperta di alcune pellicole arrivate negli ultimi giorni su Netflix, da Lo chiamavano Jeeg Robot a 10 Cloverfield Lane.

speciale Netflix: 5 novità da vedere, da Mute a Full Metal Alchemist
Articolo a cura di

Sono ben tre le produzioni originali Netflix presenti nel consueto appuntamento settimanale con le ultime uscite disponibili sulla piattaforma on demand. Titoli attesi come il noir/scif-fi Mute di Duncan Jones e l'adattamento live-action di marchio nipponico del popolare manga/anime Full Metal Alchemist, ma anche produzioni passate più in sordina ma non meno interessanti quali il thriller coreano Forgotten. Tra gli arrivi esterni invece da segnalare il supereroistico nostrano Lo chiamavano Jeeg Robot e 10 Cloverfield Lane, secondo tassello dell'antologica saga creata da J.J. Abrams.

Mute

Risultati sotto le aspettative per l'ultimo film del figlio d'arte Duncan Jones che, dopo gli apprezzati Moon (2009) e Source Code (2011), torna al genere fantascientifico che tante giuste lodi gli portò a inizio carriera. In questa produzione originale Netflix, da egli stesso co-sceneggiata, il regista guarda alle atmosfere e alle ambientazioni di Blade Runner (1982) per dar vita a un noir/sci-fi che punta molte delle sue carte sul suggestivo impatto visivo. La storia vede per protagonista Leo, un barista privo della parola che si mette sulle tracce della fidanzata misteriosamente scomparsa, addentrandosi nel mondo malavitoso di una società futuristica. Oltre ad Alexander Skarsgard nel ruolo principale il cast coinvolge nomi di peso come Paul Rudd e Justin Theroux.

Full Metal Alchemist

Adattamento in live action tratto dal popolare manga/anime di Hiromu Arakawa, il film diretto da Fumihiko Sori è ambientato in un mondo immaginario agli inizi del ventesimo secolo, in una società dove l'arte alchemica è presa in grande considerazione. La storia si concentra su due fratelli, Edward e Alpshon Elric, che vedono la loro vita cambiare radicalmente quando, dopo aver sperimentato la tecnica proibita della trasmutazione, il primo perde la gamba sinistra e il secondo il proprio corpo. Edward è costretto così a sacrificare il braccio destro per salvare l'anima del consanguineo, annettendo l'arto a un'armatura di metallo. Solo il ritrovamento della misteriosa pietra filosofale potrebbe riportare tutto allo stato originario.

Lo chiamavano Jeeg Robot

Enzo Ceccotti, un classico uomo qualunque di Tor Bella Monaca che si arrangia come può compiendo anche piccoli furti, un giorno entra in contatto con una sostanza radioattiva cadendo per errore in un barile in cui questa era contenuta. In seguito all'incidente scopre di possedere un forza sovrumana che accetta come un vero e proprio dono per i suoi intenti criminali. Ma l'incontro con la bella Alessia, che lo scambia per l'eroe dei cartoni giapponesi Jeeg Robot, cambia le carte in tavola e trasforma il Nostro in un improvvisato eroe di quartiere. Arriva su Netflix il cult di Gabriele Mainetti, solido film di genere tutto italiano che prova a rinvigorire le idee del cinema nazionale con una storia che ibrida influenze popolari e fumettistiche. Luca Marinelli nei panni del villain vale da solo la visione.

10 Cloverfield Lane

La giovane Michelle si risveglia in un bunker sotterraneo di proprietà del burbero e massiccio Howard Stambler. L'uomo sostiene che il mondo esterno sia stato distrutto da qualcosa di misterioso e le impedisce di uscire dalla struttura sotterranea. La ragazza non sta alla situazione e ha intenzione di scoprire cosa sia realmente successo in superficie. John Goodman e Mary Elizabeth Winstead sono al centro di questo thriller claustrofobico che si inserisce, pur distaccandosene per genere e influenze, nel filone inaugurato dal precedente found-footage/monster-movie di Matt Reeves. In una struttura narrativa più disposta a celare che a mostrare che si affida alle solide interpretazioni del cast.

Forgotten

Jin-seok si trasferisce con i genitori e il fratello maggiore Yoo-seok in una nuova casa: i due consanguinei sono molto legati anche se non potrebbero essere più diversi. La stessa sera dell'arrivo nella nuova dimora, Yoo-seok viene rapito da un gruppo di uomini, con il fratello che assiste impotente alla scena. Diciannove giorni dopo il ragazzo fa ritorno a casa anche se non ricorda nulla dell'accaduto e Jin-seok comincia a notare in lui strani cambiamenti. Nel frattempo dalla camera del precedente inquilino continuano a provenire misteriosi rumori. Thriller/mystery che spazia costantemente le carte in tavola, giocando anche con atmosfere horror e poliziesche, trovando nel colpo di scena di metà visione la maniera di iniziare una sorta di altro film sotto una nuova ottica. A tratti inverosimile ma comunque avvincente.