Netflix

Netflix: 5 novità da vedere, da Jailbreak a The Boy

Andiamo alla scoperta di alcune pellicole arrivate negli ultimi giorni su Netflix, da Asian Connection a La cosa.

speciale Netflix: 5 novità da vedere, da Jailbreak a The Boy
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Arti marziali, dinosauri, bambolotti posseduti e creature da un altro mondo sono al centro delle proposte del consueto appuntamento settimanale dedicato alle uscite su Netflix. Tra gli ultimi arrivi sulla piattaforma di streaming segnaliamo infatti l'avvincente action movie cambogiano Jailbreak e il b/z-movie con Steven Seagal Asian Connection, il monster-movie a tema animali estinti Jurassic City, l'horror mystery The Boy e un grande classico quale il remake carpenteriano La Cosa.

Jailbreak

La polizia cambogiana ha arrestato un gangster conosciuto col soprannome di Playboy, unico membro maschile della celeberrima gang della Farfalla. La leader dell'organizzazione criminale ha intenzione di eliminarlo per timore che questi riveli la sua identità, così promette una lauta ricompensa ai prigionieri del carcere locale dove l'uomo sarà presto rinchiuso. Tre agenti indigeni e un ufficiale da poco rientrato dall'estero hanno il compito di proteggere il testimone all'interno della struttura ma poco dopo il loro arrivo ha luogo una sommossa. Sorta di versione cambogiana di The Raid, Jailbreak brilla per una gestione coreografica delle dinamiche action a tratti entusiasmante, riuscendo con la varietà dei combattimenti a nascondere la parziale monotonia narrativa.

The Boy

Greta Evans è una tata che viene assunta per occuparsi di una strana bambola semovente dalle fattezze inquietantemente reali. La bambola è trattata come un figlio dalla coppia dalla quale la babysitter viene assunta, vittima della tragica morte del loro vero pargolo. La giovane donna inizia così a sospettare che il fantoccio sia inspiegabilmente dotato di vita. Horror d'atmosfera che limita le componenti più di genere rigorosamente alla resa dei conti finale, The Boy costruisce una palpabile tensione emotiva nei novanta minuti di visione in maniera piacevolmente classicheggiante. Nonostante qualche lentezza nella parte centrale l'operazione possiede il giusto fascino e la protagonista Lauren Cohan (futura madre del Batman snyderiano) si rivela più che convincente.

Asian Connection

L'americano Jack, risiedente da anni nel sud-est asiatico, è fidanzato con la bella ragazza indigena Avalon e, nel tentativo di regalarle un futuro migliore, organizza delle rapine in banca con l'amico Sam. Quando derubano una banca cambogiana i due compari ignorano che la filiale sia di proprietà dello spietato boss locale Gan Sirankiri, ora pronto a tutto pur di riavere il maltolto. Steven Seagal nei panni di improbabile villain/capo criminale è la "maggiore" attrattiva di questo direct-to-video ambientato in Cambogia che segue i classici canovacci del filone senza guizzi di sorta sia dal punto di vista narrativo, con una trama lineare e prevedibile, che nella spoglia messa in scena e nelle relative sequenze d'azione.

Jurassic City

In un laboratorio segreto sono stati condotti esperimenti per riportare in vita i dinosauri e tre esemplari di velociraptor sono provvisoriamente inviati in una vicina prigione sotto stretto controllo militare. Gli animali preistorici riescono però a fuggire dalla gabbia metallica del furgone in cui sono rinchiusi e iniziano a scorrazzare liberamente nell'ambiente carcerario in cui si trovano anche tre amiche ventenni arrestate per ubriachezza... Una CG da far invidia ai mockbuster made in Asylum è il tratto distintivo di questo z-movie a tema giurassico che guarda ai classici del filone in maniera approssimativa e tecnicamente poverissima, con risvolti narrativi sempre più assurdi a scatenare involontarie risate nella deprimente messa in scena.

La Cosa

Antartide, 1982. Il pilota MacReady si reca nei pressi della base scientifica americana Outpost 31, trovando però soltanto macerie e i resti bruciati di una strana e inquietante creatura. L'uomo rinviene inoltre una strano contenitore di ghiaccio rettangolare, ora vuoto, che probabilmente conteneva qualcosa al suo interno. Di ritorno alla base e iniziata l'autopsia sui resti dell'essere mostruoso, il team medico ritrova tracce di un DNA di origine sconosciuta, scoprendo come il cadavere sia formato da esseri umani vittime di un'orribile mutazione. John Carpenter aggiorna un classico quale La cosa da un altro mondo (1951) con una versione ferale violenta diventata un istant cult del cinema di genere. Un magnetico Kurt Russell si muove in un'ambientazione inquieta e opprimente dovendosela vedere con mutazioni e orribili creature realizzate con effetti speciali che hanno fatto scuola, per un capolavoro senza tempo che si offre a diverse chiavi di lettura.