Netflix

Netflix: 5 novità da vedere, da Apostolo a Your Name.

Andiamo alla scoperta di alcuni film arrivati negli ultimi giorni nel catalogo Netflix, da Private Life a In questo angolo di mondo.

speciale Netflix: 5 novità da vedere, da Apostolo a Your Name.
Articolo a cura di

L'animazione nipponica ha caratterizzato l'inizio d'ottobre di Netflix, con l'arrivo nel catalogo della piattaforma on demand di diversi titoli (distribuiti in Italia da Dynit.) che hanno conquistato anche le sale dei cinema nostrani nel corso delle passate stagioni. Stiamo parlando del cult Your Name. e di Oltre le nuvole - Il luogo promessoci, entrambi diretti da Makoto Shinkai, e del toccante In questo angolo di mondo, ambientato in Giappone durante la seconda guerra mondiale. In questa classica cinquina non potevano poi mancare due produzioni originali di assoluto valore come Apostolo, l'attesissimo thriller/horror diretto da Gareth Evans, e la commedia drammatica Private Life, entrambe molto apprezzate sulle nostre pagine.

Your Name.

Taki, adolescente che vive a Tokyo, e la coetanea Mitsuha, residente di una cittadina di campagna, si risvegliano un giorno l'uno nel corpo dell'altro. Dopo la shock iniziale, i due scoprono come il fenomeno avvenga a giorni alternati e, vista l'impossibilità di comunicare tra loro, decidono di scrivere frasi sul corpo dell'ospite per scambiarsi messaggi, dando il via a una sorta di paradossale relazione a distanza. Fino a quando non decidono di provare a incontrarsi nella realtà una volta per tutte.
Il cinema di Makoto Shinkai possiede un sapore unico, per l'animazione raffinata che guarda ai classici ma soprattutto per le atmosfere struggenti e malinconiche da cui sono permeate le sue opere. Con Your Name., record d'incassi ai botteghini giapponesi e diventato un piccolo cult anche nella limitata distribuzione nostrana, ci accompagna in una storia d'amore emozionante che, attraverso contaminazioni fantastiche, esplora il mondo dei sentimenti, trovando la perfetta chiusura del cerchio in un epilogo toccante dal quale è impossibile non farsi scuotere.

Private Life

Richard e Rachel, artisti quarantenni, stanno cercando in ogni modo di diventare genitori prima che sia "troppo tardi". Ma quando i tentativi di fecondazione in vitro non vanno per il verso giusto, tutto sembra perduto, mettendo i coniugi di fronte all'alternativa dell'adozione.
L'arrivo in città della nipote Sadie, ancora adolescente, riaccende in loro le speranze e la ragazza gli propone di offrire alcuni dei suoi ovuli al fine di coronare il loro sogno, ma nuovi problemi sorgono all'orizzonte. Tra Allen e Bambauch, la regista Tamara Jenkins realizza una commedia dolce-amara ricca di humor e sarcasmo che non dimentica, al contempo, una profonda caratterizzazione dei personaggi, con passaggi più dolenti a variare ulteriormente una narrazione che, in altre mani, avrebbe rischiato di scadere in una fastidiosa monotonia.
Qui invece il racconto raggiunge il cuore dello spettatore, tra verosimiglianza e passaggi più surreali, affidando alla magistrali performance del trio di protagonisti (Paul Giamatti, Kathryn Hahn e la giovane Kayli Carter) il compito di creare un sentito legame empatico.

Oltre le nuvole - Il luogo promessoci

In una realtà alternativa, il Giappone è stato sconfitto in una guerra mondiale e si trova ora separato a metà, con una parte annessa agli Stati Uniti e l'altra alla cosiddetta "Unione". Quest'ultima ha costruito, nell'isola di Hokkaido, un'altissima torre che raggiunge il cielo, con lo scopo di entrare in contatto con realtà alternative e poter così conoscere il futuro.
Ma ora un nuovo conflitto è alle porte. Due amici, Hiroki e Takuya, e la loro compagna Sayuri, partoriscono una folle idea: volare nei pressi della torre con un velivolo da loro costruito. Un giorno però la ragazzina scompare improvvisamente nel nulla e tre anni dopo Hiroki, ora trasferitosi a Tokyo, non riesce a dimenticarla, facendo uno strano sogno ricorrente in cui lei chiama il suo nome, dispersa in una costruzione buia e solitaria.
Hiroki farà di tutto per tener fede alla promessa fatta anni prima, e da ciò potrebbero dipendere le sorti del mondo intero. Makoto Shinkai continua il suo percorso nell'analisi dei sentimenti ambientando questa volta la vicenda in un contesto fantapolitico/storico di indubbio fascino, lasciando sempre e comunque alla forza del romanticismo e alle sue tipiche atmosfere malinconiche il compito di emozionare lo spettatore, complice anche la raffinata e affascinante animazione.

Apostolo

Londra, 1905. Tornando a casa, il figliol prodigo Thomas Richardson scopre che la sorella è stata rapita da una setta religiosa. Determinato a ritrovarla a ogni costo, l'uomo si mette in viaggio per l'isola dove la setta vive sotto la leadership del carismatico Profeta Malcolm.
Dopo essersi infiltrato nella comunità locale, Thomas capisce che la corruzione dell'alta società ha infestato i membri della setta, imbattendosi in un segreto più oscuro di ogni sua aspettativa. L'attesissimo nuovo film di Gareth Evans, capace di rivoluzionare il mondo del cinema action con il magistrale dittico di The Raid, è un thriller/horror dall'atmosfera inquieta e opprimente, dove la storia viaggia di pari passo con la certosina e macabra messa in scena, in cui il tema della pazzia e del fanatismo religioso assumono un ruolo fondamentale, catapultando il personaggio interpretato da Dan Stevens in una realtà oscura e occulta.

In questo angolo di mondo

La giovane Suzu, al compimento della maggiore età, viene data in sposa a Shusuke e si trasferisce a Kura nella casa del marito. Dopo un iniziale periodo di spaesamento, lontana dai propri affetti, la ragazza inizia a trovare un quieto equilibrio e a rapportarsi con la sua nuova famiglia.
Ma durante la seconda guerra mondiale, con l'aumento dei bombardamenti aerei da parte delle forze nemiche, la quotidianità e le abitudini cambiano giorno dopo giorno e la tragedia è sempre dietro l'angolo, mentre la giovane è divisa tra l'affetto del coniuge e quello per un amore di gioventù.
Guarda allo stile pittorico dello studio Ghibli questo raffinato dramma d'animazione nipponico, capace di provocare toccanti emozioni in più occasioni durante lo svolgersi di questa dolce-amara vicenda ambientata durante la seconda guerra mondiale.
Oltre alla magnifica resa estetica, In questo angolo di mondo caratterizza al meglio i personaggi e il contesto, rendendo palpabile la tensione intima e nazionale di un Paese intero, raggiungendo con facilità il cuore delle cose semplici e lasciando in mezzo a tanta sofferenza un liberatorio messaggio di speranza.