Netflix

Netflix, 5 film da riscoprire: da Guida galattica per autostoppisti a 6 Days

Andiamo alla scoperta di alcuni film meritevoli di visione da tempo disponibili su Netflix, da Ares ad Acts of Vengeance.

speciale Netflix, 5 film da riscoprire: da Guida galattica per autostoppisti a 6 Days
Articolo a cura di

Nuovo appuntamento con la top 5 relativa a film disponibili da tempo su Netflix, non ancora trattati negli speciali settimanali.
In quest'occasione abbiamo a che fare con una produzione originale, l'action thriller tratto da una storia vera 6 Days, e con quattro titoli di diversi generi ed epoche, che speriamo attirino la vostra curiosità per un potenziale recupero (o anche solo per una seconda visione).
Da un cult dell'Hollywood classica quale Eva contro Eva all'adattamento d'eccellenza di un'opera cardine della fantascienza come Guida galattica per autostoppisti, dal revenge movie Acts of Vengeance, con protagonista un vendicativo Antonio Banderas, per chiudere con il distopico action/sci-fi Ares, ancora una volta abbiamo cercato di coniugare proposte interessanti per tutti i gusti.

Acts of Vengeance

Frank Valera è un brillante avvocato difensore e ha una splendida famiglia. I numerosi impegni burocratici lo portano spesso a trascurare i propri cari, gli fanno inoltre saltare un'esibizione scolastica della figlia da tempo attesa.
La notte stessa, l'uomo riceve la visita della polizia, che lo informa che la moglie e la piccola sono state brutalmente uccise in un sospetto tentativo di furto.
L'uomo si sente colpevole e affoga il proprio dolore nell'alcool, mentre le indagini delle forze dell'ordine non portano a nessun risultato. Frank tenta di punire se stesso partecipando a incontri clandestini di MMA, quando però il caso relativo all'omicidio viene archiviato senza aver trovato un colpevole, decide di indagare in prima persona in una missione di pura e cieca vendetta.
Revenge movie di stampo classico che guarda al cinema di genere anni '70 e '80, secco e deciso dal punto di vista narrativo, un linguaggio ben compreso dal protagonista Antonio Banderas, capace di dar vita a un personaggio tormentato e pronto a tutto pur di ottenere giustizia.

6 days

Londra, 30 aprile 1980. Sei iraniani armati di tutto punto assaltano l'ambasciata del loro Paese al 16 di Princes Gate, prendendo in ostaggio oltre una ventina di dipendenti.
Il loro scopo è quello di ottenere la scarcerazione di circa novanta prigionieri detenuti nelle carceri iraniane e, nel caso in cui la loro richiesta non venga esaudita, uccidere il personale della struttura uno dopo l'altro.
Il negoziatore della polizia metropolitana Max Vernon riesce a stringere un rapporto di crescente fiducia con il leader del gruppo, cercando di trovare una soluzione pacifica, ma i contrasti politici tra il governo Thatcher e la Lega Araba complicano inevitabilmente le cose, costringendo le unità speciali della SAS a preparare un piano minuzioso per fare irruzione nell'ambasciata e liberare gli ostaggi.
Solido thriller drammatico che prende spunto da un fatto realmente accaduto, e che catturò per diverso tempo l'attenzione dei media all'epoca, 6 Days dà vita a personaggi credibili ottimamente interpretati dall'eterogeneo cast (Mark Strong e Jamie Bell su tutti) e mantiene una tensione costante fino all'adrenalinico finale.

Eva contro Eva

La giovane Eva sembra avere una vera e propria venerazione per Margo, una famosa attrice di teatro. Dopo averla conosciuta ed essere entrata nella sua stretta cerchia di amici, la ragazza rivela però i suoi veri intenti...
"Un bravo attore non fa mai la sua entrata prima che il teatro sia pieno" diceva Borges, e la protagonista di questo classico di Joseph L. Mankiewicz segue metaforicamente quest'iter: la figura di Eva, lupo travestito da agnello, è infatti l'esempio perfetto per rappresentare l'arrampicamento sociale ai danni altrui.
Un film sul teatro ma prima ancora sulla vita, vincitore di sei oscar (su ben quattordici candidature) e interpretato magnificamente dal numeroso cast, con Bette Davis, Anne Baxter e George Sanders su tutti e un'ancora giovane e poco conosciuta Marylin Monroe in un piccolo ruolo.

Ares

In un prossimo futuro l'economia francese è letteralmente collassata e la disoccupazione ha raggiunto percentuali inimmaginabili. Il controllo della società è così finito nelle mani delle ricche case farmaceutiche che, sfruttando la povertà sempre più dilagante, hanno fatto proclamare nuove leggi sulla sperimentazione di sostanze.
Le persone possono vendere il loro corpo alla scienza in cambio di denaro, anche a rischio della vita, senza nessun organismo di controllo e tutela per la salute.
Lo sviluppo di nuove droghe atte e potenziare il corpo umano ha influenzato anche il mondo sportivo, dando vita a incontri di lotta senza regole in cui gli atleti vengono utilizzati come cavie per prodotti dopanti. Arès, ex-pugile decaduto, si trova costretto a tornare sul ring per guadagnare il denaro necessario a far uscire di prigione la sorella, arrestata ingiustamente con l'accusa di terrorismo.
Action thriller di stampo noir a sfondo fantascientifico, ambientato infatti in un futuro distopico, Ares si rivela un prodotto solido ed efficace, in grado di coniugare istinti di genere ad aliti più drammatici e introspettivi che si rispecchiano anche nel mondo contemporaneo.

Guida galattica per autostoppisti

Arthur Dent si alza una mattina per scoprire che la sua casa in aperta campagna sta per essere demolita, al fine di far spazio a una strada tangenziale.
Poco dopo il brusco risveglio, l'amico Ford Prefect lo avvisa che la Terra sarà completamente distrutta nell'arco dei prossimi dodici minuti. Ford infatti è un extraterrestre ed è a conoscenza dell'arrivo di enormi navicelle dei Vogon, una razza aliena addetta alle demolizioni spaziali che ha il compito di polverizzare il nostro pianeta per poi far passare una superstrada interstellare.
I due amici riescono a fare "autostop" e a salire clandestinamente su una delle astronavi, ma vengono scoperti.
Gettati nel vuoto cosmico, i nostri vengono provvidenzialmente tratti in salvo dalla navetta Cuore d'Oro rubata da Zaphod Beeblebrox, l'attuale Presidente della Galassia, sulla quale ha trovato ospitalità anche la bella terrestre Tricia McMillan, vecchia conoscenza di Arthur. Sarà solo l'inizio di un'incredibile avventura.
Dall'opera radiofonica e letteraria di Douglas Adams, un adattamento irresistibile e ricolmo di citazioni più o meno evidenti, tutto giocato su un umorismo di chiaro stampo british virato alla più geniale farsa demenziale.
I buoni effetti speciali e l'ottimo cast, Martin Freeman, Sam Rockwell e l'incantevole Zooey Deschanel su tutti (con l'esilarante robottino depresso Marvin quale ideale membro di supporto), ci accompagnano in una visione ad alto tasso di divertimento.