Netflix

Netflix: 5 cult da rivedere, da Il grande Lebowski a Heat - La sfida

Andiamo alla scoperta di alcuni cult presenti su Netflix, titoli che non possono passare inosservati agli occhi degli appassionati.

speciale Netflix: 5 cult da rivedere, da Il grande Lebowski a Heat - La sfida
Articolo a cura di

Settimana che inizia e nuovo appuntamento con i cult da recuperare nei prossimi giorni attualmente disponibili su Netflix. Una lista non sui generi per quest'occasione ma in cui consigliamo cinque grandi classici da vedere e rivedere presenti sulla piattaforma di streaming, titoli davvero per tutti i gusti e palati. Passiamo dal cinema di arti marziali di Drunken Master alla rivisitazione dello stesso filone made in Hollywood operata da John Carpenter in Grosso guaio a Chinatown, per arrivare allo slasher di Scream e ad un grande poliziesco degli anni '90 quale Heat - La sfida, senza dimenticare l'iconico Drugo di Jeff Bridges ne Il grande Lebowski.

Drunken Master

Wong Fei-Hung è un indisciplinato studente di kung-fu che ne combina di cotte e di crude insieme alla sua banda di amici. Per questo motivo il padre decide di mandarlo a studiare le arti marziali da un lontano zio, il maestro Su Hua Chi, esperto nell'ormai rarissima tecnica dell'ubriaco. Insieme al suo nuovo insegnante, Wong affronterà diverse e impegnative prove che lo tempreranno nello spirito e nel corpo. Il film con il quale è nato il mito di Jackie Chan è una divertente commistione di commedia e action movie, nel quale l'irresistibile funambolo hongkonghese già mostra il suo stile unico che combina una mimica slapstick ad un perfetto kung-fu. La sceneggiatura, seppur elementare, intrattiene con gusto il pubblico di riferimento offrendo al popolare attore uno dei ruoli più iconici e fondamentali della sua carriera.

Il grande Lebowski

Alcolizzato (il white russian è il suo cocktail preferito), disoccupato e sempre in bilico tra una sardonica follia e lampi improvvisi di genio, il Drugo è un simpatico nullafacente, appassionato di bowling e intento a bighellonare tutto il giorno. Un giorno l'uomo si ritrova coinvolto in un contorto intrigo inerente il presunto rapimento della bella "moglie-trofeo" di un ricco magnate, il quale lo assume come corriere per pagare l'ingente riscatto, dando via ad un'incredibile (dis)avventura. Una commedia degli eccessi che dietro le sue prorompenti stramberie nasconde una raffinatezza stilistica e di scrittura di assoluto livello, capace di armonizzare gag e battute con quella grazia unica da sempre nelle corde dei fratelli Coen. Jeff Bridges e il resto dello straordinario cast (Buscemi, Turturro, Goodman) danno vita a veri e propri personaggi di culto quanto il film stesso.

Grosso guaio a Chinatown

San Francisco. Il camionista Jack Burton si trova in compagnia dell'amico Wang Chi, prossimo a sposarsi con una sua connazionale in arrivo dalla madre patria, quando all'aeroporto la ragazza viene rapita catapultando i due uomini in un'ardua missione di salvataggio. Con l'aiuto della bella avvocatessa Gracie Law, di una giornalista, del mago Egg Shen e di altri membri della comunità, i due dovranno affrontare il perfido Lo Pan, entità millenaria dotata di incredibili poteri magici. Grosso guaio a Chinatown è un'esaltante avventura made in Carpenter di impostazione fantastica che guarda con ispirazione, e numerose citazioni, al cinema di Hong Kong, qui declinato in un'irresistibile verve comica dove gli elementi magici e sovrannaturali trovano adeguata compensazione nelle veloci ma incisive caratterizzazioni dei personaggi, con un un'appagante componente d'azione che, tra mosse di kung-fu e rimandi al wuxiapian ed istinti satirici sugli action-hero hollywoodiani, regala novanta minuti di esaltante e divertente intrattenimento per tutte le età.

Heat - La sfida

Neil McCauley e la sua banda di rapinatori mettono a segno un ingente colpo ad un camion portavalori, durante il quale tre agenti di polizia vengono brutalmente uccisi a sangue freddo. Ad occuparsi del caso è la squadra omicidi capeggiata dall'arcigno tenente Vincent Hanna, uomo senza mezzi termini che sta attraversando una difficile situazione coniugale. Sin dall'inizio delle indagini Hanna comprende di trovarsi di fronte ad una banda specializzata e il suo "lavoro" viene semplificato dal fatto che McCauley e i suoi uomini sembrano pronti ad una nuova rapina ad una banca, il colpo che potrebbe cambiare per sempre le loro vite. La "prima volta" insiem di Al Pacino e Robert de Niro coincide con uno dei più grandi film degli anni '90. Le tre ore di Heat - La sfida rasentano la perfezione tecnica, attoriale e narrativa, dando libero sfogo a tutto il talento del regista Michael Mann che ibrida magnificamente la componente drammatica - emozionale e istinti di genere, regalandoci un thriller poliziesco di prima grandezza ricco di sfumature. E con una scena "a due" tra le sopracitate star entrata nella storia del cinema.

Scream

I corpi della diciassettenne Casey Becker e del suo fidanzato vengono ritrovati orribilmente mutilati: un serial killer che indossa una maschera è l'assassino, che ha preannunciato il suo diabolico massacro tramite un'inquietante conversazione telefonica. E proprio nello stesso modo l'omicida comincia a molestare la sera seguente la giovane Sidney Prescott, compagna di scuola di Casey... Nemmeno il tempo di iniziare e in 12 minuti, in un vero e proprio crescendo di tensione, ha già luogo il brutale omicidio di Drew Barrymore. Partenza al fulmicotone per il cult firmato nel 1996 da Wes Craven, film che reggendosi sui classici binari del teen-horror si pone come magistrale omaggio al genere nella sua complessità, trovando nel personaggio di Ghostface una nuova inaspettata leggenda dell'orrore moderno. Giochi narrativi che nascondono l'identità del villain sino ai minuti finali accompagnano lo spettatore in una vicenda ricca di spunti e personaggi che, cogliendo una macabra ironia citazionista regala un'estasi di tensione pura e genuina che non lascia indifferenti.