Militare, mercenario, villain: Deathstroke nell'Universo DC

Vita, genesi e abilità di una tra le nemesi di Batman più amate, presto al cinema interpretato da Joe Manganiello

speciale Militare, mercenario, villain: Deathstroke nell'Universo DC
Articolo a cura di

Inserito al 32° posto della classifica stilata da IGN dedicata ai più grandi cattivi della storia del fumetto, dopo avervi parlato del Titano Folle Thanos (presto in Avengers: Infinity War), di Steppenwolf - che in Justice League ha deluso le aspettative - e Venom, oggi è arrivato il momento di approfondire vita, genesi e abilità di un altro grande villain, sempre DC, che risponde al nome di Deathstroke, all'anagrafe Slade Wilson, da non confondere con il Wade Wilson di casa Marvel, anche conosciuto come Deadpool. E se state pensando che in realtà i due personaggi si somiglino, sappiate che non siete i soli. Certo, molto diversi nel carattere, ma in quanto ad abilità con le armi da fuoco e tecnica con la spada sono davvero molto vicini, per non parlare del fatto che entrambi sono dei mercenari. Come solito non si insinuano plagi o quant'altro, perché la storia del fumetto è nata e cresciuta tra contaminazioni di vario tipo, e molto semplicemente Deadpool, nato nel 1991, raccoglie in parte il frutto del successo di Deathstroke, creato invece nel 1980 da Marv Wolfman e George Perez. Il Wilson DC fu infatti concepito come avversario minore dei Teen Titans, e visto il successo ottenuto gli fu concessa nel 1991 una serie regolare dal titolo Deathstroke the Terminator (tanto per citare un pezzo da novanta del cinema), poi rinominata Deathstroke the Hunted e infine semplicemente Deathstroke. Un lavoro di sottrazione che si concluse con il numero 60, ultimo volume della serie regular prima dell'uscita di 4 albi annual.

Al servizio della patria

La storia di Slade Wilson si apre introno al 1960 quando, mentendo sulla propria età, a soli 16 anni il futuro Deathstroke si arruola nell'esercito americano, sentendo le campane del patriottismo risuonargli nel cuore. Viene promosso maggiore dopo pochi anni e spedito in un corpo militare composto dai migliori combattenti, seguito dal capitano Adeline Kane, poi sua prima moglie. Qui impara nuove teniche di lotta in previsione di missioni nel Vietnam, e la Kane rimane immediatamente impressionata dalle capacità di Wilson, innamorandosene. Aumentando sempre di più le sue skill in combattimento e apprendendo con una velocità incredibile rinomate e astute pratiche di guerriglia, Wilson viene promosso molto presto a Tenente Colonnello, sposando da qui a sei mesi la Kane, con la quale ha un figlio, Grant Wilson. Dopo il ritorno dal Vietnam, decide però di offrirsi volontario per un esperimento medico con l'obiettivo di stimolare la ghiandola surrenale, in modo da creare un nuovo supersoldato immune al siero della verità. L'esperimento funziona, ma Wilson si rende presto conto di un incremento esponenziale delle sue capacità logico-cognitive, a braccetto con le doti atletiche. In pratica, era divenuto un superumano. Disobbedendo poi a un ordine di un certo Generale Sampson, purtroppo, il personaggio è costretto a rinunciare alla sua carriera militare, in quanto ormai visto in malomodo dalle alte sfere dell'organo e considerato psicologicamente labile, forse conseguenza dell'esperimento. Inizia così per Wilson un periodo di depressione che lo porterà pian piano a convicersi dell'irrevocabilità della scelta, rinunciando definitivamente al servizio militare per divenire prima cacciatore di safari e poi mercenario. In questo periodo Adeline partorisce inoltre il loro secondo figlio, Joseph Wilson.

Al servizio dei soldi

Sfruttando le tecniche di combattimento apprese in anni di allenamento, Wilson inizia allora a mettere al servizio del miglior offerente le sue grandi capacità e il suo talento logico-tattico, cominciando a coprirsi il volto con una maschera e facendosi chiamare Deathstroke the Terminator. Guadagna molte ricchezze in brevissimo tempo, mantenendo questa sua doppia identità nascosta alla famiglia, che non manca però di nutrire molti sospetti circa le assenze e le ingenti entrate economiche di Slade. Un giorno, inviati da un altro mercenario noto come Lo Sciacallo, alcuni uomini fanno irruzione della villa Wilson, rapendo il figlio più piccolo Joseph. A questo punto Deathstroke non può più nascondere la verità ad Adeline, promettendogli di salvare a tutti i costi il bambino. Ci riesce, ma a caro prezzo: nel mentre del combattimento con lo Sciacallo, infatti, quest'ultimo recide la corde vocali a Joseph, rendendolo muto. Adeline, in preda alla rabbia, accusa Slade di aver messo in pericolo la famiglia, sparandogli in testa senza ucciderlo ma distruggendogli l'occhio sinistro. Wilson allora scappa e comprende come ormai sia arrivato il momento di lasciarsi alle spalle non solo la carriera militare ma anche una normale vita civile, fatta di amici e famiglia, abbracciando totalmente la sua seconda identità, quella di Deathstroke. Slade non smetterà mai di amare Adeline, ma negli anni avrà anche un'altra relazione con una certa Lilian, con la quale concepirà una figlia, Rose. Come dicevamo, il personaggio non nasce come villain di Batman, perché i primi eroi a mettersi sul suo cammino sono stati i Teen Titans guidati da Dick Greyson, pupillo di Bruce Wayne e Robin originale. Ne è diventato una grande nemesi a causa del figlio Grant, divenuto anch'esso mercenario con il nome di Ravager e sottopostosi a un esperimento per migliorare le sue doti. Il fatto è che Grant ha accettato un contratto per uccidere la giovane squadra di supereroi, tirandosi dietro anche il padre nel momento della sua disfatta sul campo, che gli è costato la vita, motivo che ha spinto Deathstroke a continuare il lavoro lasciato incompiuto dal figlio. Con il nome di Jericho, però, nei giovani Titani si scoprirà esserci anche Joseph Wilson, figlio minore di Slade, contro il quale quest'ultimo non se la sentirà di combattere, venendo catturato e consegnato alle autorità per un giusto processo.

Al servizio dei più deboli

Evaso dal carcere, Wilson incontrerà nuovamente i Titans, occupati a indagare su di una piaga legata a degli uomini biologicamente modificati, uno dei quali era proprio un contratto di Wilson. Deciderà di unire allora le forze con i Titans, anche per evitare che la sua famiglia venga contagiata dalla piaga, distruggendo il gruppo degli "uomini bestia" e trovando anche una cura. Quando poi i Titans verranno rapiti dalla Wildebeest Society, sempre Wilson tornerà in loro aiuto, rintracciandoli e scoprendo purtroppo che a capo dell'organizzazione criminale c'era proprio il figlio Jericho, posseduto però dalle anime corrotte di Azarath, dimensione dalla quale proviene Raven.

Per salvare i Titans e conscio che sia l'unica soluzione possibile, Deathstroke trafigge il cuore del figlio, uccidendolo. Una decisione necessaria che però continua anche nelle iterazioni più moderne del personaggio a perseguitarlo, anche se Jericho in realtà sopravvive a sua insaputa.
Deathstroke può oggi considerarsi un metaumano a tutti gli effetti, ma anche prima dell'esperimento le sua abilità erano eccellenti. Nel tempo ha imparato a padroneggiare alla perfezione tecniche di Boxe, Karate, Bojutsu, ju-jitsu e a conoscere ogni punto di pressione del corpo umano. È diventato il più abile spadaccino al mondo nell'uso della Katana, capace addirittura di rispedire raffiche di colpi con la semplice rotazione delle lame. Grazie all'addestramento nell'esercito, inoltre, è un grande estimatore e conoscitore delle armi da fuoco, con le quali non sbaglia un colpo grazie alla sua infallibile mira, forse la dote per la quale è più conosciuto. E in aggiunta a tutto ci sono anche le sue straordinarie doti mentali: Deathstroke può infatti utilizzare il 90% del suo cervello in modo costante e attivo, con un pensiero di circa 9 volte più veloce del normale che ne aumenta le abilità strategiche, l'agilità e le capacità atletiche. Ha inoltre una forza sovrumana e un fattore di guarigione elevato, in grado di farlo guarire senza bisogno di curare tutte le ferite. Una nemesi, in definitiva, certamente potentissima e pericolosa, da non sottovalutare. La sua storia non sarà poi complessa e lunga come quella di Joker o Lex Luthor, ma le sue caratteristiche lo rendono comunque un nemico temibile e astuto, che non vediamo l'ora di vedere all'opera sul grande schermo interprato da Joe Manganiello.

Che voto dai a: Justice League

Media Voto Utenti
Voti: 117
7.1
nd