Marvel

MCU, ritardi in vista? Il ritorno di Bob Iger fa slittare i nuovi Avengers

Il nuovo CEO di Disney Bob Iger ha avviato una revisione delle date di uscita di film e serie TV del Marvel Cinematic Universe: ecco cosa cambierà.

MCU, ritardi in vista? Il ritorno di Bob Iger fa slittare i nuovi Avengers
Articolo a cura di

Bob Iger è di nuovo CEO di Disney: il suo ritorno, a quanto pare, non sarà indolore per i grandi franchise dell'azienda, che subiranno ritardi a pioggia. Il Marvel Cinematic Universe sarà l'IP più colpita. Iger sembra avere un piano ben preciso in mente, che potrebbe fare la felicità di alcuni dei fan Marvel più critici per la virata intrapresa dalla Fase 4 in poi. Il suo motto sarà "più qualità, meno quantità", almeno per il MCU: visto che la continuity dell'Universo Cinematografico Marvel non permette di eliminare i progetti già in fase di realizzazione, la nuova direzione Disney si limiterà a dilazionare le pellicole e le serie TV nel tempo, nella speranza di dare ai loro produttori più tempo per realizzare delle opere migliori. Difficile dire se la strategia di Iger porterà a dei risultati concreti: quello che è certo, per ora, è che le uscite future del Marvel Cinematic Universe al cinema e su Disney+ sono destinate a cambiare profondamente rispetto alla timeline rivelata da Marvel al D23.

Gli Avengers slittano al 2026 e al 2027

Partiamo con i "pezzi da novanta": il noto scooper GreatPhase ha spiegato che Avengers: The Kang Dynasty uscirà nel 2026, e non più nel 2025. Per rinfrescarvi la memoria, il primo film corale Marvel della saga del Multiverso doveva arrivare al cinema il 2 maggio 2025, mentre Avengers: Secret Wars era in programma per il 1° maggio 2026.

Quest'ultimo ha subito un primo rinvio lo scorso ottobre, insieme a Deadpool 3, Fantastic 4 e Blade, forse per via dei problemi produttivi di quest'ultimo: visto il posticipo di The Kang Dynasty, pare ora decisamente probabile che anche Secret Wars verrà posticipato di un anno, con una release programmata probabilmente per il mese di maggio 2027, allungando la Fase 6 di dodici mesi. L'anno di "respiro" che la dirigenza Iger darà ai Marvel Studios permetterà di rivedere tutto il calendario delle uscite future, posticipando di qualche mese l'intero programma di release post-2023 al cinema e su Disney+, in modo da garantire delle serie TV più curate di quelle del 2022 e da lasciare spazio ad una serie di nuove uscite al cinema, alcune delle quali del tutto inaspettate.

Partiamo proprio da queste ultime, perché i nomi che circolano sono decisamente interessanti. Con ogni probabilità, il programma dei film in arrivo fino al 2025 rimarrà essenzialmente invariato: i tre film del 2023 (Ant-Man and The Wasp: Quantumania, Guardiani della Galassia Volume 3 e The Marvels), così come i tre del 2024 (Thunderbolts, Captain America: New World Order e Blade) dovrebbero dunque essere tutti al sicuro.

D'altro canto, il grosso dei cambiamenti interesserà la Fase 5, con l'uscita nel 2025 di Fantastic 4 insieme a Shang-Chi 2, sequel del film dello scorso anno diretto da Destin Daniel Cretton, e Armor Wars, che dunque pare ormai certo verrà trasformato in un film per il grande schermo (Iron Man 4?). Sempre nel 2025, ma questa volta separatamente dalle altre uscite Marvel, arriverà anche Spider-Man 4, co-prodotto da Sony e che dovrebbe ricevere una release verso la fine dell'anno. Nel 2026, invece, arriveranno il già citato Avengers: The Kang Dynasty e altre due pellicole molto rumoreggiate negli scorsi mesi. La prima sarà il terzo film sullo Stregone Supremo di Benedict Cumberbatch, Doctor Strange 3, che dovrebbe porre le basi per i due film degli Avengers che concluderanno la Fase 6, esplorando nuovamente il Multiverso e le Incursioni (come già lasciava intendere la scena post-credits di Doctor Strange 2). L'altra pellicola in arrivo nel 2026 sarà invece Eternals 2, che però non sarà diretto da Chloe Zhao.

A questo punto, solo Avengers: Secret Wars arriverà nel 2027, concludendo così la Fase 6 del Marvel Cinematic Universe. Il leak è verosimile, anche perché trova una collocazione a tutte le pellicole già annunciate o ampiamente rumoreggiate del MCU in arrivo nei prossimi anni, senza superare il "tetto" di tre film all'anno. Per la verità, secondo altri insider, Marvel starebbe spingendo per un posticipo di Avatar 4, previsto per la stagione natalizia del 2026, in modo da lanciare in quel periodo dell'anno Secret Wars, per poi ripartire nel 2027 con la Fase 7 e la nuova Saga dell'MCU. Da questa divisione dovrebbero rimanere escluse essenzialmente due pellicole, che già sappiamo essere in lavorazione ma che sembrano essere ad uno stadio ancora embrionale, ovvero World War Hulk e il film sugli X-Men.

World War Hulk è in lavorazione, ormai è quasi certo: tuttavia, alcuni leaker, tra cui GreatPhase, hanno spiegato che al momento non sembra esserci nulla di concreto a riguardo, perciò la produzione non inizierà prima della Fase 7. Lo stesso vale per il film standalone su Scarlet Witch: gli scooper, di nuovo, riportano che Wanda Maximoff tornerà nel MCU, ma non in un progetto da solista. Gli X-Men, invece, dovrebbero godere di uno spazio molto più ampio dalla Fase 7 in poi, al punto che le speculazioni su una "Saga dei Mutanti" post-2027 si sono fatte sempre più insistenti nelle scorse settimane.

La rivoluzione su Disney+

Sul piccolo schermo, i cambiamenti rispetto al programma diffuso negli scorsi mesi saranno principalmente due. Il primo sarà il maggior peso dato alle "Special Presentation" su Disney+, specie dopo il successo di Werewolf by Night e dell'Holiday Special dei Guardiani della Galassia.

La strategia Disney per i mediometraggi sulla sua piattaforma di streaming dovrebbe passare per uno speciale di Halloween all'anno, con i prossimi che dovrebbero riguardare Man-Thing e Ghost Rider. Anche la produzione corale sui Midnight Sons, che dovrebbe prevedere la partecipazione di Blade, Moon Knight, Werewolf By Night e Ghost Rider tra gli altri, sarà un film per Disney+ e non una serie TV. Non solo la parte "soprannaturale" del MCU passerà per le Special Presentation, però: al contrario, anche Nova riceverà un mediometraggio su Disney+, che verrà rilasciato sempre prima di Avengers: Secret Wars. Difficile in questo caso dire se la produzione arriverà nel 2024, nel 2025 o nel 2026. Al contempo, anche Silver Surfer avrà una storia di origini dedicata in arrivo direttamente in streaming, che porrà le basi per il film su Fantastici 4: il film arriverà in streaming verso la fine del 2024, poiché l'uscita del lungometraggio sulla famiglia più famosa dei fumetti americani è fissata per il 14 febbraio 2025.

Il secondo versante del cambiamento della politica Disney-Marvel sul piccolo schermo sarà quello dei posticipi delle serie TV meno convincenti per Disney+, che darà ai loro produttori più tempo per limare i dettagli, effettuare dei reshoot e migliorare in generale la qualità del girato. Il posticipo più importante è sicuramente quello della seconda stagione di What If...? all'inizio del 2024, esattamente un anno dopo la release finora programmata, testimoniando la riduzione degli impegni animati dei Marvel Studios. Al contempo, Echo è stato spostato a sua volta al 2024, nonostante la release fosse originariamente programmata per l'inverno del 2023.

Poiché Echo sarà un prequel di Daredevil Born Again, comunque, è improbabile che il serial ritardi più di qualche mese, visto che ciò significherebbe un posticipo anche della serie sul Diavolo Rosso. Infine, tra i posticipi di peso abbiamo anche Agatha: Coven of Chaos, rinviato a fine 2024 o addirittura a inizio 2025. In questo caso, comunque, è possibile che il cambio di data dipenda più da questioni di continuity della macro-storia del MCU che dalla necessità di prendere più tempo per lo show, per il quale anzi i lavori dovrebbero essere ad uno stadio già avanzato. Passando alle buone notizie, invece, i leak confermano che Secret Invasion uscirà in primavera, come ampiamente confermato dai trailer degli ultimi mesi, e che la seconda stagione di Loki resta programmata per il 2023, questa volta in estate. Lo slot autunnale di quest'anno, invece, sarà occupato da Ironheart.

Una Fase 6 sempre meno fumosa

Tenendo conto di posticipi e nuove produzioni, tutti gli slot fino a inizio 2025 sono occupati sia su Disney+ che al cinema: difficile che, oltre alle serie citate finora, Marvel riesca a pubblicare qualcos'altro nei prossimi due anni e poco più. Dal 2025 in poi, però, partono le incognite, soprattutto sul piccolo schermo.

Accanto alla seconda stagione di I Am Groot, infatti, la slate delle uscite a cavallo tra 2025 e 2027 sembra essere ancora in fase di definizione. Fortunatamente, i rumor hanno spiegato che le seconde stagioni di Ms. Marvel e Moon Knight arriveranno entrambe prima della fine della Fase 6, occupando così due slot per il biennio 2025-2026. Analogamente, possiamo aspettarci che anche Wonder Man arrivi nel 2026 sulla piattaforma streaming della Casa di Topolino. Nello stesso periodo dovrebbe debuttare anche la serie su White Vision, Vision Quest, che stando agli ultimi rumor dovrebbe legarsi direttamente sia con Wonder Man che con Armor Wars, visto che quest'ultimo film porterà alla fondazione degli Avengers della Costa Ovest (se volete saperne di più, vi consigliamo di leggere il nostro ultimo speciale su Vision Quest). Per di più, Vision Quest dovrebbe aprire agli Young Avengers, introducendo Viv (o Viviane Vision), figlia di Visione e papabile co-fondatrice del supergruppo insieme a Kate Bishop, Cassie Lang e Ms. Marvel.

Ammesso che gli Young Avengers ricevano una produzione dedicata prima della fine della Fase 6 (cosa assolutamente non scontata, anzi), anche in questo caso dovrebbe trattarsi di una serie TV, probabilmente in arrivo a ridosso di Secret Wars, a fine 2026. Sempre tra 2026 e 2027 dovrebbero poi debuttare le ultime due serie della Saga del Multiverso.

La prima sarà Okoye, capitolo conclusivo della saga del Vibranio iniziata con Black Panther: Wakanda Forever e che dovrebbe continuare con Thunderbolts e Captain America: New World Order. La serie su Okoye potrebbe avere in realtà per protagoniste le Midnight Angels, che oltre al personaggio di Danai Gurira comprenderanno anche Ayo e Aneka. Nel serial, inoltre, dovremmo vedere dei cameo di Shuri, Nakia, M'Baku e W'Kabi, mentre Valentina Allegra De La Fontaine e Everett Ross dovrebbero avere un ruolo piuttosto importante, configurando la produzione come un thriller politico "con elementi presi da Game of Thrones", secondo i leaker. L'ultimo prodotto in uscita su Disney+, invece, sarà la serie TV su Strange Academy, che avrà Wong per protagonista: si tratterà di una sorta di "Harry Potter in salsa Marvel", con dei toni decisamente meno seri e "dark" di quelli delle altre produzioni legate al mondo del soprannaturale nel MCU, ma che al contempo porrà le basi per l'ingresso di nuovi, potenti stregoni nel mondo Marvel.

Infine, un'interessante infornata di rumor su Daredevil: Born Again rivela una serie di dettagli sulla prossima avventura di Matt Murdoch. Nello specifico, attualmente il rating della serie è TV-MA, dunque adatto solo ad un pubblico maturo: difficile dire se effettivamente Disney modificherà il montaggio o il girato definitivo per ridurlo a un TV-14, soprattutto considerato che a settembre 2024 arriverà Deadpool 3, il primo film "adulto" del MCU.

In ogni caso, pare che i villain principali saranno i ninja della Mano, presenza stabile nei fumetti del Diavolo Rosso ma che su Disney+ dovrebbe ricevere un'importante revisione sia in termini di origini che di estetica. La serie, comunque, vanterà diversi super-cattivi minori, contro cui Daredevil dovrà scontrarsi per un paio di episodi ciascuno. Uno di questi sarà il serial killer e artista Muse, nato nel 2016 tra le pagine dei fumetti dedicati a Matt Murdoch e morto sugli stessi albi nel 2018.