MCU, la "Saga del Vibranio" passa per Thunderbolts e Captain America 4

La storyline "terrestre" del MCU per le Fasi 4, 5 e 6 passerà per il vibranio: ecco come sarà sviluppata in Captain America New World Order e Thunderbolts.

MCU, la 'Saga del Vibranio' passa per Thunderbolts e Captain America 4
Articolo a cura di

Con la Fase 4, il Marvel Cinematic Universe è "esploso" in tantissime storyline diverse. Il passaggio alla Fase 5, però, impone ai Marvel Studios di tirare le fila di un Multiverso ormai enorme, evitando che l'effetto-confusione abbia la meglio sul pubblico. A livello concettuale, sembra che che Disney e Marvel abbiano pensato ad una visione "tripartita" del MCU, diviso cioè su un piano "street", uno terrestre e uno "multiversale".

Se il prossimo tassello delle avventure nel Multiverso degli Avengers sarà l'inizio della dinastia di Kang in Ant-Man and The Wasp Quantumania, possiamo dire con un certo grado di certezza che Black Panther: Wakanda Forever sia stato la base della saga "terrestre" che interesserà il MCU nei prossimi anni. All'interno di quest'ultima, secondo i rumor, gli scoop e le indiscrezioni comparse in rete negli ultimi mesi, ci saranno anche Captain America: New World Order, Thunderbolts, la serie TV sul Wakanda e persino un possibile film su World War Hulk. A fare da collante sarà il Vibranio, che diventerà un materiale così raro e desiderato da dare il via a delle vere e proprie guerre globali per il suo accaparramento.

Atto primo: Sam Wilson e la Società dei Serpenti

Dopo Wakanda Forever, il "tema" del Vibranio verrà ripreso da Captain America: New World Order, in arrivo nel 2024. Secondo diverse indiscrezioni degli ultimi mesi, il film porrà le basi per una guerra globale per il materiale, mettendo il mondo intero (probabilmente guidato dagli Stati Uniti governati dal Generale Thunderbolt Ross) contro il Wakanda e Talokan.

In questo modo, Captain America 4 riprenderebbe a raccontare gli eventi proprio dove Wakanda Forever si è interrotto, cioè con un'instabile alleanza tra Shuri e Namor per la protezione reciproca dei propri regni da chiunque volesse attaccarli. D'altro canto, le figure interessante al minerale wakandiano sono ormai diverse: accanto al già citato Generale Ross, per esempio, troviamo la Contessa Valentina Allegra De La Fontaine di Julia Louis-Dreyfus, ora direttrice della CIA, ma presumibilmente anche il Capo, che dovrebbe essere uno dei villain della pellicola. Inoltre, secondo alcuni, a macchinare la ricerca globale per il Vibranio vi sarebbe nientemeno che il Dottor Destino, che sarebbe già intervenuto per "orientare" la politica globale con il personaggio della Dottoressa Graham di Lake Bell, che secondo alcuni fan altri non sarebbe che Lucia Von Bardas, una supercriminale originaria della Latveria, il Paese guidato proprio da Destino.

Se davvero una guerra internazionale per il Vibranio dovesse innescarsi nella Fase 5, è improbabile che la Latveria stia a guardare senza prendervi parte: con il film dei Fantastici 4 in arrivo nonostante il rinvio, poi, un'introduzione di Victor Von Doom già nella Fase 5 non sembra così improbabile.

Difficile però che Destino sia il villain principale di Captain America: New World Order: al contrario, con ogni probabilità Von Doom continuerà ad agire nell'ombra fino alla Fase 7, dopo che i Fantastici 4 saranno già stati introdotti nell'MCU, quando poi diventerà un personaggio centrale per lo sviluppo del mondo Marvel al cinema. Insomma, Destino sarà sicuramente legato al Vibranio e forse anche a Captain America 4, ma un suo eventuale cameo potrebbe avvenire solo in una scena post-credits. Tuttavia, stando ai rumor, Sam Wilson avrà diversi nemici con cui misurarsi nella sua prima pellicola da eroe standalone: accanto a Ross, al Capo e alla direttrice della CIA, che rimarranno due nemici "umani" di Cap, è probabile che New World Order introduca la Serpent Society, un gruppo di villain nato proprio sulle pagine dei fumetti dedicati al Captain America di Sam Wilson nel 2015. Si tratta di un team di supercattivi "tematici", tutti basati sui serpenti: per questo, all'interno della Società troviamo figure come Sidewinder, Anaconda, Black Mamba, Cobra, Princess Python e Rattler.

Difficile però che la Serpent Society sia l'unico nemico del nuovo Cap: nessuno dei suoi membri è abbastanza carismatico (e abbastanza potente) da essere un villain pienamente credibile. È dunque possibile che la Società sia in realtà al servizio di qualcun altro, magari più in alto nella "catena di comando" del MCU: di nuovo, i nomi di Thunderbolt Ross e della Contessa De La Fontaine tornano a farsi papabili. Tuttavia, l'idea vedere Harrison Ford trasformarsi in Hulk Rosso già in Captain America: New World Order ci sembra troppo avventata: perché ciò si verifichi, forse, sarà necessario aspettare Thunderbolts, oppure persino World War Hulk.

Dall'altra parte, invece, l'idea della Contessa come "burattinaio" degli eventi della pellicola sembra incredibilmente coerente: la sconfitta della Società dei Serpenti per mano di Cap, addirittura, potrebbe essere il motivo che spingerà la direttrice della CIA a fondare i Thunderbolts (il cui film sarà d'altro canto un sequel diretto di Captain America 4). Inoltre, i leak secondo cui il Damage Control avrà un ruolo centrale nel nuovo film su Sam Wilson e per cui la creazione di Sentry avverrà in Captain America New World Order sembrano confermare che la presenza della Contessa De La Fontaine non sarà affatto secondaria nella produzione.

Atto secondo: i "veri" Thunderbolts

Prima di passare a parlare di Thunderbolts, dobbiamo provare a speculare sugli eventi di Captain America 4. Con ogni probabilità Sam sconfiggerà la Serpent Society, creata dalla Contessa De La Fontaine per concertare gli sforzi di una coalizione internazionale per un attacco a Talokan e al Wakanda, al fine di sottrarne le riserve di Vibranio. Vi è poi la storyline sul Capo di Tim Blake Nelson, che potrebbe a sua volta voler mettere le mani sul prezioso minerale wakandiano.

Ad ogni modo, Captain America eviterà una guerra globale per il Vibranio, sconfiggerà la Società dei Serpenti e lascerà Ross, De La Fontaine e tutti gli altri villain a bocca asciutta. Al contempo, vedendo i propri piani infrangersi, sempre De La Fontaine dovrebbe creare Sentry e i Thunderbolts, che così sostituirebbero la Società appena distrutta dal nuovo Cap. Proprio da questo punto dovrebbe partire la trama di Thunderbolts, che già sappiamo dovrebbe muoversi su due linee separate. La prima sarà la ricerca dell'Adamantio a Genosha: l'Adamantio verrà probabilmente introdotto nell'MCU come un "surrogato" del Vibranio, mentre Genosha non sarà altro che la testa del defunto celestiale Tiamut, la cui emersione dal nucleo terrestre è stata fermata in Eternals. La seconda storyline principale, invece, dovrebbe vedere gli anti-eroi di casa Marvel cercare di tenere a bada un Sentry impazzito, sfuggito al controllo della Contessa De La Fontaine e rifugiatosi proprio sull'Isola dei Mutanti.

Se la trama di Thunderbolts sembra già essere stata definita dai leak, ciò su cui ancora aleggia il mistero è la composizione del team di anti-eroi Marvel. Certo, abbiamo visto la prima formazione dei Thunderbolts allo scorso D23, ma fin da subito è sembrato ovvio che i Marvel Studios cercassero di nascondere qualcosa ai fan: tanti i nomi "illustri" mancanti (Hulk Rosso e il Barone Zemo su tutti); troppi i personaggi posticci e fuori luogo nella squadra, come Ghost e Red Guardian.

Per questo, secondo i rumor la reale formazione dei Thunderbolts sarà molto diversa da quella mostrata al D23 del 2022, e comprenderà Yelena Belova, Bucky Barnes, Ghost, Red Guardian, US Agent, Taskmaster, Sentry, The Hood e Songbird. I primi nomi sono quelli già presentati da Disney, con l'eccezione della Contessa De La Fontaine, che dunque pare non farà parte "attiva" del gruppo, limitandosi probabilmente a dare gli ordini ai suoi eroi, un po' come la Amanda Waller di Suicide Squad. Per quanto riguarda gli altri, invece, un ritorno di Taskmaster non era affatto improbabile, specie se consideriamo che il personaggio ha attraversato un arco di redenzione in Black Widow e che, insieme a Zemo e Abominio, è stato tra le aggiunte più richieste al team dei Thunderbolts da parte dei fan.

Anche Sentry non stupisce troppo: è probabile che quest'ultimo sarà un membro della squadra solo all'inizio del film, per poi abbandonarla e infine scontrarsi con essa. Le vere novità sono invece The Hood e Songbird, anche se la loro aggiunta al team non è così inaspettata, dal momento che entrambi hanno collaborato con i Thunderbolts nei fumetti.

The Hood sarà introdotto in Ironheart e sarà interpretato da Anthony Ramos, che avrà il compito di collegare la parte "soprannaturale" del MCU (per via del patto con Mephisto che gli fornisce i superpoteri) con quella più "fantascientifica". Songbird, invece, è una novità assoluta per il Marvel Cinematic Universe. Secondo i rumor, l'eroina sarà interpretata da Sadie Sink, ma non è chiaro come verrà introdotta, né tantomeno se verrà presentata durante gli eventi di Thunderbolts o in un altro film (o un'altra serie) prima della pellicola corale (un po' come avvenuto per Hawkeye in Thor e per Vedova Nera in Iron Man 2). Infine, anche questi leak confermano l'assenza del Barone Zemo, che dunque sembra proprio non sarà alla guida del team, almeno nella sua prima formazione. La domanda sorge dunque spontanea: che fine farà il personaggio di Daniel Brühl dopo gli eventi di Falcon and The Winter Soldier?

Atto terzo: da Midnight Angels a World War Hulk

In Thunderbolts dovrebbero avvenire due eventi di svolta per la "Saga del Vibranio" dell'MCU. Il primo, strettamente collegato al Wakanda, è il fallimento della ricerca dell'Adamantio, o quantomeno del suo utilizzo al posto del Vibranio stesso, che potrebbe riportare le mire del mondo intero sulla piccola nazione africana e su Talokan.

Per questo, sembra che la misteriosa serie Disney+ sul Wakanda, che all'inizio doveva essere incentrata sul personaggio di Okoye, sia stata riconvertita ad un serial sulle Midnight Angels. La produzione dovrebbe riprendere lo stile di Secret Invasion, configurandosi come un thriller politico di spionaggio. Nella serie torneranno moltissimi volti noti di Wakanda Forever, tra cui Okoye, Aneka, Ayo, M'Baku, W'Kabi, Nakia e Shuri: si tratterà insomma del capitolo conclusivo delle Guerre del Vibranio nell'MCU, una sorta di terzo Black Panther in versione televisiva. Difficile dire cosa dobbiamo aspettarci dalla serie, anche se è probabile che le Midnight Angels avranno il compito di fermare una volta per tutte un'invasione internazionale di Talokan e del Wakanda: con il vero Black Panther 3 in arrivo nel prossimo futuro e una pellicola standalone su Namor alle fasi iniziali della lavorazione, però, è possibile che tensioni tra le due nazioni e il mondo esterno continueranno anche dopo la Fase 6.

Il secondo tornante dell'MCU in arrivo con Thunderbolts dovrebbe essere la trasformazione di Thunderbolt Ross in Hulk Rosso. L'evento sarà interessante per almeno due ragioni: la prima è che esso sarà un vero e proprio sconquasso politico per il mondo Marvel, poiché Ross dovrebbe essere il Presidente degli Stati Uniti d'America post-blip. La seconda è che l'arrivo di Red Hulk nell'Universo Cinematografico Marvel dovrebbe aprire le porte a World War Hulk. Con il presunto ritorno dell'IP di Hulk (e di quella di Namor) nel corso del 2023 da Universal a Marvel, è possibile che i due film standalone su Hulk e Namor vengano ideati in parallelo per la Fase 7, anche se sembra che il primo sia ad uno stadio sviluppo più avanzato del secondo.

Tra le indiscrezioni che circolano da più tempo in rete vi è quella relativa al ritorno della Betty Ross di Liv Tyler, la cui morte potrebbe innescare la furia del Gigante di Giada, facendo da premessa per gli eventi del film. Inoltre, l'introduzione del Capo di Tim Blake Nelson in Captain America: New World Order fa già sperare che la pellicola che avrà per protagonista Hulk vedrà Bruce Banner scontrarsi sia con Hulk Rosso che con il Capo stesso, "recuperando" gli anni persi facendo da spalla al resto del cast del MCU.

Quanto attendi: Captain America: New World Order

Hype
Hype totali: 24
73%
nd