Marvel

Marvel contro Sony, chi comanda su Spider-Man: Far From Home?

A quanto pare Sony Pictures e Marvel Studios avrebbero posizioni agli antipodi sul marketing del film di Jon Watts, ma di chi è l'ultima parola?

speciale Marvel contro Sony, chi comanda su Spider-Man: Far From Home?
Articolo a cura di

Nella rete di Spider-Man, si aggrovigliano diverse trame. Come sappiamo, i diritti di sfruttamento cinematografico del marchio sono trattenuti saldamente dalle mani Sony Pictures, ma dopo i due non così apprezzati The Amazing Spider-Man e il fallito progetto Sinistri Sei, la curatela creativa è passata ai Marvel Studios. L'accordo permette così al primo studio di poter sfruttare l'IP a proprio piacimento, ponendosi come grande distributore e godendosi buona parte degli introiti, mentre alla compagnia di Kevin Feige - e quindi alla Disney - restano sostanzialmente svariati profitti e la possibilità di sviluppare il personaggio in totale libertà e autonomia.
L'accordo è talmente proficuo per le parti che sia Kevin Feige che Amy Pascal desidererebbero continuare a collaborare ancora per diversi anni, lasciando magari che il Peter Parker di Tom Holland possa apparire anche nel sequel di Venom o che proprio quest'ultimo possa mostrare i muscoli in ambito Marvel Cinematic Universe.
A ogni modo, il film che sancirà la fine contrattuale del patto sarà l'attesissimo Spider-Man: Far From Home di Jon Watts, sequel di Homecoming in arrivo il prossimo luglio 2019, ma a quanto pare le scelte di marketing relative al cinecomic non sarebbero state condivise dagli studios, generando malcontento e confusione.
[ATTENZIONE, POSSIBILI SPOILER A SEGUIRE]

Duumvirato

Nella sostanza, i Marvel Studios non sarebbero contenti di come la Sony abbia voluto gestire la promozione di Spider-Man: Far From Home. Lo studio guidato ora da Andrew Gumpert, che vede comunque la Pascal come produttrice, avrebbe infatti velocizzato troppo i tempi di annuncio del film, rivelando prima del previsto l'uscita nel luglio del 2019, release comunque non condivisa dalla Marvel, che avrebbe invece voluto attendere il 2020.
Il motivo dietro queste divergenze promozionali sarebbe legato alla morte di Peter Parker a seguito della Decimazione di Thanos nel finale di Avengers: Infinity War.

Non solo: col passare dei mesi è stato anche confermato che Far From Home sarà ambientato dopo gli eventi della Guerra dell'Infinito, a questo punto anche dopo quelli di Avengers: Endgame, visto che Peter è vivo e vegeto e gira l'Europa in gita scolastica. Proprio a causa di queste criticità di continuity, che anticipano troppo la storia, l'idea dei Marvel Studios era quella di aspettare l'uscita di Endgame per poi annunciare Spider-Man: Far From Home per il 2020, almeno stando a quanto riportato da Vanity Fair di recente.
Convinta di doversi muovere velocemente per continuare a sfruttare al meglio l'accordo, la Sony e la sua impazienza hanno invece scombussolato tutto quell'alone di mistero legato al post-Infinity War, facendo inalberare non poco i dirigenti Marvel Studios, che impugnando la loro posizione creativa e di partner produttivi hanno imposto alla Sony un rinvio a data da destinarsi del primo trailer ufficiale di Far From Home, che a livello distributivo è rimesso alla macchina Sony Pictures. Il filmato sarebbe pronto (è lo stesso mostrato al Brasil Comic-Con), classificato e pronto all'uscita, ma il veto di Kevin Feige e soci ne ha bloccato la diffusione online.
Probabilmente, Sony e Marvel Studios avranno intavolato nuove discussioni sul modello promozionale da adottare in vista dell'uscita di Avengers: Endgame, anche se per un titolo del genere sarà impossibile rimandare a lungo l'uscita del trailer. Checché ne pensi la Marvel, la release del film è ormai fissata a luglio 2019, il che significa che mancano 8 mesi al suo approdo nelle sale cinematografiche.
Il posticipo dovrebbe essere insomma relativamente breve, al massimo di altri due mesi - ma potrebbero essere anche settimane -, altrimenti si andrebbe a intaccare davvero troppo la riuscita della campagna marketing del film, di cui - ricordiamolo - per il momento abbiamo soltanto il logo, una sinossi e un'immagine ufficiale.
L'esuberanza della Sony è stata in definitiva frenata dall'accortezza della Marvel, anche se la seconda ha dovuto comunque sottostare a determinate decisioni prese dalla prima in fase embrionale del progetto. Questo rende tutto il sistema produttivo di Spider-Man: Far From Home un interessante Duumvirato cinematografico.

Che voto dai a: Spider-Man: Far From Home

Media Voto Utenti
Voti: 129
7.9
nd