Le dieci migliori commedie romantiche da vedere in streaming

L'amore raccontato in tutte le sue sfaccettature e accezioni, da riscoprire sulle piattaforme in streaming on-demand durante l'estate.

speciale Le dieci migliori commedie romantiche da vedere in streaming
Articolo a cura di

La commedia romantica è uno di quei generi talmente abusato e vasto da poter rendere quasi impossibile rispondere alla domanda "quali sono le migliori commedie romantiche di sempre?". Abbiamo pensato, però, di mettere insieme una lista delle dieci che vanno assolutamente recuperate in streaming, tra Netflix, Prime Video e Infinity, così da avere un breviario di quello che è il genere più inflazionato del cinema internazionale, ma anche quello più variegato. Tra chi, come Woody Allen, ne ha voluto raccontare le difficoltà, a chi ne ha dato una visione perfetta e salvifica, le varianti sono sempre tante, spingendo la commedia romantica a volte a confondersi con quella giocosa e a vestire anche i panni della drammaturgia.
Vi lasciamo alla nostra selezione, come sempre suscettibile di suggerimenti e valutazioni da parte vostra.

Cinquanta volte il primo bacio

In 50 volte il primo bacio Sandler è un vero e proprio emblema della speranza e della fiducia dell'amore, decidendo di lanciarsi in un'avventura "suicida" con Drew Barrymore, nei panni di Lucy Whitmore, una ragazza affetta da una grave forma di amnesia e che ogni notte dimentica tutto ciò che è avvenuto il giorno prima.
Così lei appena sveglia incontra Henry Roth (Adam Sandler), un veterinario delle Hawaii che dopo aver fatto il Don Giovanni per una vita intera decide di dare tutto se stesso per riconquistare ogni mattina, in un modo diverso, la ragazza, sapendo di doversi accontentare solo di poco meno di ventiquattro ore del suo amore.

Amici, amanti e...

Adam (Ashton Kutcher) viene lasciato dalla sua fidanzata che ha deciso di mollarlo per poter stare con il padre, molto più famoso e celebre. Il giovane, dilaniato dal tradimento, decide di contattare una sua vecchia fiamma adolescenziale, la bella Emma, interpretata da Natalie Portman. I due rapidamente finiscono per diventare a tutti gli effetti degli "amici di letto", i friends with benefits degli inglesi.
Entrambi contrari a una relazione stabile e duratura, mettono in piedi un rapporto che porta loro solo benefici, senza le preoccupazioni di una relazione e senza i crucci della gelosia o dei sentimenti negativi. I risvolti, nemmeno a dirlo, saranno destinati ad aprire scenari prevedibili, ma pur sempre interessanti da ascoltare.

Hitch - Lui sì che capisce le donne

Scanzonato come al solito, Will Smith decide di vestire i panni di Alex Hitchens, un consulente di New York che aiuta gli uomini a conquistare la donna dei sogni, a prescindere dall'aspetto fisico.
Durante un complicato caso con un insicurissimo Albert, interpretato da Kevin James, Hitch finisce per innamorarsi in maniera inaspettata di Sara Melas, una giornalista specializzata in cronaca mondana che ha il volto di Eva Mendes.
In maniera molto leggiadra e senza mai annoiare, Hitch è una delle commedie romantiche che maggiormente sono entrate nella cultura popolare degli ultimi quindici anni di cinema.

Crazy, Stupid, Love

Dan Fogelman ci racconta una storia dall'intreccio paradossale e avvincente, con Ryan Gosling nei panni di un playboy afflitto da numerose pene interiori, ma in grado di conquistare qualsiasi tipo di donna, e Steve Carell a interpretare un impacciato uomo tradito dalla moglie e per questo deciso a vendicarsi, cercando di ottenere delle notti brave con donne conosciute nei locali del quartiere, con scarsi risultati.
L'unione dei due caratteri completamente opposti creerà più di una situazione comica, fino all'arrivo di Emma Stone a dar vita a un triangolo destinato a mettere a nudo la follia e la stupidità dell'amore stesso.
Una commedia scritta in maniera molto arguta, che intrattiene perfettamente e esalta ancora una volta la capacità di sceneggiatura di Fogelman.

Storia di un matrimonio

È stato il film evento dello scorso anno, portando Noah Baumbach anche all'Oscar insieme alle interpretazioni di altissimo livello da parte di Scarlett Johansson e Adam Driver, entrambi candidati.
I due attori, nei panni di Nicole e Charlie, dopo diversi anni di convivenza e un figlio sulle spalle decidono di separarsi non solo professionalmente, ma anche sentimentalmente.
I rispettivi impegni lavorativi e le volontà di carriera, lui con il teatro a New York e lei desiderosa di abbracciare il cinema a Los Angeles, diventano le scuse per distruggere un nucleo familiare e l'idillio amoroso creato dalla coppia, costretta a doversi confrontare all'improvviso con i fantasmi e con le proprie frustrazioni.

Le pagine della nostra vita

Gosling interpreta Noah, mentre dall'altro lato c'è la Allie di Rachel McAdams, una coppia che vive un amore struggente, capace di durare mezzo secolo, superando qualsiasi tipo di avversità, che passa dalla Seconda Guerra Mondiale e arriva fino all'odio che la famiglia di lei prova per Noah.
Tra la crudeltà della natura, che si incattivisce nei confronti della coppia, e le numerose altre problematiche che emergono nella vita sentimentale dei due, Noah e Allie riescono a tenere in vita una storia che non poteva non avere un finale in grado di esaltare l'amore eterno.

Notting Hill

C'è un assioma alla base delle commedie romantiche: se a scriverle c'è Richard Curtis meritano di essere viste. L'autore inglese, che di recente ci ha donato un'altra perla quale Yesterday e arrivava dalla bellezza e dalla delicatezza di About Time, nel 1999 aveva scritto Notting Hill, commedia romantica ambientata nell'omonimo quartiere di Londra.
La storia d'amore tra una star del cinema e un modesto libraio inglese, interpretati rispettivamente da Julia Roberts e Hugh Grant, è diventata negli anni un cult del genere, che non può mancare nella cultura cinematografica di ogni cinefilo che si rispetti.

Non è romantico

Dopo questa scorpacciata di zuccheri, arriva il momento di ironizzare un po' su tutti i cliché fino a qui analizzati. Prendete quindi Rebel Wilson, il suo odio per il romanticismo e inseriteli in un contesto di questo tipo.
Il suo personaggio, Natalie, è un architetto single che in maniera molto cinica rifugge qualsiasi avance, fino a quando dopo uno svenimento non si risveglia in un mondo che ha assunto proprio le sembianze di un film romantico, tra continue canzoni e aria profumata di fiori.
Cercando, quindi, di sbeffeggiare qualsiasi tipo di cliché del genere, Non è romantico diventa una sottile ironia pronta a raccontare la commedia con arguzia.

Il primo dei bugiardi

Ricky Gervais scrive, dirige e interpreta il protagonista de Il primo dei bugiardi. Ci troviamo in un mondo alternativo, nel quale non è stata scoperta né inventata la bugia.
Le pubblicità sono oneste, i rapporti tra le persone anche, così come i film non sono altro che dei documentari che raccontano ciò che la Storia ha fatto accadere.
Gervais interpreta Mark Bellison, uno sceneggiatore che deve raccontare il XIII secolo e la peste, ma è completamente squattrinato. Recandosi in banca per ritirare dei soldi si ritrova all'improvviso a dire la sua prima bugia, dichiarando di volere una somma superiore a quella che realmente gli spetta.
Da qui in avanti Mark diventa un bugiardo, scoprendo la bellezza della bugia non solo per se stesso, ma anche per tutti gli altri, oltre che per conquistare la donna dei suoi sogni.

Un giorno di pioggia a New York

Nel 2019 Woody Allen ci racconta la storia di Gatsby (Timothéè Chalamet) e Ashleigh (Elle Fanning), che si ritrovano a Manatthan per un weekend insieme.
Lei insegue il sogno di intervistare un importante regista, lui desidera solo poter trascorrere del tempo con lei, che però si lascia andare in un turbinio di vicende che metteranno a dura prova il rapporto.
Con la sensibilità che contraddistingue Allen e con la capacità interpretativa dei due giovanissimi attori, Un giorno di pioggia a New York racconta la filosofica visione di una vita che merita di essere vissuta al meglio e non all'ombra di qualcun altro.

Quanto attendi: Cinemadays

Hype
Hype totali: 9
74%
nd