Keanu Reeves: tutte le volte in cui è stato un divo dal cuore d'oro

Un uomo, un grande uomo, ancor prima di essere un grande attore: il Neo di Matrix, Keanu Reeves, è ancora oggi "il fidanzato di Internet".

Keanu Reeves: tutte le volte in cui è stato un divo dal cuore d'oro
Articolo a cura di

Il suo nome, eredità di un padre tossicodipendente che lo abbandona da bambino, rappresenta in hawaiano quella gentile "brezza di mare" che sale su, sin sopra le montagne. E nonostante la vita sia stata spesso spietata con Keanu Reeves, lui è veramente così: gentile, leggero, rinfrescante, una boccata di ossigeno in un mondo saturo. Diverse testate giornalistiche l'hanno definito un attore formidabile, l'essenza stessa della recitazione per disciplina ed estrema adattabilità. Molti ne sottolineano, però, soprattutto il suo ruolo fuori dal set: "una persona troppo buona", quasi a rimarcare il fatto che non ce lo meritiamo, un uomo così.

Ecco alcune tra le più riconosciute buone azioni fatte dall'attore e musicista canadese-americano, che ha trascorso i primi anni della sua carriera nell'ombra, per poi essere illuminato dal grande potenziale rivelato sul finire degli anni ‘90, con i thriller Point Break, Speed, L'avvocato del diavolo e il giusto lustro nella trilogia di Matrix. Keanu sembra proprio nato per essere "l'Eletto".

Un valore e non un prezzo

Keanu è noto per le sue buone azioni che hanno avuto anche un impatto significativo sulla vita di numerose persone. Sin dagli esordi, ha spesso messo i soldi in secondo piano, rispetto alla possibilità di aiutare il prossimo o per offrire diverse opportunità al suo cast.

Per esempio, dopo essere stato ingaggiato per recitare in L'avvocato del diavolo nel 1997, Reeves ha saputo della possibilità di avere sul set anche Al Pacino, ma il budget del film non permetteva di assumere la leggenda della recitazione. Per questo, Reeves, ha sacrificato parte del suo stipendio per permettere di ingaggiarlo. Ma non è l'unica volta che il nostro avvocato del diavolo ha tagliato il suo stipendio a favore di altri: soprattutto durante la trilogia di Matrix, Reeves ha mostrato il suo lato da eroe. Per mantenere lo staff degli effetti speciali in modo che potessero lavorare ad altissimi livelli, Reeves ha rinunciato ai "bonus" che gli spettavano dopo l'uscita del film.

La quota che Neo ha ceduto corrisponde ai profitti sui biglietti ed è stata stimata sui 38 milioni di dollari, somma che è stata aggiunta al budget complessivo del film. Anche per Le riserve nel 2000 Reeves ha nuovamente detto no a una grossa fetta del suo salario per poter lavorare con l'attore Gene Hackman: "Il denaro è l'ultima cosa a cui penso. Potrei vivere di ciò che ho già fatto per i prossimi secoli".

Un cuore d'oro grande come un Rolex

Recentemente è stato il regalo di Keanu Reeves alla troupe di John Wick 4 a fargli fare breccia nei nostri cuori. Per festeggiare la fine delle riprese, il nostro ha regalato ai membri della troupe un Rolex Submariner a testa, con incisa una dedica commemorativa. "The John Wick Five. Grazie. Keanu. JW4 2021". Secondo le stime, ogni orologio ha un valore di 10mila dollari.

Credete che basti questo per voler lavorare con uno come Keanu? Ebbene, sempre nel corso della leggenda di Matrix, Reeves è arrivato durante le riprese con una dozzina Harley-Davidson che ha regalato agli stuntmen per ringraziarli. "Volevo solo ringraziare come si deve tutti questi ragazzi nel modo migliore che ho potuto immaginare", ha spiegato Keanu. Quanti attori possono dire di aver fatto altrettanto?

Il collega ideale

Keanu ha un grande rispetto per il lavoro e la vita altrui. Nel corso di un'intervista nel 2019, l'attore ha menzionato quanto lo avessero colpito le interpretazioni degli stuntman in John Wick 3 (qui la nostra recensione di John Wick 3), e in particolare degli artisti marziali Cecep Arif Rahman e Yaya Ruhian, al punto che avrebbe esortato il regista a non ucciderli nel film. Ma questo è ancora niente se paragonato a ciò che Reeves fa coperto dall'anonimato: per anni ha continuato a donare denaro agli ospedali pediatrici e per la ricerca sul cancro.

L'attore, infatti, gestisce una fondazione di beneficenza privata che mira ad aiutare i bambini malati, ma il suo nome non è collegato direttamente ad essa. Nessuno lo sapeva. In un'intervista Keanu ha detto che sua sorella Kim ha combattuto la leucemia per più di un decennio. Ciò l'ha sempre motivato ad aiutare gli altri affinché potessero evitare di vivere ciò che ha vissuto lui: "Sì, è vero, ho una fondazione privata che funziona da cinque o sei anni per sostenere un paio di ospedali pediatrici e la ricerca sul cancro", ha scritto Reeves ancora nel 2009. "Ma non mi piace far risaltare il mio nome, lascio semplicemente che la fondazione faccia quello che fa".

La grandezza risiede nelle piccole cose

Le buone azioni di Keanu Reeves sarebbero (e meriterebbero) una lista ancor più lunga. Ma molto probabilmente ce ne sono ancora di più che il mondo ancora non sa. Keanu è quel tipo di uomo che non tocca le donne quando deve posare per una foto, che per rispetto cede il posto in metropolitana, si ferma con un senza tetto per strada per condividere un pasto e compra un gelato per avere "la scusa" di regalare un autografo a un fan troppo timido.

Da quando, alla convention E3 del giugno 2019, un fan ha espresso pubblicamente quanto Keanu fosse "mozzafiato", ottenendo lo stesso complimento di rimando, il mondo ha eletto l'attore "fidanzato perfetto di Internet". Il ragazzo dell'E3 ha ottenuto una copia di Cyberpunk 2077 gratuita, mentre a noi resta un'altra storia da raccontare su uno degli attori più generosi dei nostri tempi.

Che voto dai a: Matrix Resurrections

Media Voto Utenti
Voti: 31
6.3
nd