Justice League non avrà la sua Director's Cut: l'universo DC a un bivio decisivo

Pur avendo del materiale aggiuntivo, la Warner Bros. non vuole spendere ulteriori soldi su Justice League: l'universo DC a un bivio cruciale.

speciale Justice League non avrà la sua Director's Cut: l'universo DC a un bivio decisivo
Articolo a cura di

Portare un film al cinema, così come una canzone alla radio, significa rispettare alcuni canoni ben precisi di durata, almeno quando si tratta di prodotti "industriali". Un brano che duri 7-8 minuti, ad esempio, difficilmente trova spazio nella programmazione quotidiana di un'emittente radiofonica perché distrugge il palinsesto e la pubblicità. Proprio per questo motivo moltissime canzoni sono bollate con il marchio RADIO EDIT, significa che gli autori e il distributore hanno eseguito un "taglia e cuci" per farle rientrare nei 3-4 minuti canonici utili a finire in radio. Questa operazione avviene anche al cinema con i film dei grandi studi, anche se in maniera meno marcata e con delle significative eccezioni. In questo ambito si preferisce pensare sin dalla pre-produzione a una durata che vada da un minimo di 90 a un massimo sostanziale di 130 minuti, può però succedere per svariati motivi che in fase di montaggio si vada ben oltre questi numeri. Autori come Christopher Nolan o Terrence Malick hanno la fama e il potere di montare tutto il materiale che vogliono, sicuri che mai nulla sarà tagliato, lo stesso è accaduto recentemente a Denis Villeneuve, che è riuscito ad arrivare a 152 minuti con il suo Blade Runner 2049, una durata che ha portato non pochi problemi al film. Sfiorare le tre ore infatti significa rendere un progetto meno appetibile per il grande pubblico e avere meno proiezioni quotidiane in sala. Motivi simili spingono i distributori a tagliare, esattamente come avviene con le canzoni, porzioni di girato considerate "secondarie" per uscire al cinema con un film che duri all'incirca due ore; poi ci pensa l'home video a completare l'opera con le varie Director's Cut, versioni con scene aggiuntive e quant'altro, anche soltanto per far gola ai collezionisti.

Batman V Superman V Durata

È un fenomeno che accade spesso, lo sanno bene gli appassionati di fumetti e della DC Comics in particolare, che hanno visto in Blu-ray un Batman V Superman: L'Alba della Giustizia totalmente differente rispetto alla versione cinematografica, con parti fondamentali inserite all'interno del racconto, utili a rendere più scorrevole e lineare il senso del film. Proprio per questo motivo, in tanti erano praticamente certi che sarebbe successo anche con il recente Justice League, visto che la versione cinematografica ha spaccato critica e pubblico e ha lasciato con la bocca amara molti appassionati. Inoltre il progetto, come sappiamo, ha avuto una crescita travagliata, con cambi in corsa alla regia e rimaneggiamenti alla sceneggiatura, che in origine prevedeva addirittura due parti ben distinte, due film complementari. In definitiva, mai altra Director's Cut avrebbe avuto più senso come in questo caso, eppure i fan resteranno per l'ennesima volta delusi perché non arriverà nessuna versione estesa. Un paradosso, poiché fonti interne alla Warner Bros. assicurano l'esistenza di un montaggio eseguito al 100% da Zack Snyder con parti aggiuntive.

Il denaro, l'onore e il rispetto

Certo un montaggio alquanto grezzo, raffazzonato, privo di colonna sonora in più punti e senza effetti visivi, insomma inutilizzabile allo stato attuale. Per terminarlo la Warner dovrebbe mettere una mano sulla coscienza e un'altra sul conto in banca, e sembra che lo studio non abbia alcuna intenzione di fare le due cose. I motivi purtroppo sono abbastanza chiari: dopo gli incassi al di sotto delle aspettative, con lo studio che rischia persino di rimetterci qualche milione di dollari, finanziare lo sviluppo di una Director's Cut per il solo mercato casalingo sarebbe darsi la proverbiale "zappa sui piedi". Un discorso valido soltanto dal punto di vista finanziario e aziendale, perché a mettersi nei panni di un qualsiasi appassionato la storia suona più come una beffa che altro. Da utenti finali ci si sente doppiamente traditi, per un film uscito al cinema che è praticamente soltanto la summa del progetto originario e una Director's Cut estesa che non vedrà mai la luce. Tutto questo però è solo la punta visibile dell'iceberg, ormai è certo che la Warner Bros. non condivida più la visione dell'universo esteso di Zack Snyder, sempre secondo le fonti interne citate prima. A questo punto Joss Whedon potrebbe addirittura prendere le redini del mondo DC al cinema, raccogliendo un'eredità da riformare dalle fondamenta. Altro che Director's Cut di Justice League, l'intero universo DC rischia di crollare su se stesso.

Che voto dai a: Justice League

Media Voto Utenti
Voti: 117
7.1
nd