Justice League durerà appena 2 ore: saranno sufficienti?

A meno di un mese dall'arrivo dell'atteso crossover DC, la Warner ha rivelato il timing del film di Zack Snyder suscitando le paure dei fan.

speciale Justice League durerà appena 2 ore: saranno sufficienti?
Articolo a cura di

Ottobre è il mese di IT e dell'attesissimo Thor: Ragnarok, ma il prossimo novembre a farla da padrone sarà certamente Justice League, il primo crossover firmato DC che vedrà riuniti sul grande schermo i più famosi e amati supereroi della rinomata casa editrice. Molti sono stati i problemi in corsa per questo progetto in parte travagliato, e più o meno tutti legati all'incompreso Zack Snyder, filmmaker in un costante rapporto odi et amo con il suo pubblico sin dai tempi di Watchmen. Dopo l'ampio disappunto riscontrato con Batman v Superman: Dawn of Justice, la Warner Bros aveva infatti deciso di affiancare al regista Geoff Johns e Ben Affleck, entrambi produttori esecutivi del film, così da supervisionare il lavoro di Snyder, a quanto pare considerato imperfetto dallo studio, desideroso di tagliare buona parte di drammaticità in favore di vene comedy più marcate (esperimento che con Suicide Squad non ha però funzionato). Sfoltire il superfluo e alleggerire il carico sembravano le parole d'ordine più o meno un anno fa, ma nel corso dell'estate appena trascorsa Snyder ha annunciato il suo ritiro dalla cabina di regia del film, scelta presa dopo il tragico suicidio della figlia. Ecco allora subentrare in fase di reshoot il buon Joss Whedon, già collaboratore con la Warner DC per il prossimo Bat-girl e primo Re Mida Marvel dopo il successo di Avengers. Forse il suo tocco magico era quello di cui Justice League aveva bisogno, e nel corso dei mesi si pensava a un taglio completamente diverso da quello del predecessore, di per sé felice del lavoro di Whedon e convinto del suo necessario coinvolgimento. Ma la Warner lo aveva ben specificato sin dall'inzio: Justice League è e resterà un film di Zack Snyder! E infatti in questi ultimi giorni lo ha ufficialmente e definitivamente accreditato come unico regista del film, anche se una differenza sostanziale dalle precedenti opere del filmmaker c'è: la durata.

Due ore per unirli...

Batman v Superman rimane attualmente il cinecomic più lungo della DC con i suoi 153 minuti, da molti considerati più che giusti ma per altri pieni di lungaggini e un linguaggio prolisso e forse inutile, al quale si preferiva invece più azione. La verità è forse nel mezzo, però, perché parliamo comunque del film che avrebbe poi funzionato come base sulla quale edificare l'Universo Espanso DC e nel quale sono stati presentati gli eroi protagonisti, dal Cavaliere di Gotham a Wonder Woman. L'impianto epico, poi, ha sempre bisogno di tempo per essere giustamente introdotto e approfondito, arrivando a una conclusione degna e soddisfacente, anche se quest'ultima parte nel film è stata troppo velocizzata, togliendo tempo all'azione per concederlo alle chiacchiere. Con Suicide Squad si è quindi fatto un passo indietro, tagliando però troppo e rimaneggiando a profusione e senza controllo il montaggio, in definitiva rovinando completamente la riuscita del film, che all'attivo aveva ben 7 cut, decisamente troppi. Questo succede però quando l'idea di un regista cozza con le esigenze e le paure dello studio, cosa che con Wonder Woman pare non essere invece accaduta, data la durata di 141 minuti ben strutturata per sviluppare degnamente l'intero arco narrativo della storia (anche se restano fermi vari problemi di montaggio e alcune scelte nella sceneggiatura pressoché opinabile). E al momento, il film di Patty Jenkins è anche il secondo maggior incasso del DCU dopo Batman v Superman, che resta in cima alla classifica per ovvie ragioni. Arriviamo quindi a Justice League, che per la gioia di molti e il dispiacere di tanti altri durerà appena 121 minuti, "soltanto" due ore per riunire insieme al cinema i grandi super DC. Il timing suscita palesemente qualche perplessità, soprattutto in virtù dei tanti personaggi da caratterizzare e far interagire, per lo sviluppo di una storia che dovrebbe essere strutturata secondo l'impianto epico di cui sopra e in vista di sperate scene d'azione coinvolgenti ed entusiasmanti.

A meno che il lavoro di Snyder e le aggiunte di Whedon non abbiano convinto al 100% i piani alti della Warner, capite bene che tutti questi elementi non possono convinvere in un cinecomic crossover di due ore. C'erano mancanze e gap narrativi persino in Avengers (142 minuti) e in film stand-alone ricchi di personaggi come Iron Man 3 (130 minuti), anche se, ad esempio, Guardiani della Galassia era riuscito ad amalgamare bene toni e screentime dei protagonisti proprio in due ore, ma sia chiaro: Snyder non è Gunn, e il suo cinema non riesce a miscelare degnamente ogni aspetto del quadro generale della pellicola. Questo si traduce, nella sostanza, in film forse sbilanciati, che rispondono benissimo ad alcune esigenze (vedi l'azione ricercata e la cura del dettaglio), ma che non riescono a far fronte a parti commediate interessanti e una drammaticità meno pesante e più soppesata.

Giustizia per la Lega

Intendiamoci, tutto ciò potrebbe in realtà essere un bene per Justice League, che abbracciando forse una leggerezza inedita per la DC riuscirà a sorprendere sia in termini action sia nel puro intrattenimento, scoprendo il fianco a lack nella parte drama probabilmente necessari. Eppure lo stile di Snyder è cristallino e necessita di tempo per essere sviluppato, lo stesso che a quanto pare manca al film. Visti anche i titoli precedenti dello studio, l'idea generale è che ci si sia adoperati molto in fase di montaggio per eliminare il superfluo e magari inserirlo (come ormai prassi) nelle versioni home-video, rilasciando al cinema il cut più pulito e adatto al grande pubblico, che non vuole un cinecomic di quasi tre ore ma desidera essere intrattenuto il meglio possibile nel minor tempo immaginabile. E per la Warner quelle due ore potrebbero essere sia la carta vincente che la goccia che farà traboccare il vaso, data la palese impossibilità della compagnia di riuscire a conciliare esigenze di massa a quelle dei fan più sfegatati. Che sia quindi un titolo alla Snyder tout-court (lungo, prolisso ma ricco) o un ulteriore esperimento dello studio (più ironia, meno dramma e tanta azione), una cosa è certa: si spera che la Lega DC venga trasposta con Giustizia sul grande schermo.

Che voto dai a: Justice League

Media Voto Utenti
Voti: 117
7.1
nd