James Franco e Seth Rogen: una carriera fuori di testa

Attori irriverenti, poco politically correct, James Franco e Seth Rogen sono un duo che al cinema fa sempre discutere: ecco il nostro speciale.

speciale James Franco e Seth Rogen: una carriera fuori di testa
Articolo a cura di

Freaks, comici, trasgressori, artisti chiacchierati: insieme, James Franco e Seth Rogen, ne hanno combinate di tutti i colori. Apprezzati dal pubblico, un po' meno dalla critica, il duo di attori ha una lunga storia condivisa, passata attraverso il piccolo e il grande schermo. The Disaster Artist, arrivato nelle sale il 22 febbraio scorso, è solo l'ultimo dei film che li vede recitare insieme. Il loro stile provocatorio ha fatto sicuramente discutere, sopratutto negli ultimi anni. Basti pensare al controverso The Interview, in cui Franco e Rogen interpretano due giornalisti incaricati di uccidere (e intervistare) il dittatore Nord Coreano Kim Jong-un, film che ha rischiato di compromettere il già delicato rapporto tra il Paese e gli Stati Uniti.
La loro carriera parte però dai banchi di scuola di Freaks & Geeks, serie TV che li lancia sul grande schermo: ripercorriamo il loro percorso professionale (del tutto fuori di testa) di James Franco e Seth Rogen.

Freaks, eccentrici e strafumati

In Freaks & Geeks facevano parte dello schieramento degli studenti eccentrici e stravaganti contro i fanatici tecnologici. Franco e Rogen dimostrano subito di andare d'accordo ed è amore a prima vista. A trainare il duo è Judd Apatow, sceneggiatore della serie che li vorrà di nuovo insieme per Molto Incinta e Strafumati. Nel primo, Seth Rogen veste i panni di un irresponsabile e inaspettato padre (Franco appare nel ruolo di sé stesso, una delle prime versioni fittizie con cui si diletta a prendersi in giro). Tuttavia, con Strafumati il duo fa il grande passo: il film è scorretto, fuori dagli schermi, ma è un successo al botteghino e la stampa elogia l'interpretazione di Franco.

La squad Franco-Rogen

È più o meno in questi anni che nasce (non in maniera ufficiosa) la squad Franco-Rogen, ovvero un gruppo di artisti che lavorano sempre insieme in diversi progetti. Tra gli attori che compaiono spesso nei loro film non possiamo non citare Jonah Hill, Michael Cera, Jay Baruchel e Danny McBride. Anche quando non recitano insieme, il duo trova il modo di condividere qualche scena, come in The Green Hornet e Sballati per le feste, dove James Franco appare in camei, talvolta interpretando una parodia di sé stesso.

Gli ultimi lavori tra provocazione e autoironia

Gli ultimi anni sono dedicati alla provocazione e sempre più all'autoironia. Un grande esempio è la commedia catastrofica Facciamola finita, in cui Seth Rogen debutta alla regia (con Evan Goldberg) per raccontare una normale serata hollywoodiana a casa dell'attore James Franco, circondato dagli amici di sempre (rigorosamente nei loro panni) come Jay Baruchel, Jonah Hill e Craig Robinson. Tra battute sessiste (quelle di Michael Cera, che diventa l'ospite più odiato della festa), fiumi di alcol e droga, il gruppo dovrà affrontare un'imminente apocalisse biblica. Torniamo a parlare di The Interview, forse il film più controverso della coppia, che ha dovuto superare diversi divieti prima di essere distribuito nelle sale. Le autorità nordcoreane, le minacce di morte ricevute e un attacco hacker hanno costretto inizialmente la Sony a non promuovere The Interview, obbligando anche James Franco e Seth Rogen a cancellare i loro incontri pubblici. Per la Nord Corea, il film era diventato una questione politica e un clamoroso "atto di guerra", definendo Rogen un "regista gangster". La distribuzione della pellicola è avvenuta comunque ma in cinema ristretti, è stato questo il prezzo da pagare per aver scelto la via dell'ironia.
L'atto finale della coppia Franco-Rogen è The Disaster Artist, anche se Rogen ha un ruolo minore. Nei panni di Tommy Wiseau, autore di The Room, etichettato come "il film più brutto mai realizzato", James Franco ripercorre gli attimi salienti della produzione di quella pellicola, avvalendosi dell'aiuto del fratello Dave e dell'amico Seth Rogen, immancabile anche stavolta. I tre confezionano un incredibile biopic di successo, l'ennesima prova che, nonostante la denuncia sociale mascherata da provocazione, l'autoironia e la voglia di trasgredire, il duo Franco-Rogen funziona sempre e comunque sullo schermo.

Che voto dai a: The Disaster Artist

Media Voto Utenti
Voti: 9
7.4
nd