IT: quali attori potrebbero interpretare i Perdenti nel Capitolo 2?

Abbiamo provato a stilare una lista di attori che potrebbero interpretare i Perdenti da adulti nel secondo capitolo di IT.

speciale IT: quali attori potrebbero interpretare i Perdenti nel Capitolo 2?
Articolo a cura di

Dopo tante anticipazioni e attese, l'IT di Andy Muschietti è finalmente sbarcato nelle sale di tutto il mondo, imponendosi sorprendentemente come uno dei maggiori successi dell'anno. A fronte di un modesto budget di appena 35 milioni di dollari, infatti, il buon adattamento dell'opera di Stephen King è riuscito a cogliere ampiamento lo spirito del romanzo originale, regalando non solo un Pennywise inquietante al punto giusto e interpretato magnificamente da Bill Skarsgard, ma anche un gruppo di piccoli protagonisti praticamente copie esatte di quelle cartacee. I Perdenti, infatti, sono il vero e grande perno del film, che ruota sostanzialmente attorno alle loro paure e all'intento di affrontarle definitivamente insieme e con coraggio. Grazie alla visione di Muschietti e a un casting azzeccato, questi personaggi hanno letteralmente preso vita sul grande schermo con vizi e virtù annesse trasposte egregiamente, e in vista di un secondo e già attesissimo capitolo (dove comunque torneranno anche i piccoli), la curiosità è adesso tanta nel sapere chi vestirà i panni dei Perdenti adulti. Dal canto loro, i bambini hanno già avuto modo di esprimere le loro preferenza al riguardo, scegliendo con obiettività alcune star che somigliassero ai personaggi ormai cresciuti, ma oggi vogliamo tentare anche noi di stilare una lista di attori papabili per interpretare in modo vincente i Perdenti da grandi. Ci rifaremo, ovviamente, a dei canoni specifici, quali physique du role e disponibilità alla parte del nome scelto. Cominciamo![ATTENZIONE, SPOILER A SEGUIRE!]

Bill Denbrough

Il giovane Jaeden Lieberher aveva optato per il grande Christian Bale, attualmente impegnato però sul set di Dick Cheney di Adam McKay. Lo sottolineamo perché l'attore ha dovuto sottoporsi a una delle sue estenuanti trasformazioni fisiche per entrare (letteralmente) nella parte, e data la sua precedente ritrosia a perdere troppo peso troppo velocemente (ha rinunciato al Ferrari di Michael Mann per questo), siamo certi che tornare a un peso forma adeguato per il ruolo di Bill in tempi decenti sia per lui una sfida evitabile. Detto questo, nel ruolo del leader buono e carismatico dei Perdenti ci vedremmo davvero molto bene Matthew McConaughey, sia per quella sua aria sempre un po' triste ma austera, sia perché come scrittore di successo, ricco e spostato con una bellissima star del cinema farebbe la sua grande figura. Per il buon Mat sarebbe anche la possibilità di tornare alla ribalta nel cuore del grande pubblico dopo recenti insuccessi come Free State of Jones, Gold o La Torre Nera, quest'ultimo sempre tratto da un romanzo di King ma accolto in modo davvero tiepido. Potrebbe riscattare quindi con IT Capitolo 2 il suo adeguato posto nell'Universo del Re.

Richie Tozier

Sia da piccolo che da grande, Richie resta il pagliaccio (quello buono!) del gruppo. La sua caratteristica principale è quella di cercare il divertimento anche dove non ce n'è, la battuta ad effetto mediante voci di personaggi da lui inventati. Per questo da grande conduce un proprio talk show comico alla radio, davvero molto amato dal pubblico. E allora per vestire degnamente i panni del Perdente più simpatico, sicuramente tra i più cari ai fan, forse un attore come come Jason Sudeikis, dai tempi comici perfetti e fisicamente simile al Tozier adulto, sarebbe una scelta ponderata. C'è però da dire che anche il Bill Hader scelto proprio dal giovane Finn Wolfhard come successore sarebbe un nome adattissimo alla parte, specie per la somiglianza con Wolfhard, che donerebbe un senso di successione e crescita molto verosimile e d'impatto.

Eddie Kaspbrak

Tra i Perdenti, Eddie è l'anello debole, almeno in quanto ad ansia. Cresciuto sotto l'egida iper-protettiva della madre, provincialotta sovrappeso, Kaspbrak in età adulta è un ipocondriaco sposato con una donna molto simile alla madre, sia fisicamente che caratterialmente, che gestisce una società di noleggio limousine molto rinomata. Dovete immaginarvelo come un uomo mite e non bellissimo, quindi puntare il dito su Jake Gyllenhaal come successore come ha fatto Jake Dylan Grazer è in realtà sbagliatissimo, a meno che la belloccia star di hollywood non venga adeguatamente truccata e vestita, proprio come in Okja. Ma ne vale davvero la pena? Forse no, dati altri grandi nomi che sarebbero calzanti nella parte, uno fra tanti Martin Freeman, con quella sua parlata veloce e ansiogena e la sua espressività conturbante. Tra l'altro rientra perfettamente negli anni della controparte cartacea e siamo sicuri non dispiacerebbe alle masse, che già lo hanno imparato a conoscere con Lo Hobbit, Sherlock e all'Universo Marvel.

Ben Hanscom

Ben è sicuramente il protagonista che nel passaggio tra la pre-adolescenza all'età adulta cambia più radicalmente il suo aspetto fisico. Da ragazzino obeso e timido, Ben perde costantemente peso grazie a forza di volontà e attività fisica col passare degli anni, fino a divenire un famosissimo architetto quarantenne robusto e tonico, davvero di bell'aspetto.

Forse il Perdente più intelligente e determinato, Ben potrebbe essere perfettamente interpretato da grande da Chris Pratt, prima scelta del giovane Jeremy Ray Taylor, ma forse la star sarà leggermente oberata di impegni per iniziare le riprese il prossimo anno, e poi, essendo Pratt uno degli attori più richiesti del momento, bisognerebbe anche dare un'occhiata al budget. In sostituzione, comunque, ci vengono in mente due nomi: Bradley Cooper e Chris Hemsworth, entrambi biondissimi e dagli occhi azzurri, adoni e perfetti per la parte.

Beverly Marsh

Qui i dubbi sono davvero pochissimi. Sophia Lillis, tra i tanti, è stata forse la vera, grande scelta vincente della produzione, perché incarna davvero nel profondo personalità, bellezza e candore della controparte cartacea. La Lillis riesce a far convivere disperazione e amore in un'interpretazione sensazionale, capace di smorzare un sorriso di colpo e trasformarlo in un brivido gelido all'occorrenza. Proprio per questo, per la parte della bella e adulta Bev, rinomata stilista sposata con il sadico Tom Rogan (praticamente della stessa pasta del padre violento!), Jassica Chastain è l'unica scelta possibile, sia per il physique du role sia per la stessa capacità espressiva della Lillis, che infatti l'ha scelta proprio come sostituta. Ma in questo caso la vogliono un po' tutti, compreso Andy Muschietti, che si è dichiarato pronto a tutto pur di averla nel cast.

Mike Hanlon

Mike può essere definito come il custode della promessa dei Perdenti. Unico del gruppo rimasto a Derry, Mike ha continuato la sua vita nella cittadina del Maine, divenendo il bibliotecario della città. Ma l'uomo in realtà ha preso una simile decisione per monitorare con costanza e in loco gli eventi della città, in vista di un possibile ritorno di IT, che avverrà poi nel luglio del 1984. Sarà proprio Mike a ricordare ai compagni la Promessa fatta nell'estate del 1958, richiamandoli a Derry per distruggere definitivamente la creatura malvagia. È un po' il "capoccia" dei Perdenti in età adulta, forse il più temuto da IT date le sue conoscenze nate da anni di studi e approfondimento sulla materia. Chosen Jacbos, l'Hanlon bambino, vedrebbe bene nella parte il talentuoso Chadwick Boseman, ma a nostro avviso anche il bravissimo Anthony Mackie sarebbe un grande e credibile Mike.

Stanley Uris

E arriviamo infine al Perdente che non ce l'ha fatta. Dopo gli eventi nelle fogne dei Barren, infatti, Stan ha vissuto un'esperienza troppo ravvicinata con le Luci Mortali e la vera forma di IT. È riuscito a continuare a vivere senza troppi problemi grazie al potere della creatura, che ha permesso alle sue future prede di proliferare tra carriera e vita privata, lasciandogli dimenticare quanto accaduto. Purtroppo, nel momento in cui Mike richiama a Derry Stan, quest'ultimo ricorda improvvisamente tutte le sensazioni provate nell'estate del 1958, e incapace di sostenere il peso di un'altra battaglia simile decide di suicidarsi nella vasca da bagno, tagliandosi le vene. Ora, non è chiaro se nel film gli sarà concesso più tempo (nel libro muore dopo poche pagine), ma è chiaro che Jospeh Gordon-Levitt (scelto da Wyatt Oleff) non sarebbe sfruttato bene per una così piccola parte.

Piuttosto, nel caso specifico, sarebbe opportuno ricercare un ottimo attore, anche caratterista, che riesca a donare quella drammaticità necessaria al suicidio. E il bravo Giovanni Ribisi sarebbe adatto alla parte.
Restano comunque moltissimi gli attori opzionabili per questi ruoli, e bisognerà quindi vedere l'effettivo aumento di budget e la voglia di molte star di partecipare a un progetto al momento più ambizioso del primo capitolo, data la volontà del regista di introdurre anche la Dimensione Cosmica ed esplorare persino più a fondo sia i Perdenti che la natura di It. Di tempo per scegliere dei nomi adatti alle parti ce n'è ancora molto, essendo la release del Capitolo 2 fissata per il 6 settembre 2019, quindi la speranza che si bissi l'ottimo casting del primo capitolo è davvero tanta. Ah, un'ultima cosa: di Henry Bowers non ne ha parlato nessuno, ma anche il tremendo bulletto tornerà nel sequel di Muschietti, parte nella quale vogliamo azzardare il nome di Josh Brolin.

Che voto dai a: IT

Media Voto Utenti
Voti: 84
8
nd