IT 2: le ultime novità sul secondo capitolo cinematografico

Breve riepilogo delle recenti informazioni sull'inizio delle riprese del film e qualche speculazione sul possibile casting dei Perdenti adulti.

speciale IT 2: le ultime novità sul secondo capitolo cinematografico
Articolo a cura di

Il romanzo di Stephen King che ormai da 32 anni terrorizza intere generazioni di lettori, IT, ha dimostrato la sua caratura culturale anche tre decadi dopo l'uscita sugli scaffali, nell'omonimo adattamento cinematografico di Andy Muschietti. Il film si è infatti piazzato con prepotenza tra i maggiori successi dello scorso anno, incassando 700 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget ridottissimo di soli 35. In questo modo è entrato di diritto in quel fronte cinematografico Rated-R che tanto sta mutando interessi e rischi di una hollywood tripla A che ha bisogno di percorrere strade nuove anche con blockbuster e cinecomic, e il bello è che IT dovrà continuare a dimostrare come questo sia fattibile. A differenza della miniserie televisiva cult con Tim Curry nei panni di Pennywise, la trasposizione di Muschietti è stata infatti pensata per essere divisa perfettamente in due cicli, quello con i Perdenti in età pre-adolescenziale, 1988 nel film, e quella con i protagonisti ormai adulti, 27 anni dopo, quindi nel 2015. Dato l'ottimo successo del primo capitolo, IT 2 è adesso tra i progetti più attesi del 2019, capace di destare molto interesse nel settore per ogni particolare legato all'inizio delle riprese e alla fase casting. Vediamo allora di fare il punto della situazione.


Floating

Seguendo l'onda di consenso legata al primo film, su Everyeye avevamo cercato lo scorso ottobre di stilare una sorta di fancasting per i Perdenti Adulti, che includeva Matthew McConaughey, Jason Sudeikis, Martin Freeman e Bradley Cooper. Di questi, però, nessuno è certo della parte, anzi a prima vista sembrerebbero nomi forse troppo altisonanti per un film che aumenterà certamente il budget di partenza (al massimo triplicandolo per non perdere troppi rientri), ma non così tanto da potersi permettere troppi attori di una certa notorietà.

Dovendo scegliere, così, Muschietti potrebbe puntare tutto su Jessica Chastain nei panni di Beverly Marsh, tanto voluta dai fan quanto dal regista, adesso entrata ufficialmente in trattative con la produzione per interpretare il personaggio dopo aver rivelato un certo interessamento per la parte con diverse foto via social. Per i restanti Perdenti, invece, bisognerà purtroppo attendere i mesi a venire, quando verranno annunciati gli attori protagonisti. Vi ricordiamo comunque che i vari e giovani Finn Wolfhard, Jaeden Lieberher o Sophia Lillis del primo capitolo torneranno anche nel secondo, probabilmente in diversi flashback per analizzare le similitudini e diversità tra la prima e la seconda fase della strenua battaglia contro IT. Detto questo, gli annunci del casting definitivo potrebbero arrivare prima di quanto pensiamo, dato che secondo le ultime voci (molto attendibili di Omega Underground) l'inizio delle riprese di IT: Chapter 2 sarebbe attualmente fissato per il prossimo 18 giugno presso gli studios di Toronto, così da terminare la fase di shooting a novembre 2018 e iniziare quanto prima i lavori di post-produzione. Questi ultimi, poi, dovrebbero essere più massicci del primo film, dato che secondo le parole di Muschietti nel secondo capitolo ci sarà un approfondimento maggiore della vera natura di Pennywise, che nel romanzo capolavoro di Stephen King è più una presenza mistica e malevola che un'entità in carne e ossa, anche se capace di assumere le forme che preferisce. Nella Dimensione Cosmica questo è rappresentato geometricamente da dei pilastri neri con incastonate al proprio interno delle Luci Mortali (viste tra l'altro anche nel primo film, quando Pennywise si nutre della paura di Beverly), quindi sarà interessante capire come il regista deciderà di rendere questa forma al cinema. Sicuramente ci sarà bisogno di più VFX e investimenti, altro motivo per cui tutti i nomi famosi di cui sopra sono più un'utopia che una certezza. "Go big", insomma, anche per questo franchise, che però siamo certi manterrà tutto il suo appeal sexy e venefico, perturbante e spaventoso, per concludere degnamente una storia dove a vincere sono i Perdenti, la loro amicizia, la loro umanità.

Che voto dai a: IT

Media Voto Utenti
Voti: 84
8
nd