Infinity, 5 film da vedere: da In darkness - Nell'oscurità a Justice League

Andiamo alla scoperta di alcune pellicole disponibili nel catalogo filmico di Infinity, da Ave, Cesare! a Kiss Kiss Bang Bang.

Infinity, 5 film da vedere: da In darkness - Nell'oscurità a Justice League
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Sensuali thriller ad alta tensione, esordi alla regia di affermati sceneggiatori, film sulla Hollywood d'oro, corali opere supereroistiche e intensi drammi psicologici. Nel nostro nuovo appuntamento dedicato ai titoli disponibili su Infinity parliamo del recente In Darkness - Nell'oscurità scritto e interpretato da Natalie Dormer, del divertente Kiss Kiss Bang Bang di Shane Black con Val Kilmer e Robert Downey Jr., del raffinato e nostalgico Ave, Cesare! dei fratelli Coen, del controverso cinecomic DC Justice League di Zack Snyder e del catartico Room, che ha garantito alla protagonista Brie Larson il suo primo Oscar come miglior attrice protagonista.

In Darkness - Nell'oscurità

La bella Sofia, pianista non vedente, conduce una vita apparentemente tranquilla ma ogni notte viene svegliata dalle accese discussioni dei vicini: Veronique e suo padre infatti litigano spesso. Quando le due donne si incontrano in ascensore, Sofia comprende la sofferenza della coetanea che solo qualche giorno dopo perde la vita, apparentemente suicidandosi. Ma la protagonista capisce ben presto come la verità sia un'altra e che l'inquietante decesso abbia dei punti in comune con il suo tragico passato.

Natalie Dormer, anche interprete del personaggio principale, ha contribuito insieme al regista Anthony Byrne alla sceneggiatura di questo teso thriller psicologico d'ambientazione londinese. Tra un erotismo esibito e una serie di colpi di scena, i cento minuti di In Darkness - Nell'oscurità non brillano per originalità ma possono garantire un godibile intrattenimento a tema per gli amanti del filone.

Kiss Kiss Bang Bang

Il ladruncolo Harry Lockhart viene scambiato per un attore e invitato a un party hollywoodiano. Alla festa incontra il detective privato Perry von Shrike, il quale dovrà istruirlo per interpretare il suo primo ruolo davanti alla macchina da presa. Alla festa Harry ritrova anche la bella Harmony, sua fiamma di gioventù.
I destini dei tre personaggi finiranno per incrociarsi per un diabolico gioco del destino: Harry e Perry sono infatti testimoni dell'omicidio di una ragazza il cui cadavere è stato gettato in un fiume, mentre Harmony scopre che la sorella si è suicidata. I due fatti sono apparentemente collegati e l'insolito trio unirà le forze per scoprire la verità, rischiando anche la vita.

Kiss Kiss Bang Bang ibrida la commedia nera e il poliziesco pulp, addolcendolo con sfumature più leggere e romantiche e non disdegnando momenti più emotivamente intensi. Il divertimento sano e cattivo è assicurato anche grazie alle convincenti prove del trio di protagonisti formato da Val Kilmer, Robert Downey Jr. e una splendida Michelle Monaghan e allo stile grintoso e citazionista di Shane Black, che debutta in cabina di regia dopo aver firmato script di successo.

Ave, Cesare!

Ambientato a Hollywood negli anni '50, Ave, Cesare! segue il protagonista Eddie Mannix nel suo ruolo di "fixer", ovvero colui che preserva l'immagine delle grandi star da potenziali scandali. Quando un noto attore, Baird Whitlock, viene rapito durante le riprese di un peplum sull'antica Roma, per Mannix le cose si complicano.

I fratelli Coen realizzano un puro e divertito omaggio alla golden age di Hollywood, dando vita a una commedia amara più stratificata del previsto, ricca di sfumature e spunti di riflessione che scavano in profondità tirando in ballo anche la tristemente nota "caccia alle streghe".
Un gioco delle parti che al contempo omaggia e dissacra La Mecca del cinema in forma satirica e sarcastica, con un cast delle grandi occasioni: oltre al protagonista George Clooney troviamo infatti interpreti del calibro di Josh Brolin, Ralph Fiennes, Tilda Swinton, Channing Tatum, Scarlett Johansson, Dolph Lundgren e Jonah Hill, ognuno alle prese con figure e sequenze caricaturali e/o citazioniste che ben si adattano alle rispettive peculiarità.

Justice League

Dopo gli eventi di Batman v Superman: Dawn of Justice, Bruce Wayne/Batman si mette alla ricerca, insieme alla ormai alleata Diana Prince/Wonder Woman, di altri individui dotati di straordinari poteri con l'obiettivo di formare una squadra di combattenti del crimine con la comune missione di proteggere la Terra dalle incombenti minacce.

L'Uomo Pipistrello, la Regina delle Amazzoni, Flash, Aquaman e Cyborg per la prima volta insieme nel film che ha mancato d'essere un punto di svolta nell'universo cinematografico DC come preventivato, anzi ha frammentato ancor più il complesso mondo della casa editrice sul grande schermo.
In attesa di sapere se vedremo mai la fantomatica Snyder Cut, Justice League può essere analizzato come oggetto di studio sugli errori da non compiere nell'affrettare eccessivamente la rincorsa alla concorrenza. Gli appassionati dei blockbuster a base di spettacolari effetti speciali potrebbero trovare ulteriori punti di interesse nel corso delle due ore di visione, per un titolo carico più di rimpianti che di certezze.

Room

Jack, un bambino di cinque anni, non ha mai visto il mondo esterno, vivendo in compagnia della madre rapita sette anni prima quando era ancora un'adolescente e segregata in casa dal suo rapitore, nonché padre del bambino. Ora per il piccolo è giunto il momento di scoprire cosa c'è al di fuori delle quattro mura casalinghe e fuggire con la madre in un ritorno alla libertà.

Adattamento del romanzo Stanza, letto, armadio, specchio, scritto da Emma Donoghue (anche autrice della sceneggiatura), Room è un film potente e viscerale, ispirato a una drammatica storia vera che ha avuto luogo nella cittadina austriaca di Amstetten.
Un efficace ritratto psicologico, sia della donna segregata che del figlio, che può contare sulla magistrale performance della protagonista Brie Larson, premiata con l'Oscar nel 2016, e su una regia solida che non fa mai mancare il comparto tensivo e profonde digressioni psicologiche, per esprimere al meglio le tormentate sfumature emotive dei personaggi.

Quanto attendi: Infinity - Film

Hype
Hype totali: 10
76%
nd