Il trailer finale di It - Capitolo 2: speranze che grondano sangue

Commentiamo assieme il trailer finale di It - Capitolo 2 tra speranze, certezze e un'enorme dose di hype. Come sarà questo secondo capitolo?

speciale Il trailer finale di It - Capitolo 2: speranze che grondano sangue
Articolo a cura di

27 anni. C'è chi dimentica e va avanti, chi sogna e chi ricostruisce, chi resta e ricorda. Per noi, invece, di anni ne sono passati molti meno, perché il secondo capitolo di It di Andy Muschietti è alle porte, e ci è appena stato regalato un nuovo bruciante trailer. Sentite anche voi rumore di palloncini che sfregano? Dopo il primo inquietante teaser (con una splendida scena presa di peso dal romanzo di Stephen King), ecco che abbiamo finalmente uno sguardo più ampio di come sarà questo secondo atto grondante di rosso, pronto a sminuzzarci le budella in tanti piccoli coriandoli colorati.
Avevamo lasciato i nostri Perdenti convinti di aver sconfitto It, ma sapevamo tutti che il Male può al massimo nascondersi sotto la superficie. Gli bastano solo 27 anni di riposo, poi deve nuovamente snudare le fauci, perché la fame, quella vera, quella primigenia, non si può mai placare.

Passato e presente

Già da subito ci rendiamo conto che il film salterà nelle due linee temporali, concentrandosi, ovviamente, sui Perdenti ormai cresciuti. Per chi ha letto il capolavoro di Stephen King non è una novità: tutti se ne sono andati da Derry, a parte Mike, ma avevano giurato con il sangue che, se It fosse tornato, l'avrebbero fatto anche loro. E questo It... lo voleva? Perché il trailer ci mostra un perfetto scarto tra passato e presente, dandoci subito le coordinate per capire come sono cresciuti i nostri ragazzi, e come potranno essere le loro dinamiche dopo 27 anni di silenzio. It li aspettava, perché anche lui ha un lavoro da finire, il gusto dei Perdenti ancora gli balla tra le zanne. Vuole assaggiarlo a dovere. Ecco che allora il riposo di It mostrato nel trailer sembra sia servito a farlo tornare più famelico che mai. Chissà se con un po' di timore o no.

La cena al ristorante cinese

Un tuffo nei ricordi per gli amanti di King. Basta solo un'inquadratura per ributtarci in quel tavolo rotondo, attorno al quale i Perdenti si ritrovano e dove... beh, le cose non andranno esattamente per il verso giusto. Già azzeccare quella scena sarebbe un ottimo punto di partenza per questo secondo capitolo, in modo da acchiappare sia i fan del libro, sia coloro che hanno conosciuto questo It soltanto due anni fa. Perfetta la scelta di inserirla nel trailer, ma solo per pochi frammenti, piccole chicche sul punto di scoppiare, come biscotti della fortuna. C'è un lavoro da fare e bisogna portarlo a termine. Perché Mike è rimasto, a documentare e documentarsi, sapendo che il momento di alzare la cornetta sarebbe arrivato. Tutti sarebbero dovuti tornare a Derry. Peccato solo che qualcuno si sia fatto un bagno, prima.

Il tono

C'è poco da fare, già dal trailer il lato horror sembra prendere il sopravvento, mangiandosi la spensieratezza dei bambini (che potrebbe comunque essere usata nei flashback). L'ansia cresce, secondo dopo secondo, e questo Capitolo 2 dovrebbe proprio spingere sul suo lato più crudo, su quella labile speranza che vacilla sempre tra le pagine di Stephen King.
Dal libro si può (e si deve) prendere a piene mani, riempiendosi le braccia di fango e sporcando l'anima di tutta la sala. Perché ora i Perdenti sono adulti, e sebbene It continui a voler puntare sui terrori dei ragazzini, beh, in qualche maniera anche noi siamo cresciuti con loro, e dobbiamo affrontare paure più grandi, per sconfiggerle una volta per tutte. Altrimenti, dopo il secondo round, non avremo più un'altra chance, e 27 anni ci sembreranno sempre un periodo troppo breve con le strade non insozzate di sangue.

Rendere cinematografico il libro

Il primo capitolo, per esigenze narrative, faceva quel che poteva, adattando e sminuzzando il libro per confezionare un prodotto il più possibile vicino all'idea originale. Questo It - Capitolo 2, almeno dal trailer, sembra poter superare il suo predecessore, spettacolarizzando il terrore scena dopo scena, in una lotta continua tra orrore e realtà, con gli incubi pronti a mangiarsi il piccolo grande mondo di Derry. La sfida di Muschietti sarà proprio questa: esaltare le parti cinematografiche del libro di King, rendendo la lotta con It davvero universale, in un continuo rimbalzo tra presente e passato che culminerà con... il rito di Chüd? Difficile da rendere al cinema. Pare sia in sceneggiatura, ma per un elemento così importante nell'opera originale (e così dannatamente complesso da mettere in scena senza scadere nel patetico) sarebbe servito un David Lynch, e avremmo avuto la miglior scena mai concepita per il cinema. Muschietti potrà essere all'altezza? A settembre avremo la nostra risposta. Noi nel mentre stiamo a denti stretti, come gli spettri.

Quanto attendi: IT Capitolo Due

Hype
Hype totali: 64
84%
nd