Il futuro di Pirati dei Caraibi: all'arrembaggio con Margot Robbie

Mari, vascelli, tesori e misteri del franchise Disney attendono l'arrivo del film con la splendida protagonista, verso nuovi orizzonti da esplorare.

speciale Il futuro di Pirati dei Caraibi: all'arrembaggio con Margot Robbie
Articolo a cura di

La fredda accoglienza riservata all'ultimo Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar, e i molti problemi legali (e mediatici) legati a Johnny Depp, hanno convinto Disney a mettere la parola fine al franchise dei Pirati dei Caraibi per come eravamo abituati a conoscerlo. Anzi, meglio: hanno scelto di estirpare alla saga quella che è stata per più di un decennio la sua anima, il Capitan Jack Sparrow, costringendolo forse a una pensione cinematografica anticipata e spalancando le porte della serie a un nuovo protagonista. Il solo pensare a Pirati dei Caraibi senza Johnny Depp crea un vuoto abbastanza profondo nella mente degli appassionati, che devono ancora digerire con fatica la terribile notizia.

Tant'è, comunque, e infatti erano ormai anni che si discuteva di un reboot del franchise sotto un'ottica diversa, tematicamente e concettualmente più attuale, aperta ai cambiamenti in atto in quel di Hollywood e alle opportunità raggiungibili seguendo un percorso di sviluppo differente dal cucire addosso a Jack Sparrow un capitolo dopo l'altro. Ecco allora che arriva l'idea di rilanciare la saga cinematografica al femminile, revisionata più volte e alla fine concretizzatasi (almeno idealmente) grazie alla penna di Christina Hodson e al talento cristallino e allo splendido volto di Margot Robbie.

Navigare verso nuovi orizzonti

La clamorosa indiscrezione è stata diffusa dall'affidabile Hollywood Reporter, tanto da essere condivisa e ripresa da milioni di persone in poche ore e avere al contempo un forte sapore di ufficialità. Che Disney non fosse più felice dei risultati ottenuti dalla saga era chiaro da anni, ma che avesse davvero il coraggio di abortire un eventuale futuro di altri tre o quattro film con Johnny Depp - che resta una star amatissima - non se lo aspettava nessuno. Certo un peso significativo nella scelta della major lo ha sicuramente avuto il tran tran mediatico che circonda ormai da tre anni l'interprete, che si ritrova ancora adesso in un posizione non propriamente facile e felice, nonostante l'affetto di milioni di fan e un profilo Instagram che già vale miliardi, eppure il suo tempo non sembrava ancora scaduto. Evidentemente ci sbagliavamo, considerando che sarebbe in lavorazione anche un altro progetto legato al franchise che non vedrà in egual modo Depp tra i protagonisti (non resta che sperare in qualche piccola apparizione, magari in delle citazioni).

Interessante infatti il nuovo andazzo di Pirati dei Caraibi, pronto a biforcarsi ed espandersi in più rami cinematografici dopo 17 anni anni di vita. Da una parte assisteremo a un vero e proprio reboot della saga firmato da Craig Mazin (Chernobyl) e Ted Elliot - attualmente in lavorazione -, dall'altra alla prima e vera estensione dell'universo narrativo della serie con questo nuovo e intrigante progetto scritto dall'autrice di Bumblebee, Birds of Prey e del prossimo e attesissimo Flash di Andy Muschietti.

Su tutto, però, è la presenza di una star di alto calibro e seguito incredibile come Margot Robbie a dare ancora più concretezza e interesse a un Pirati dei Carabi al femminile, specie considerando la seconda collaborazione di fila con la penna amica dell'autrice. Già perché, con le riprese di The Suicide Squad di James Gunn terminate e Hollywood ancora in crisi dopo la Pandemia da Coronavirus, sembra proprio che il film Disney sarà uno dei prossimi e più vicini interpretati dalla Robbie, il che significa che potremmo vederlo al cinema già nel 2023.

Noi azzardiamo poi la possibilità che la star possa entrare all'interno delle scelte decisionali del titolo attraverso la sua compagnia di produzione, come d'altronde già fatto per Birds of Prey e per i prossimi Barbie di Greta Gerwig e Bad Monkeys - che interpreterà anche.
Il progetto più di alto profilo e autoriale ad attenderla è comunque il nuovo film ancora senza titolo di David O. Russell, dove reciterà al fianco di Christian Bale, il che significa che tra i film elencanti e in programma Pirati dei Caraibi è il solo grande blockbuster di prossima lavorazione (non considerando The Suicide Squad, in post-produzione).

La piega al femminile della saga Disney sarà qualcosa di completamente differente dalla serie madre con Jack Sparrow: avremo nuovi personaggi, un setting differente e una storia totalmente originale. Punto di connessione sarà ovviamente l'universo narrativo e il mitico produttore, dato che nelle retrovie Jerry Bruckheimer continuerà a supportare finanziariamente e decisionalmente il franchise.
Sorprendentemente, l'idea è stata accolta con giubilo anche dai fan più accaniti, probabilmente rincuorati dalla presenza della Robbie come protagonista, essendo un'attrice brillante e versatile che nel giro di pochi anni ha dimostrato di poter interpretare ruoli che spaziano da grandi badass a volti iconici come Sharon Tate, senza dimenticare poi il sensuale lavoro attoriale che è in grado di compiere con il suo corpo (The Wolf of Wall Street, Focus, La grande scommessa).

L'unica cosa che proprio non va giù agli appassionati è il ben servito freddo e davvero caustico riservato a Johnny Depp, che vorrebbero in qualche modo nel futuro del franchise, anche da non protagonista. Avere insomma la possibilità di salutare al meglio un compagno di tante avventure, agli albori persino vicino a vincere un Oscar, dal look eccentrico e seminale e impossibile da archiviare con così poco riconoscimento e leggerezza. "Comprende?"

Quanto attendi: Pirati Dei Caribi (Margot Robbie)

Hype
Hype totali: 7
54%
nd