Speciale I nuovi temibili Predators.

Approndimento sui temibili nuovi Predators.

Articolo a cura di

« Gli ho sparato dritto addosso 20 caricatori dell'M60, li ho vuotati. Niente di questa Terra sarebbe sopravvissuto » (Mac) « Se può essere ferito, può essere ucciso » (Dutch) Erano gli anni '80 il cinema action e sci-fi erano appannaggio quasi esclusivo di due attori larger-than-life: Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone. Ancora oggi, il carisma di queste due icone della cinematografia pare non volerne sapere di attenuarsi, considerata la spasmodica attesa relativa a The Expendables. Ma ora siamo qui per parlare della rinascita di uno dei più famosi brand collegati al nome della uber-star austriaca. Siamo qua per presentarvi delle succose novità su "Predators". Dopo gli scivoloni dei crossover "Alien vs Predator" e "Aliens Vs Predator: Requiem", del tutto incapaci di onorare come si deve le due aberranti creature, da anni presenti nell'immaginario collettivo non solo degli amanti della fantascienza, la major ha deciso di tornare indietro sui suoi passi. "Indietro sui suoi passi" vi starete domandando? Si, esatto. L'espressione che abbiamo adoperato è quella giusta. Correva l'anno 1994, e un giovane e talentuoso regista messicano chiamato Robert Rodriguez veniva approcciato dallo studio per realizzare una sceneggiatura su un Predator-movie che venne scritta mentre lavorava a Desperado. Il tutto si risolse in un nulla di fatto perché Fox, al tempo, ritenne troppo elevato il budget necessario al film. Col passare degli anni, e forse con la complicità della continua affermazione di Rodriguez (un cult-ambulante che acquista credito anche quando firma dei flop commerciali come "Grindhouse"), 20Th Century Fox si è resa conto di stare seduta su una potenziale miniera d'oro. Nel 2009, l'executive Alan Young ha richiamato il regista per comunicargli che lo studio aveva preso la decisione di rispolverare Predator partendo proprio dalla sua vecchia sceneggiatura. Il resto, come si suol dire è storia: Rodriguez ha ottenuto di poter girare il film, da lui prodotto e diretto da Nimrod Antal, presso i suoi Troublemaker Studios di Austin, in Texas, per poter mantenere un maggior controllo creativo sull'opera, potendosi così liberamente discostare da quell'impronta pulp-cartoonesca data agli alieni dai due crossover citati in precedenza. Manca ormai poco all'uscita del film, previsto per il 9 luglio negli States e per il 14 dello stesso mese in Italia e quindi la divisione italiana di 20Th Century Fox ha deciso di iniziare a distribuire del succoso materiale informativo sul di esso tramite alcuni dei più importanti website cinematografici italiani. Ieri è toccato ai nostri amici di Badtaste.it, che hanno ospitato un estratto del press-book relativo allo sforzo produttivo messo in atto per ricreare la giungla del film all'interno dei teatri di posa dei TM Studios e all'omaggio al personaggio di Dutch impersonato da Arnold Schwarzenegger nel film di John McTiernan del 1987. Oggi è la volta di Everyeye.it. Siamo orgogliosi di presentarvi la prima parte di un approfondimento focalizzato sui nuovi Predators. La seconda tranche, sarà on-line a partire da lunedì prossimo sulle pagine di Screenweek.it. Ora, largo al temibile bestirario alieno.

Predators secondo Nimrod Antal

"Il nuovo film prenderà le mosse poco dopo gli avvenimenti del primo Predator. Gli alieni, dopo aver scoperto che un membro della loro razza è stato ucciso sulla Terra, decidono di studiare gli umani all'interno di un ambiente controllato. Come cavie per l'esperimento, rapiscono killer da varie parti del pianeta (condannati, mercenari, malavitosi) e li piazzano poi all'interno di questo habitat dove una nuova caccia sta per avere inizio. Adrien Brody, Topher Grace, Alice Braga e Lawrence Fishburne saranno gli umani che, spiazzati e sospettosi l'uno dell'altro, non agiranno propriamente come una squadra. Oltre a questo, mentre percorrono il sottobosco sempre con un passo davanti ai loro iertecnologici cacciatori, scoprono che fra le loro fila potrebbe esserci un serial killer. "Sono tutti dei predatori" dichiara Antal "e puntano tutti alla gola del loro prossimo. Stiamo espandendo la mitologia, ma vogliamo anche che il film abbia un senso compiuto di per sé. Non vorrei sembrare arrogante, ma spero che l'immaginario del film possa essere differente da quanto già visto negli altri film"

I nuovi Predators.

Avvertenza: nel dossier vengono adoperati i nomi originali inglesi delle varie tipologie di Predator. Fox Italia non ha ancora stabilito se usare tali denominazioni anche nell'adattamento italiano di "Predators".


Avendo messo insieme un cast impressionante, dipendeva dai realizzatori rendere le loro stelle ultraterrene degne dell'eredità della prima pellicola. "Ritengo che la cosa che ha reso magnifico Predator sia il fatto che i personaggi umani andassero a braccetto con il Predator alieno, perché erano il modo per il pubblico di entrare nel film", commenta Rodriguez. "Dovevano identificarsi con i personaggi umani, in modo che quando loro erano impauriti, anche gli spettatori avrebbero dovuto provare timore per quello che stavano vedendo. Così, dovevamo cogliere perfettamente i personaggi umani, in modo da rendere il Predator ancora più forte. Uno senza l'altro non funziona. Così, non solo ci siamo concentrati sul rendere magnifici i personaggi umani, ma anche sul fatto che i Predators avrebbero dovuto avere delle personalità magnifiche e distinte, che non li rendessero semplicemente gli 'altri'. Sono dei personaggi completi".
Mentre le stelle umane hanno stretto un forte legame durante le prime settimane di riprese alle Hawaii, il cast di Predators e altre creature sono state preparate da un'importante gruppo di artisti e tecnici per le riprese a Austin. Gli storici collaboratori di Rodriguez Greg Nicotero e il suo collega Howard Berger, soci della KNB Effects Group, Inc., hanno ottenuto l'incarico di dar vita alle creature aliene e agli effetti speciali make-up. "E' una cosa veramente eccitante per noi, stiamo creando i personaggi che danno il titolo al film", commenta Nicotero.
Gli umani sopravvissuti compiono la stupefacente scoperta che il Predator originale è caduto vittima di questo 'aggiornamento', che loro capiscono essere il cacciatore supremo... e il Predator definitivo. Così, oltre a riportare in scena il Predator affettuosamente definito 'classico', la KNB ha creato tre nuovi Berserker Predators - Dog Handler, Falconer e Mr. Black. Questi rappresentano delle versioni più grandi, lunghe, snelle e mortali della specie che il pubblico si ricorda nei film precedenti. Inoltre, sono state ideate delle nuove creature che allargano la mitologia dei Predators, tra cui l'alieno Ram Runner e i Cani da caccia dei Predators.
Rodney J. Brunet, Chris Olivia e Alex Toader della Troublemaker Digital (TMS Digital), oltre all'artista concettuale Joe Pepe, ha iniziato a realizzare dei disegni preliminari che sono stati sviluppati dai designer alla KNB. Una squadra di 62 persone alla KNB, designer, artisti, scultori, modellisti e pittori, ha lavorato per circa 13 settimane nella loro struttura di 2.000 metri quadrati a Los Angeles.
"Ognuna di queste persone era coinvolta al 100% nel portare le migliori creature possibili in scena", dichiara Nicotero. "Shannon Shea, che fondamentalmente era il mio luogotenente in questa pellicola, ha lavorato con la società di Stan Winston sul Predator originale, quindi era decisamente coinvolto nel progetto" (Shea e l'attrezzista Tommy "Tom" Tomlinson erano i due membri della troupe che passavano il testimone, avendo collaborato al film originale del 1987).
"I tempi di realizzazione erano folli se si pensa al livello di lavoro"
, spiega Nicotero. "Ogni pezzo delle circa sedici creature totali (tra cui le controfigure) doveva essere creato da zero. Ogni dreadlock, gioiello, mandibola e qualsiasi altro elemento di queste creature doveva essere ideato, costruito e messo insieme".
Si conclude qua questa incursione nel mondo degli spietati cacciatori alieni. Vi ricordiamo che per restare sintonizzati con tutte le novità relative al film, basta iscriversi all'aggiornatissima Fanpage italiana del film ospitata su Facebook.

Che voto dai a: Predators

Media Voto Utenti
Voti: 125
6.7
nd