I migliori film anime del 2018: da Akira a Mirai

Ripercorriamo il 2018 nel segno dei film anime al cinema: tra novità assolute e grandi ritorni, l'anno è appena passato nel segno delle emozioni.

speciale I migliori film anime del 2018: da Akira a Mirai
Articolo a cura di

Il 2018, dal punto di vista dei film anime sul grande schermo nelle sale italiane, si è rivelato alquanto ricco. Grandi prodotti cult hanno accompagnato release maggiormente di nicchia per un'offerta che, in conclusione, possiamo ritenere soddisfacente per ogni tipo di appassionato: dagli amanti dei grandi classici fino ai fan di nuova generazione, l'annata che volge al termine è avvenuta anche nel segno delle pellicole di animazione orientale.
Ripercorriamo insieme, quindi, le uscite del 2018 al cinema prodotte dall'industria cinematografica giapponese. Prima di iniziare la nostra rassegna, però, è doveroso fare una precisazione: la nostra disamina è volta a elencare i titoli diffusi nelle nostre sale cinematografiche.
Per questo motivo non troverete produzioni come Dragon Ball Super: Broly o My Hero Academia: Two Heroes, pellicole uscite in Giappone nel corso di quest'anno ma che sono in dirittura d'arrivo nel nostro Paese soltanto nel 2019.

Fate/stay night: Heaven's Feel - I. Presage Flowers

Titolo in salsa fantasy quello della prima di tre pellicole cinematografiche della nuova saga tratta dalla serie di videogiochi di Fate. Diretto da Tomonori Sudo e prodotto dallo studio di animazione ufotable, Presage Flowers è uscito in patria nel 2018 ma è arrivato nei cinema italiani per un evento speciale grazie a Dynit solo nel mese di febbraio 2018.

La trilogia, che proseguirà a gennaio 2019 in Giappone con il secondo episodio intitolato Lost Butterfly, è un adattamento del terzo arco narrativo della visual novel omonima. Presage Flowers, in ogni caso, ripercorre la prima metà dei 16 giorni che compongono la Quinta Guerra per il Santo Graal. Per l'occasione, inoltre, i producer hanno infarcito il racconto di scene ed elementi inediti per approfondirne l'immaginario rispetto al titolo originale.

Akira 30th Anniversary

Il capolavoro cult firmato da Katsuhiro Otomo nel 1988, e ispirato alla serie manga realizzata dallo stesso autore dell'opera cinematografica, è tornato in primavera 2018 al cinema grazie a Dynit più in forma che mai. Akira 30th Anniversary, edizione giunta anche in variante home video con una fiammante steelbook Blu-Ray, è la versione restaurata di uno dei lungometraggi che ha contribuito a rendere l'animazione giapponese famosa nel mondo. L'opera, come sappiamo, si ambienta in un futuro distopico in cui la Terza Guerra Mondiale ha dilaniato l'ecosistema terrestre.

In una Tokyo futuristica dall'estetica cyberpunk, il giovane Tetsuo viene rapito e rimane vittima di esperimenti governativi volti a risvegliare Akira, un'entità soprannaturale che avrebbe causato il cataclisma che ha distrutto la metropoli nipponica trent'anni prima.
La versione 30th Anniversary, oltre a presentare un comparto estetico più rifinito e in alta definizione, ha portato per la prima volta in Italia un doppiaggio rivisto con un adattamento più fedele sia alla fonetica che ai testi originali. L'edizione definitiva, insomma, che nessun appassionato dovrebbe perdersi.

Ken il Guerriero - La Leggenda di Hokuto

Ken il Guerriero, in lingua originale Hokuto no Ken, è entrato di diritto negli annali della cultura pop di tutto il mondo. Il capolavoro di Tetsuo Hara e Buronson è diventato popolare soprattutto grazie alla serie anime degli anni '80, ma il successo è arrivato anche grazie ad alcune produzioni cinematografiche annesse: tra queste rientra la serie intitolata Ken il Guerriero - La Leggenda, una pentalogia di lungometraggi realizzati durante il decennio scorso e volti a riassumere la trama imbastita nella serie anime e nel fumetto originale.

In più, ciascun film introduce una serie di elementi di sceneggiatura inediti ed è narrato dal punto di vista di uno dei personaggi principali: Koch Media, nel corso dell'autunno del 2018, ha portato nei cinema Ken il Guerriero - La Leggenda di Hokuto, il primo dei cinque film citati pocanzi, completamente rimasterizzato in HD.
Il film culmina con l'epico duello tra Kenshiro e Sauzer e presenta al pubblico un personaggio femminile totalmente inedito e dalla caratterizzazione affascinante: la bella e forte Reina, che è anche la comprimaria dal cui punto di vista viene narrata la storia.

Mirai

Mirai no Mirai, questo il titolo originale dell'opera, è il nuovo capolavoro di Mamoru Hosoda, già regista di apprezzati lavori del calibro di Wolf Children (presente nel catalogo anime di Netflix). Il film, portato a novembre in sala da una collaborazione tra Dynit e Nexo Digital, narra la parabola del piccolo Kun, un bambino viziato di 4 anni la cui vita viene sconvolta dall'ingresso di un nuovo membro della famiglia: la neonata sorellina, Mirai.
Capriccioso e insolente, il bimbo farà di tutto per guadagnarsi le attenzioni degli indaffarati genitori a discapito della sorella, ma cade nello sconforto quando realizza che l'affetto dei suoi cari dovrà ora dividersi tra i due piccoli.

Kun, dunque, riversa la sua fantasia, le sue ansie e le sue turbe nel giardino di casa, dove proietta alcune figure mentali che lo condurranno in un viaggio onirico alla riscoperta dei sentimenti e del valore della famiglia, nonché di un ritrovato affetto per la sua piccola sorellina. Mirai è un'opera estremamente delicata e dai tratti persino surrealisti: una piccola perla della cinematografia d'animazione nipponica che ha infiammato il 2018 a suon di emozioni.

Penguin Highway

La nostra rassegna termina con un'altra produzione estremamente visionaria: Penguin Highway, film di Hiroyasu Ishida, distribuito in Giappone nell'estate del 2018 e giunto nelle sale italiane grazie a Dynit nel mese di novembre dello stesso anno, a chiudere la stagione degli anime al cinema da parte del celebre editore. Aoyama è un bambino di dieci anni estremamente diligente e ligio al dovere, desideroso di essere uno studente modello e di diventare un adulto esemplare.

Un giorno, però, la sua vita viene sconvolta quando la cittadina in cui vive viene invasa da orde di pinguini: un avvenimento che, a quanto pare, è legato a doppio filo al destino di sua sorella maggiore, che sembra possedere un qualche tipo di connessione con i pinguini.
Penguin Highway è una pellicola sui generis, a tratti folle, ma il suo stile e la sua trama visionaria ripercorrono il celebre romanzo omonimo da cui è tratto, che nel 2010 ha vinto il premio Nihon SF Taisho Award.

Che voto dai a: Akira

Media Voto Utenti
Voti: 22
8.1
nd