I 20 migliori film in esclusiva da vedere subito su Netflix

In questo periodo così difficile vediamo assieme i 20 migliori titoli Netflix in streaming, così da scegliere il film giusto per le nostre serate a casa.

speciale I 20 migliori film in esclusiva da vedere subito su Netflix
Articolo a cura di

In questi momenti bui c'è una luce sempre pronta ad accendersi: quella dello streaming. Rifugiarsi tra le centinaia di titoli disponibili online aiuta a far passare il tempo e Netflix sembra possederne una quantità sterminata. Numeri altissimi per una libreria digitale in cui perdersi, con il rischio di fare la scelta sbagliata e non riuscire a staccare il cervello nel modo migliore. Quindi come si può trovare il film giusto in mezzo a tutto questo marasma? Ci pensiamo noi, con questa pratica guida ai 20 titoli migliori Netflix, tra produzioni completamente originali, film distribuiti e tutto quello che si infila nel mezzo. Così, all'annosa richiesta "consigliami un bel film su Netflix", anche voi potrete rispondere.

Beasts of No Nation - Cary Joji Fukunaga (2015)

Il primo originale Netflix è un film diretto dal Fukunaga di True Detective. Beasts of No Nation vi sporcherà gli occhi di colori brillanti, mescolati al fango della guerriglia africana. Finirete dentro l'orrore grazie allo sguardo di un ragazzino e all'interpretazione magnetica di Idris Elba, capace di rendere pop tutto il marcio del conflitto.

Hell or High Water - David Mackenzie (2016)

Il vecchio west in una veste contemporanea. L'eco dei saloon e dei mezzogiorni di fuoco si sente ancora nelle vallate, ma della frontiera resta solo polvere, e qualche banca da rapinare. Qui si muovono due fratelli, convinti di poter svoltare la loro vita. Senza aver fatto i conti con lo sceriffo di uno splendido Jeff Bridges.

I Don't Feel at Home in This World Anymore - Macon Blair (2017)

Sangue, comicità, nichilismo, follia ed Elijah Wood con i nunchaku. Cosa volete di più? Dal Sundance a Netflix, Macon Blair scrive e dirige una commedia nera sopra le righe ma in grado di conquistare i cuori. Se decidi di farti giustizia dopo che i ladri sono entrati in casa, devi essere pronta a tutto.

Kodachrome - Mark Raso (2017)

Se volete una dramedy pronta a scaldarvi il cuore, con qualche bruciatura, allora Kodachrome fa per voi. Un road movie con un inedito Jason Sudeikis, una sfavillante Elizabeth Olsen e un maestoso Ed Harris. Colonna sonora perfetta per un film senza pretese.

Per primo hanno ucciso mio padre - Angelina Jolie (2017)

Angelina Jolie racconta con cruda dolcezza la rivoluzione degli Khmer Rossi in Cambogia. Da persona a formica operaia, dove le ideologie distruggono ogni forma di libertà. Tutto attraverso gli occhi di una bambina, che in mezzo alla morte voleva solo giocare.

The Meyerowitz Stories - Noah Baumbach (2017)

Famiglie sconclusionate, incomprensioni, New York e una sequenza di personaggi matti e adorabili. Noah Baumbach mette la firma su un film con il quale gratta il concetto di famiglia, lasciando una polverina fine e coloratissima. Riuscendo inoltre a ricalcare su Adam Sandler un ruolo perfetto.

Good Time - Josh e Benny Safdie (2017)

Un trip acido in cui perdersi tutta la notte. Netflix lancia la carriera dei fratelli Safdie, in questa corsa lisergica verso un futuro migliore. Robert Pattinson regala un'interpretazione magistrale, tentando di svoltare in mezzo a rapine, lampi al neon e una New York immersa tra luci e ombre.

Hold the Dark - Jeremy Saulnier (2018)

Alaska, lupi, gelo. E un ragazzino che scompare. A cercarlo viene mandato anche un naturalista, interpretato dallo strepitoso Jeffrey Wright. In Hold the Dark avrete sangue e violenza pronti a esplodere, con chirurgica precisione.

Annientamento - Alex Garland (2018)

Un corpo celeste cade su una costa degli Stati Uniti, dando il via a un fenomeno biologico elettromagnetico. A indagare sullo strano evento, dopo vari fallimenti, viene mandata Lena, ex soldato e biologa interpretata da Natalie Portman. Con Annientamento state davvero pronti a tutto.

La ballata di Buster Scruggs - Joel e Ethan Coen (2018)

Un racconto western a episodi infarcito della poetica dei Coen. Atipico nella sua follia, zeppo di personaggi sopra le righe, come se si volesse entrare nel Far West dall'uscio. Spalancandolo con un calcio.

Roma - Alfonso Cuarón (2018)

Roma è cinema tangibile, di quelli che ti si fissano nella mente colorandola di bianco e nero. La storia di Cleo, domestica nella Città del Messico di inizio Anni '70, diventa singola e universale, per una sola moltitudine in grado di raccontare, davvero, tutti noi.

Curtiz - Tamás Topolánszky (2018)

Casablanca ha fatto la storia del cinema. Ma chi ha fatto Casablanca? Curtiz è un film nostalgico, dove regista e storia raccontata si mescolano, fondendo i propri confini. Lacrime cinefile, citazioni imprescindibili e un rispetto totale per la materia narrata.

Dolemite Is My Name - Craig Brewer (2019)

Eddie Murphy incarna Rudy Ray Moore, stand-up comedian antesignano e inventore del personaggio di "Dolemite". Un film biografico capace di portarvi in un posto apparentemente al di là del mondo, ma poi, sotto sotto, vicino a tutti noi.

Klaus - I segreti del Natale - Sergio Pablos (2019)

Si può rivisitare la nascita del Natale nel 2019? Sì, affrontando il tema con nostalgica dolcezza. Klaus fa tutto e di più, scalda il cuore e brucia l'anima, in un turbinio di animazione classica. Una fiaba densa e reale, capace di abbracciarci tutti.

The Irishman - Martin Scorsese (2019)

Il canto del cigno dei gangster-movie firmato Martin Scorsese. Fortemente voluto da Netflix, The Irishman vi farà rivivere tutta la poetica del regista italoamericano. Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci lasciano il segno nostalgico per un tipo di cinema ormai al tramonto.

Storia di un matrimonio - Noah Baumbach (2019)

Charlie e Nicole sono una coppia sposata. Sono innamoratissimi. Stanno divorziando. Con due interpretazioni magistrali di Adam Driver e Scarlett Johansson, Noah Baumbach ci racconta tutti. Lacrime incluse.

I due papi - Fernando Meirelles (2019)

Film che prova a svelare i retroscena del rapporto fra Ratzinger e Bergoglio, interpretati con maestria da Anthony Hopkins e Jonathan Pryce. Dopotutto, cosa ha spinto Benedetto XVI a rinunciare al suo ruolo?

Atlantique - Mati Diop (2019)

Gran Prix Speciale della Giuria a Cannes, per un realismo magico capace di aprire uno squarcio sul Senegal. Una mareggiata di riscatto sociale e sentimenti inarrestabili, in un connubio perfetto tra sovrannaturale e contemporaneità.

Dov'è il mio corpo? - Jérémy Clapin (2019)

Dov'è il mio corpo? compie un lavoro dolce e chirurgico sul tatto, sull'importanza di sentire attraverso le mani. Distribuito da Netflix, si porta a casa una fetta di Cannes e un brandello di cuore del pubblico.

Diamanti grezzi - Josh e Benny Safdie (2020)

La vita di Howard, gioielliere newyorkese, è invasa dai crateri del gioco d'azzardo, dei debiti e delle bugie. Adam Sandler ruba lo sguardo in questa seconda perla dei Safdie, pronta a lanciarci nel nostro buco nero.