Speciale Harry Potter - Intervista

Harry Potter si mette in mostra, per la prima volta in Italia.

Articolo a cura di

L'epopea cinematografica di Harry Potter è arrivata ormai ufficialmente alla fine... non serve dirlo ormai, vista la fama che durante gli anni il bambino con la cicatrice a forma di fulmine sulla fronte ha riscosso in tutto il mondo, diventando un idolo per milioni di ragazzi. Tanti sono cresciuti con lui e hanno assaporato la suspense delle sue sempre più oscure avventure, tutte destinate a raggiungere un unico fine: la distruzione del Signore Oscuro. Annunciato dal preludio invernale di Harry Potter e i Doni della Morte - Parte I, l'epico scontro non è mai stato più vicino... finirà così com'è cominciato, annuncia con tono solenne Harry Potter nell'ultimo trailer di Harry Potter e i Doni della Morte - Parte II e tutti non vedono l'ora di scoprire come la fine sarà raccontata sul grande schermo. Nel frattempo sembra davvero inevitabile non perdersi nel fiume dei ricordi, ripercorrendo immagini di piccole star dai volti paffuti e mantelli svolazzanti. Sembra pensarla così anche Warner Bros. che ha organizzato, in questo primo fine settimana di luglio, due eventi che hanno portato tutta la magia di Hogwarts, completa di alcuni dei suoi protagonisti, nella capitale... con conseguenti e inevitabili isterie di massa babbane.

Panico in galleria

L'annuncio che alcuni tra gli attori protagonisti della saga sarebbero arrivati in Italia, per presentare degli eventi legati alla promozione dell'ultimo film, si è sparso con la velocità di un incantesimo, attirando, sin dalle prime ore del mattino, i più audaci potteriani, appostatisi davanti alle porte d'ingresso della Galleria Alberto Sordi di Roma. Di lì a poco si sarebbe, infatti, inaugurata una retrospettiva fotografica dedicata a tutti i film di Harry Potter usciti negli anni, una mostra dal respiro internazionale che per la prima volta ha permesso di sbirciare dietro le quinte della lavorazione dei vari capitoli cinematografici con immagini esclusive mai viste... una tappa davvero imperdibile sia per gli appassionati più accaniti che per i curiosi in visita nella capitale. A fare padrini della manifestazione sono arrivati sorridenti James e Oliver Phelps e la evanescente Evanna Lynch... ecco spiegata la folla che si aggira febbricitante tra i pannelli esposti e non perde occasione per allenare le proprie corde vocali con acutissimi urli. Dopotutto nel nostro Paese era capitato una sola altra volta che i talent della saga fossero chiamati a incontrare i fan e proprio i due gemelli si erano già dovuti fronteggiare con un fanbase davvero agguerrito. Forse troppo... inutile descrivere le modalità dell'accaduto, basti pensare che i ragazzi sono stati quasi immediatamente allontanati dalla Galleria per problemi di sicurezza, lasciando senza gli attesi sorrisi e autografi i fan in fila da ore. Immediatamente sono partiti i messaggi di scusa dei tre attori, promulgati sia attraverso i loro Twitter personali che attraverso un videomessaggio ufficiale Warner Bros.

Segreti fotografici

La mostra, che nelle prossime settimane sarà visibile anche a Napoli e Torino, si articola di diversi totem fotografici raffiguranti immagini di backstage che seguono la storia di Harry Potter fin dal primo anno. Curioso è vedere come i vari registi hanno lavorato con gli attori sul set, meravigliandosi della naturalità con la quale gli attori passano dalla loro espressione normale (o addirittura sorridente se si pensa a Ralph Fiennes nei panni di Voldemort) alle violente interpretazioni a cui danno vita poi sullo schermo. Un viaggio davvero interessante, capace ci affascinare anche chi appassionato della saga scritta da J.K. Rowling non lo è mai stato ma è interessato alle dinamiche di lavorazione di un blockbuster capace di smuovere l'economia cinematografica globale.

Turisti per un giorno

Dopo un giro turistico che li ha portati ai Musei Vaticani, Colosseo, Pantheon e in altri luoghi tipici del turismo romano, i tre interpreti del film si sono spostati sulle spiagge del Lido di Ostia, dove nel bel mezzo di Piazzale Magellano è stato eretto un cubo nero tutto dedicato alla saga di Harry Potter. All'interno una retrospettiva di costumi e oggetti di scena, provenienti direttamente dal set inglese. La folla attorno all'installazione, insofferente del caldo, scalpita impaziente di vedere gli attori che da anni danno il proprio volto agli inarrestabili gemelli Weasley e alla strampalata Luna Lovegood, brandendo libri e macchinette fotografiche nella speranza di immortalare in qualsiasi modo l'evento. Decisi ad accontentare i fan in qualsiasi modo, i tre attori sono riusciti anche a scambiare qualche parola con la stampa, sostenendo di essere davvero molto colpiti dall'entusiasmo travolgente che l'Italia riserva loro ogni volta... ma non solo.

Cosa ci è rimasto di HP!

Hai cominciato la tua esperienza con Harry Potter da lettrice. Ce l'hai messa davvero tutta per entrare a far parte del cast. Cosa puoi dirci ora che sei riuscita a portare a termine questa avventura?
EL:
Si, sono una fan di vecchia data di Harry Potter e riuscire a interpretare Luna è stato per me un piccolo traguardo. Significa essere parte di qualcosa di grandioso, oltre a essere stato un vero onore.

Invece voi gemelli avete vissuto a pieno tutta la saga, fin dalle prime inquadrature, insomma una vera e propria Harry Potter Experience.
OP:
Tutti questi anni sono passati così velocemente! Da non crederci. Un'esperienza unica e siamo felici sia stata un così grande successo.
JP: Inoltre vorremmo ringraziare i fan italiani: l'Harry Potter Italian Experience è stata straordinaria, siete così calorosi!

Evanna, si dice tu sia talmente un'appassionata della saga da aver dato ai tuoi gatti i nomi di alcuni dei personaggi. È vero?
EL:
Oh, si! È vero. Avevo un gatto di nome Grattastinchi... purtroppo sono passati tanti anni e ora è morto.

Che progetti hai per il futuro? Pensi continuerai la tua carriera da attrice?
EL:
Intanto devo completare gli studi universitari, poi si vedrà. Certo, se mi offriranno qualche nuova buona opportunità, la coglierò al volo!

Voi invece avete già fatto esperienze al di fuori di Harry Potter lavorando anche in TV. Che differenze trovare tra il medium cinematografico e quello televisivo?
JP:
È sempre una bella esperienza, ma ci sono ovviamente delle differenze... come ad esempio le tempistiche. Con il cinema hai molto più tempo per prepararti.
OP: Già, è proprio così!

Sono stati sicuramente dieci anni all'insegna del successo, che vi hanno regalato tante cose. Ma credete di esservi persi qualche qualcosa nel frattempo?
JP: Di sicuro ci mancheranno momenti emozionanti come questi. Comunque si, sono stati dieci anni davvero fortunati. Noi stessi siamo stati fortunati. Mi sento come se stessi perdendo un grande amico... e inoltre, con gli anni, abbiamo perso il nostro bel capello rosso! [Dice indicando i loro capelli, ormai castani, ndr]
OP: E io ho perso la mia bella vocetta squillante di quando ero più piccolo!

Hogwarts a Roma

Immersa in un'atmosfera magica, creata sapientemente con soffusi giochi di luce e il consueto tema di Edvige che si spande per tutto l'ambiente, la retrospettiva sui costumi di Harry Potter presenta per la prima volta in Italia alcuni tra gli outfit più famosi della saga. I fan potranno vedere da vicino le divise scolastiche di Hogwarts, oltre alla amatissima divisa da Quidditch di Grifondoro e l'abito indossato da Fred in Harry Potter e il Principe Mezzosangue. Curioso è poter ammirare questi costumi fin nei particolari, dal taglio antiquato delle scarpe, fino alla capacità di far apparire consunti e un po' fuori dal tempo persino gli abiti più normali di Harry al di fuori della scuola di magia. Tra le varie cose in esposizione anche alcuni esemplari della Gazzetta del Profeta e alcuni libri provenienti direttamente dal mondo magico, oltre a due delle bacchette impugnate durante i mille scontri a cui tanto siamo affezionati. Uno spazio apparentemente fuori dal mondo babbano, in cui respirare, anche se per pochi minuti, tutta la magia del mondo di Harry Potter.

Che voto dai a: Harry Potter e i doni della morte - Parte II

Media Voto Utenti
Voti: 111
7.8
nd