Godzilla vs Kong, l'analisi completa del primo trailer ufficiale

Il crossover del MonsterVerse si mostra finalmente in azione, e i dettagli e le curiosità da scoprire insieme sono davvero tante.

Godzilla vs Kong, l'analisi completa del primo trailer ufficiale
Articolo a cura di

La vita di Godzilla vs Kong non è stata poi così facile. La sua uscita originale era infatti prevista per il maggio del 2020, data rivelatasi improponibile dopo lo scoppio della Pandemia di Coronavirus, che ha spinto Warner e Legendary a posticipare il film di sette mesi, al novembre dello stesso anno. Per motivi riguardanti dei reshoot (a quanto pare lo studio non era del tutto soddisfatto di alcune parti del progetto) e la seconda ondata di contagi, comunque, anche la release autunnale è saltata, spostando nuovamente il film di sei mesi. In tutto questo arco di tempo, però, da parte della produzione è trapelato poco o nulla sul crossover del MonsterVerse, di cui persino l'appeal cinematografico è stato a lungo tenuto sotto chiave dalla major. Fino a poche settimane fa, in sostanza, il titolo era soprattutto un mistero: in termini di intreccio, di nuovi personaggi, di stile e metrica visiva.

Lo spettacolare trailer di Godzilla vs Kong pubblicato da Warner Bros nelle ultime ore ha però risolto la situazione, confermando per altro diversi rumor approdati online negli scorsi mesi e lasciandoci sbirciare per un paio di minuti quello che si preannuncia essere uno degli scontri cinematografici più epici degli ultimi anni. Non ci resta che addentrarci con dovizia di particolari nell'analisi del footage di Godzilla vs Kong, alla scoperta dei dettagli e delle curiosità più interessanti di questo primo first look ufficiale a uno dei blockbuster più attesi della prossima e imminente stagione filmica, anche se in America il titolo approderà in contemporanea su HBO Max.


Buoni e cattivi

Provando a srotolare il filo logico-consequenziale dell'intreccio del crossover, sembra proprio che siano passati ormai diversi anni dalla conclusione di Godzilla II: King of the Monsters e l'inizio di questi nuovi eventi. Molto probabilmente, il predominio del Predatore Alpha sui restanti kaiju ha permesso in qualche modo alla Monarch di tenere sotto controllo la situazione, provando a contenere questi Titani in modo da creare una delicata convivenza con gli esseri umani.

Il fatto è che nel trailer non viene mostrato nessun altro mostro famoso all'infuori di Godzilla e di King Kong, il che ci lascia pensare che ai fini narrativi del progetto o questi kaiju non siano più un problema, oppure lo diventeranno nel momento stesso in cui Godzilla deciderà di aver bisogno di loro.
Il setting preciso viene comunque chiarito dopo pochi secondi. Per ragioni sconosciute e forse esterne al volere stesso del Predatore Alpha (e questo ce lo dice la Madison Russel di Millie Bobby Brown), Godzilla sta attaccando diverse località del mondo senza apparente spiegazione, ma da una mappa mostrata nel trailer sembra che tutto ruoti attorno a una certa Apex. Al riguardo, Warner Bros. ha aperto una pagina twitter virale dedicata a una certa Apex Sciences, descritta come una società attiva nella "contingenza e nel controllo in una nuova era di mostri". Potrebbe dunque essere una sorta di evoluzione militarizzata se non addirittura governativa della Monarch, che per altro si legge essere in difficoltà in un momento tanto delicato. Sempre nella mappa notiamo che le zone d'attacco di Godzilla sono sparse tra l'Africa e il Sud America, nonostante non se ne comprenda il collegamento preciso.

Qualunque sia il vero intento del Predatore Alpha, solitamente dalla parte degli umani e qui invece trasformatosi in nemico, la Monarch capisce di aver bisogno dell'aiuto di King Kong, tornando dunque a Skull Island a recuperarlo. Per farlo senza subire ritorsioni da parte del Re dei Primati, pare che decidano di servirsi di una bambina indigena dell'isola, con cui sembra che il nuovo personaggio interpretato da Rebecca Hall instauri anche un particolare legame affettivo.

Kong è comunque deciso a seguire e proteggere la piccola e per questo viene preso in custodia dalla Monarch e caricato su di una portaerei per arrivare nel mondo civilizzato, ma nel bel mezzo del tragitto viene intercettato da Godzilla, dando vita a uno scontro di proporzioni straordinarie tutto ambientato in alto mare (inoltre questa volta Godzilla il raggio nucleare lo spara sott'acqua, ristabilendo le proporzioni un po' sbilanciate in King of the Monsters).

Le cose iniziano a farsi strane e interessanti a metà del trailer. Vediamo due nuovi personaggi: quello di Damian Bichir (Walter Simmons) e di Eiza Gonzalez (Maya Simmons, forse la figlia del primo), i cui ruoli non sono ancora ben inquadrati all'interno della storia. Vediamo anche Shun Oguri nei panni di Ren Serizawa, figlio del compianto Dr. Ishiro Serizawa, forse intenzionato a combattere Godzilla con una nuova tecnologia - la vediamo alle sue spalle -, che non dovrebbe essere altro che un gigantesco Mechagodzilla (il cui look potrebbe essere già stato mostrato proprio a inizio trailer, quando viene distrutta la città).

Questo confermerebbe i rumor e le immagini non ufficiali del merchandising trapelati mesi fa, rendendo tutto più grande e interessante e stuzzicando ancora di più la curiosità dei fan.
La Hall dice poi: "I miti esistono. C'è stata una guerra. E loro sono gli ultimi rimasti". Si riferisce certamente ai Titani e la cosa intrigante sono le immagini che scorrono nel filmato durante queste parole, perché sembra di essere in un altro mondo. Kong è attratto da una roccia dove c'è l'impronta della mano di un primate in cui si identifica. È un lascito della sua specie, probabilmente la culla della sua civiltà e della civiltà stessa dei Titani, ma dove siamo esattamente? Alle spalle di Kong, molto in alto, c'è una sorta di veicolo che sembra essere mosso da una strana propulsione con scarichi blu. Sì, sembra proprio un'astronave ma l'idea è che astronave non sia, perché quel luogo dovrebbe essere La Terra Cava, già teorizzata da William Randa in Kong: Skull Island come motivo di molti disordini tettonici. Molto probabilmente in Godzilla vs Kong si raggiungerà questo luogo nei meandri della Terra (vediamo anche come il cielo in realtà sia uno strato più o meno continuo di roccia), che di primo impatto appare come un mondo semi-preistorico ancora abitato da pericolosi mostri volanti che entrano in conflitto con Kong.

A nostro avviso, inoltre, quei veicoli di cui parlavamo poco sopra dovrebbero essere frutto dell'avanzata tecnologia della Monarch o della Apex, entrambe intenzionate a raggiungere la Culla dei Titani.
Siamo più o meno certi del fatto che sia proprio nella Terra Cava che Kong recuperi la sua mitica ascia per lottare poi in superficie con Godzilla e tenere addirittura testa al suo raggio nucleare.

Le domande a cui rispondere restano comunque molte: perché Godzilla è in berserk? Alla fine ci sarà un ribaltamento dei ruoli? Cosa vuole la Apex? Ma soprattutto: quale dei due kaiju si piegherà all'altro? Le parole della Hall lasciano presagire uno showdown ai limiti del leggendario: "Kong non si piega a nessuno". Certo, ma Godzilla resta il Re dei Mostri. Il futuro del mondo è quanto mai in bilico.

Quanto attendi: Godzilla vs Kong

Hype
Hype totali: 122
73%
nd