Speciale Ghostbusters - Acchiappafantasmi

Tornano, in Blu-Ray, gli acchiappantasmi più mitici di sempre con entrambe le loro esilaranti avventure

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Nel 1984 la città di New York fu sconvolta da una serie di inquietanti ed inspiegabili eventi paranormali, in particolare di natura ectoplasmica. Strampalati ma pericolosi fantasmi si aggiravano minacciosi per le strade della Grande Mela terrorizzando i cittadini. Fu allora che tre coraggiosi dottori universitari, esperti in parapsicologia, entrarono in scena coalizzandosi e formando una spietata ed efficace squadra di acchiappafantasmi. Nacque così Ghostbusters, un film immortale che ancora oggi, a trent’anni di distanza, ha mantenuto intatto il proprio fascino arrivando dritto al cuore delle nuove generazioni, dopo aver già sedotto in passato il pubblico di tutto il mondo. In occasione del trentesimo anniversario dell’uscita del film, la Universal Pictures Italia distribuisce in Home Video, dal prossimo 8 ottobre, il primo film in una esclusiva edizione Blu-ray e, per la prima volta in Alta Definizione, il secondo capitolo della saga, Ghostbusters 2. Sempre l’8 ottobre sarà disponibile un originale e imperdibile cofanetto da collezione con entrambi i film, Ghostbusters e Ghostbusters 2 in Blu-ray ad alta definizione e con numerosi contenuti speciali, tra cui trailer originali, commento dei protagonisti del film, scene eliminate, storyboard e una esclusiva gallery fotografica. Ghostbusters - Acchiappafantasmi incassò oltre 430 milioni di euro al botteghino internazionale, venne nominato agli Oscar del 1985 nelle categorie Migliori costumi e Miglior colonna sonora e divenne in breve tempo un vero e proprio fenomeno di massa. Andiamo dunque insieme alla scoperta dei segreti della Ghostbusters mania.

Il cast

Il concept originale è opera di Dan Aykroyd, da sempre appassionato di fenomeni legati al paranormale e protagonista nel ruolo dell’acchiappafantasmi Raymond Stantz, un laureato dal carattere socievole e “motore” del gruppo. Fu il primo, infatti, ad interessarsi dell’apparizione di un fantasma nella Biblioteca di New York convincendo e coinvolgendo i suoi due colleghi, Peter ed Egon, a formare una squadra che avesse potuto dare la caccia agli spiriti che infestavano New York. Inizialmente avrebbe dovuto far parte del cast anche l’amico fraterno di Aykroyd, James Belushi, poi sfortunatamente rimasto vittima di una overdose prima dell’inizio delle riprese. Anche Eddie Murphy declinò l’offerta, per partecipare alla commedia action Beverly Hills Cop. I due vennero quindi sostituiti da Bill Murray, nei panni di Peter, lo “scettico” del gruppo e Harold Ramis, nel ruolo di Egon il “cervellone”, l’ideatore della tecnologica attrezzatura degli acchiappafantasmi. Allo straordinario trio si aggiunge Ernie Hudson alias Winston Zeddemore, l’ultimo arrivato in casa Ghostbusters e unico membro del gruppo a non essere laureato. La quota rosa viene, invece, garantita da Annie Potts, la segretaria Janine, segretamente innamorata di Egon, e da Sigourney Weaver nelle vesti di Dana Bannet, una giovane donna che si rivolge ai Ghostbusters dopo aver scoperto una presenza maligna nella sua casa.

La serie animata per la tv

Sulla scia del successo del film, nel 1986 venne realizzata una serie televisiva a cartoni animati che ebbe un notevole successo fino al 1991, anno in cui andò in onda l’ultimo episodio. The Real Ghostbusters, nome scelto per esigenze di copyright, permise al pubblico di approfondire la conoscenza degli ormai celebri quattro acchiappafantasmi che mantengono anche in questo caso i loro nomi originali. Ritroviamo quindi Egon, Raymond, Peter e Winston, accompagnati dall’ormai inseparabile Slimer, un simpatico fantasmino che nella terza e quarta stagione divenne il vero protagonista tanto che la serie venne ribattezzata Slimer! And The Real Ghostbusters e largo spazio venne dato proprio alle avventure con protagonista l’ectoplasma, ormai amatissimo dal pubblico dei più piccoli e non solo. In realtà ci sono delle differenze con il film del 1984 e la prima riguarda proprio le caratteristiche di Slimer, qui buono mentre nel film per il grande schermo appariva sia nell’originale che nel seguito come un fantasma malvagio. Altre differenze riguardano l’attrezzatura degli acchiappafantasmi, il colore delle tute e le fattezze dei protagonisti che non ricordano poi molto, nell’aspetto, gli attori in carne e ossa. Infine, vennero introdotti nuovi personaggi come il crudele Professore Dweeb intenzionato, con l'ausilio della sua cagnetta Elisabetta, alla eliminazione dello stesso Slimer.

Videogiochi

Praticamente immediato fu anche il rilascio sul mercato di un videogioco ispirato al film originale del 1984. La prima trasposizione fu realizzata proprio nello stesso anno di uscita del film, ad opera della Activision e fu distribuita, tra le altre, su piattaforme Commodore ed Atari. In seguito vennero realizzate diverse versioni ispirate ai due film e alla serie tv e il mito dei Ghostbusters si alimentò grazie alla presenza dei quattro protagonisti in sala giochi e su console portatili, come il Game Boy. Più recentemente, nel 2009, è stato distribuito in Italia, Ghostbusters: Il videogioco, ancora una volta ispirata alla omonima serie cinematografica. Disponibile in particolare per Xbox 360, PlayStation 3, Nintendo Wii e Windows e ambientato nella New York dei primi anni novanta, è stato concepito dagli stessi Dan Aykroyd e Harold Ramis che hanno realizzato una storia originale per l’occasione e prestato la loro voce insieme a Bill Murray, Ernie Hudson e Annie Potts. Per creare continuità con le due pellicole del 1986 e del 1989 sono state inserite diverse citazioni che strizzano l’occhio ai fan e che riportano alla memoria non solo il capolavoro del grande schermo ma anche l’omonima serie animata.

Merchandising

Negli anni ottanta la popolarità per gli acchiappafantasmi aveva ormai raggiungo straordinari picchi. Era ufficialmente scoppiata la Ghostbusters mania. Proprio in questo periodo venne realizzata una linea di giocattoli dalla Kenner che si ispirava ai protagonisti della serie animata e che ottenne uno straordinario successo grazie alla riproduzione di Peter, Egon, Winston e Raymond, Janine, Slimer e altri simpatici (e meno) fantasmi protagonisti del cartone animato. Nel 2009, in occasione dell’anniversario che andava a celebrare il venticinquesimo anno dall’uscita del film in sala, la Mattel ha, invece, realizzato delle figure da collezione, questa volta con le vere fattezze di Bill Murray, Dan Aykroyd e degli altri protagonisti del dittico cinematografico. Alte da 6 a 12 pollici, omaggiano fedelmente il film di Ivan Reitman sia in termini di abbigliamento e apparecchiature che nella riproduzione dei tratti somatici e delle caratteristiche fisiche dei quattro acchiappafantasmi. Nel 2014, infine, in occasione del trentesimo “compleanno” del film, anche la Lego ha voluto omaggiare i celebri acchiappafantasmi con un esclusivo set con protagonisti i quattro Ghostbusters e una riproduzione della celebre ectomobile. Tutto, ovviamente, in versione mattoncino.

Che voto dai a: Ghostbusters - Acchiappafantasmi

Media Voto Utenti
Voti: 2
8.5
nd