Festa del Cinema di Roma 2022, il nuovo volto dell'evento capitolino

Il mondo della Settima Arte sarà protagonista della Città Eterna 365 giorni all'anno, con eventi e iniziative dedicate fino alla Festa vera e propria.

Festa del Cinema di Roma 2022, il nuovo volto dell'evento capitolino
Articolo a cura di

Nella sala dello Spazio Risonanze dell'Auditorium Parco della Musica, si è tenuta in mattinata la conferenza stampa di presentazione delle nuove attività capitoline promosse e ideate da Fondazione Cinema per Roma, principale organizzatrice della Festa del Cinema di Roma, appuntamento solitamente autunnale. Dopo tante edizioni curate da Antonio Monda, da quest'anno l'evento vede una nuova direzione artistica a firma Paola Malanga, così come la Fondazione vede in Gian Luca Farinelli un nuovo presidente dopo la lunga guida di Laura Delli Colli. Aria di cambiamenti - anche politici e culturali - che se da una parte hanno fatto storcere il naso a molti, dall'altra sembrano promettere novità interessanti, specie per una lista di appuntamenti cinematografici che andranno a ravvivare la Città Eterna nel corso dell'estate. Scopriamoli insieme.

Estate romana

Il primo passo della Fondazione per dimostrare un netto cambiamento rispetto al passato è quello di mostrare la sua costante presenza nel territorio capitolino. Non c'è solo la festa perché il cinema non abita e non può abitare Roma soltanto 10 giorni all'anno. Il cinema deve essere assiduo e partecipe residente della città, instancabile compagno per appassionati e cinefili, stampa e non. Per questo la Fondazione ha deciso di cominciare dall'estate a organizzare proiezioni speciali, incontri e iniziative in alcuni dei luoghi più iconici di Roma.

Eventi possibili anche grazie alla sinergia con il Ministero della Cultura, che ha ad esempio messo a diposizione della Fondazione la meravigliosa arena del Parco degli Acquedotti, in cui dal 20 luglio si terrà una straordinaria rassegna di capolavori restaurati, quasi fosse un'intera retrospettiva culturale sulla potenza immortale delle immagini e sul valore delle stesse nel corso del tempo. 600 posti per una rassegna giornaliera lunga 16 giorni, fino al 4 agosto, e gratuita fino a esaurimento posti. Poco dopo, dal 18 agosto, toccherà alla piattaforma galleggiante del Floating Theatre di Alice nella Città ospitare un corposo programma (ancora in allestimento) estivo - fino al 25 settembre -, questa volta in direttissima collaborazione con la Festa del Cinema di Roma. Tra gli eventi più imperdibili di luglio, ruolo di risalto lo ha sicuramente la versione restaurata di Vacanze Romane di William Wyler, che per l'occasione trasformerà la sontuosa Via Veneto in una grande sala cinematografica all'aperto. Lo schermo occuperà gli spazi delle Mura Aureliane e anche qui saranno disponibili 600 posti totali e gratuiti, fino a esaurimento. Inoltre il 16 giugno comincerà la decima edizione di Cinema al MAXXI, suddivisa in due parti: la prima, tra sperimentazione e innovazione nel cinema italiano, si chiuderà il 28 luglio, mente la seconda, tra novembre e dicembre, sarà dedicata ai migliori documentari italiani.

Un concorso vero e proprio

La curatela artistica di Monda ha sempre sostenuto la necessità di rendere giustizia e onore al termine "Festa", dunque creando un ambiente non competitivo e concorrenziale ma amichevole, rilassato e aperto al pubblico e alle sue scelte. Di fatto un evento dove non c'erano dei veri vincitori e vinti ma solo partecipanti. Con l'arrivo di Paola Malanga la Festa diventa nuovamente Festival nell'anima, aprendo le porte a un vero e proprio concorso internazionale con tanto di giuria di esperti del mondo del cinema.

La diciassettesima edizione della Festa del Cinema di Roma si terrà quest'anno dal 13 al 23 ottobre e introdurrà per l'appunto il concorso ufficiale, rinominato Progressive Cinema. L'intenzione è quella di avvicinarsi ai più blasonati e anziani festival internazionali come Cannes e Venezia, mutare pelle per evolvere intenzionalmente in meglio, in qualcosa che abbia un risalto internazionale ben più marcato.

Affianco a Progressive Cinema ci saranno poi altre 4 sezioni non competitive: Freestyle, che accoglierà una serie di titoli di formato, stile e durata liberi, comprese anche serie TV e videoclip; Gran Public, dedicata al mainstream; Best of 2022, che ospiterà i migliori titoli già passati in altri festival internazionali (che era poi il modello Monda per la Festa in generale); Restauri e Retrospettive, già esistente anche in passato.

A cambiare anche gli incontri con il pubblico, fiore all'occhiello della Festa organizzata dall'ex-curatore artistico che ora saranno ospitati nella sezione Paso Doble, dove dialogheranno tra loro due autori (un po' come l'Actors on Actors di Variety), e Absolute Beginners, dedicato alla rievocazione dell'esordio di un autore affermato nel mondo del cinema.

In conclusione, a partire dal prossimo anno, già dal 1° gennaio 2023 la splendida location della Casa del Cinema di Roma a Villa Borghese sarà presa in gestione dalla Fondazione, che si occuperà anche della programmazione annuale nella stessa con la volontà di renderla più viva e aperta ai grandi eventi e a importanti proiezioni.

Quanto attendi: Festa del Cinema di Roma 2021

Hype
Hype totali: 2
50%
nd