Enola Holmes 2: quali sono i punti forti del sequel con Millie Bobby Brown?

Dall'ironia del film al coinvolgere in prima persona il pubblico nel caso: cosa ci ha convinto di questo ritorno su Netflix?

Enola Holmes 2: quali sono i punti forti del sequel con Millie Bobby Brown?
Articolo a cura di

Come avete potuto vedere dalla nostra recensione di Enola Holmes e nella recensione di Enola Holmes 2, entrambe le pellicole hanno saputo convincerci equamente riscontrando in ambedue sia pregi che difetti. Questo perché i film dedicati alla sorella minore del detective letterario Sherlock Holmes, anche lei protagonista di una propria saga di libri da cui Netflix si ispira per le proprie produzioni, hanno saputo tanto intrattenerci con spensieratezza, quanto farci riconoscere alcuni limiti che le narrazioni hanno presentato. Eppure, anche più dell'uscita sulla piattaforma del primo capitolo, questo Enola Holmes 2 nel catalogo dei film di novembre 2022 di Netflix ha ampiamente conquistato un larghissimo numero di pubblico, che ha reso il prodotto uno dei più visti della finestra streaming fin dal momento della sua uscita.

Forse perché, in fondo, la protagonista interpretata da Millie Bobby Brown un po' mancava al pubblico, e forse anche perché chi era stato magari scoraggiato dal primo film o non era rimasto pienamente soddisfatto ha cercato di dare una seconda possibilità a Enola, lasciandosi a propria volta convincere. Per quanto infatti Enola Holmes avesse suscitato delle simpatie che avevano portato ai soliti stan account o a creare luoghi di dialogo online interamente dedicati all'eroina e alle sue storie, è indubbio che la pellicola presentasse comunque qualche limite nel racconto che, proprio col secondo capitolo, è riuscita invece in parte a superare. Un continuare presentando ancora certe questioni troppo arzigogolate e che tendono ad allungare inutilmente la narrazione del caso preso in analisi, ma che in Enola Holmes 2 vengono anche bilanciate da una sorta di maturità inedita di cui si fanno carico opera e protagonista.

Enola Holmes, una vera detective

Nonostante la freschezza che Millie Bobby Brown ritrova nel vestire i panni della sua investigatrice, è infatti un impegno ancor maggiore quello che il personaggio deve mettere nel sequel per dimostrare agli altri e a se stessa di essere qualcuno su cui poter contare.

Una figura pronta a prodigarsi per chi ha subito un furto o per risolvere un omicidio. Il voler riconfermare un ruolo di cui si è avvalsa ufficialmente con il caso chiuso della prima pellicola e su cui vuole mettere un sigillo dimostrando di essere in grado di continuare nel medesimo mestiere intrapreso dal fratello. Enola perciò, quando le incombenze e le spese la costringeranno a chiudere l'ufficio, non potrà che accettare anche gratuitamente di aiutare una giovane ragazzina così da permetterle di ritrovare la sorella e, a sua volta, legittimarsi nuovamente e ufficialmente come investigatrice privata. Una forza di volontà che è quella che sospinge la narrazione di Enola Holmes e diventa più solida ad ogni passaggio che il personaggio riesce a svelare, e che la condurranno sempre più in una truffa scandalosa e mortale la quale sarà pronta a fermare. Si può affermare che è una certa coscienza quella che si assume e si respira in Enola Holmes 2, che ci fa trovare la protagonista meno smaniosa, bensì più concentrata e focalizzata sul dimostrare che gli eventi che l'hanno condotta a risolvere il caso precedente non sono stati dettati dalla fortuna, ma da un fiuto che la contraddistingue e che metterà al servizio della sua piccola cliente.

Un'icona femminista

Maturità che va di pari passo nel racconto con la delineazione del discorso femminista che il sequel porta in avanti così come era stato per il primo film e che riesce a integrare meglio non tagliando concetti e argomenti con l'accetta, ma sapendoli amalgamare al meglio nella storia.

Renderli fatti più che sole parole con cui spronare e spingere Enola ad essere una donna arguta e indipendente, tramutando le discussioni in azioni e risultando quindi assai più impattanti. Enola diventa così, a tutti gli effetti, un'eroina da prendere ad esempio, che sa benissimo come cavarsela da sola, ma non ha il timore di affidarsi agli altri o di esprimere i propri sentimenti. Una ragazzina che diventerà una donna a tutti gli effetti, la quale deciderà di dover proseguire su quella che ritiene la sua strada e portando con sé tutti gli insegnamenti dettatigli della madre interpretata da Helena Bonham Carter, ancora una volta il personaggio più irriverente e fuori di testa della saga di Enola Holmes. Questo riuscire ad affinare la sceneggiatura e il messaggio che vuole mandare agli spettatori è ciò che contribuisce ad una scorrevolezza più fluida che denota Enola Holmes 2, nonché un'indagine che si apre sempre di più ad ogni svolta su cui la protagonista conduce gli spettatori.

Un'inchiesta in cui il pubblico viene tirato in ballo per fare da subito le proprie supposizioni e potendosi così porre al fianco della protagonista per scoprire chi ha architettato la scomparsa di una giovane ragazza e tutti i misteri che la avvolgono. Usare pochi personaggi per creare una propria scacchiera su cui farli muovere e cercare di colpire con uno scacco matto il colpevole. Il passare la lente di ingrandimento anche allo spettatore così da renderlo partecipe in prima persona, facendolo dedicare e appassionare ancora di più alla storia.

Un'ironia che va a segno

Infine, è una maggiore ironia quella che si percepisce da Enola Holmes 2, anche questa ripensata dopo la pellicola che ha dato il via al personaggio su Netflix, che pur riconoscendo una simpatia che rimane simile e conforme in entrambe le pellicole, risulta più pungente e centrata col seguito. Aspetti della commedia che è la protagonista Brown a rivelare e che si abbinano alla tendenza della giovane a rompere la quarta parete, interpellando direttamente il pubblico e così anche la sua risata.

Un ritorno spumeggiante e insigne quello dell'intrepida Enola, che dà semplicemente il via a un inedito cammino che la detective dovrà proseguire a solcare, e che probabilmente rivedremo proprio nei territori della libreria multimediale della piattaforma di Netflix con i suoi prossimi sequel.

Che voto dai a: Enola Holmes 2

Media Voto Utenti
Voti: 12
6.7
nd