Marvel

Doctor Strange nel Multiverso della Follia, i segreti del trailer ufficiale

Scopriamo insieme i primissimi dettagli in video dell'atteso sequel Marvel Studios diretto dal mitico Sam Raimi, un cinecomic tutto da esplorare.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia, i segreti del trailer ufficiale
Articolo a cura di

Mentre tenta di aiutare Peter Parker a rispedire nei rispettivi universi super villain del calibro di Doc Oc o Green Goblin (ne parliamo a fondo nel nostro speciale sul finale di Spider-Man: No Way Home), il Doctor Strange di Benedict Cumberbatch è apparso finalmente sul web e in versione ufficiale nel primo e promettente trailer di Doctor Strange nel Multiverso della Follia. Il footage è identico a quello mostrato come seconda scena post-credit nel cinecomic di Jon Watts, solo qui confezionato con tutti i crismi del materiale promozionale.

È bene poterne comunque parlare apertamente a una settimana dalla visione effettiva al cinema, anche perché sembra anticipare qualcosa di davvero intrigante in correlazione con almeno tre altri progetti del Marvel Cinematic Universe, in una concatenazione di eventi che dovrebbe lasciarci addentrare sempre più a fondo nel Multiverso - appunto -, un concetto di cui cinematograficamente parlando sappiamo ancora molto poco.

Le Varianti del Dottore?

Il trailer si apre con un chiaro rimando a No Way Home e all'incantesimo che l'ex-Stregone Supremo (ora è Wong) ha lanciato per aiutare Peter, destabilizzando per colpa del ragazzo la stabilità del Multiverso e della realtà. In verità, con la morte di Colui che Rimane in Loki, il Multiverso si era già incrinato, dunque bisognerebbe capire al meglio la continuity tra la serie Disney+ e il terzo capitolo di Spider-Man, così da leggere al meglio anche i futuri eventi del sequel di Doctor Strange.

Ad ogni modo, sembra che questa "profanazione della realtà" di cui viene accusato Stephen Strange abbia maturato delle serie conseguenze per il nostro supereroe, tanto che nel filmato si parla proprio di un'azione che non resterà impunita. C'è qualcosa che turba il Dottore, probabilmente delle visioni disastrose o di morte imminente. Non è chiaro se si trovi all'interno di qualche dimensione a noi ancora sconosciuta o in una sorta di incubo, ma la realtà sembra frantumarsi attorno a lui, lasciando solo macerie e detriti, trasportandolo in una sorta di limbo difficile da decifrare. Forse anche per venire a capo di questo problema, avendo saputo degli eventi di Westview in WandaVision, Strange decide di chiedere aiuto a Scarlet Witch (Elisabeth Olsen), entrata in possesso del mistico e potente Darkhold, uno dei tomi mancanti dalla biblioteca di Kamar-Taj. Quando incontra la collega Vendicatrice, il Dottore dice "ci serve il tuo aiuto", al plurale, riferendosi a Wong, all'amata Christine (Rachel McAdams) e probabilmente alla new entry America Chavez (Xochitl Gomez), che infatti vediamo a più riprese all'interno del filmato.

In seguito, un susseguirsi di immagini di dubbia decifrazione: una porta che si apre su di una dimensione differente, con delle macerie che volteggiano in un cielo tramonto; una nube nera pronta a investire Kamar-Taj e poi il ritorno di Mordo - adesso rivale - che dice "mi dispiace Stephen", probabilmente lì per dare a Strange la punizione di cui parlavamo poco sopra.

Le cose si fanno ancora più interessanti verso la fine del trailer, quando sentiamo dire sempre a Mordo che "la più grande minaccia per il nostro universo sei tu", nel mentre lo vediamo combattere proprio contro Strange, in manette, vestito interamente di blu e senza mantello.

Poi esplosioni e feriti, il Minotauro che combatte contro i maghi di Kamar-Taj con degli alleati di cui sappiamo ancora molto poco e in conclusione gli elementi più affascinanti e di riconnessione con il terzo progetto del MCU oltre a WandaVision e a Spider-Man: No Way Home. Uno degli incantesimi che lancia Strange durante quella che sembra sempre essere la battaglia a Kamar-Taj, delle sue mani escono delle specie di serpenti, una magia onestamente lontana da quella finora apparsa in live-action nel MCU.

Questo dovrebbe allora ricollegarsi alla storia alternativa del Dottore in What If...? e all'ampliamento sconsiderato dei suoi poteri tramite assimilazione, lasciandolo divenire fin troppo pericoloso e squilibrato, oscuro. E infatti, appena dopo una scena dove vediamo Strange combattere contro un mostro ciclopico pieno di tentacoli, il protagonista appare immerso in una dimensione differente dall'atmosfera tetra e malata, probabilmente aperta da un suo stesso incantesimo. Qui però sembra incontrare la sua versione oscura, che non è assolutamente chiaro se sia una Variante o una visione dello Strange futuro semmai perderà il controllo - come poi accadeva in What If...? La speranza è di poter avere novo materiale e ulteriori informazioni a breve, anche se l'uscita di Doctor Strange nel Multiverso della Follia dista ancora cinque mesi, prevista per maggio 2022.

Quanto attendi: Doctor Strange in the Multiverse of Madness

Hype
Hype totali: 103
85%
nd