DeadPool

Deadpool vs Deathstroke, sfida tra mercenari: somiglianze e diversità

Breve confronto tra i i due anti-eroi dei fumetti Marvel e DC, molto simili ma allo stesso tempo completamente differenti.

speciale Deadpool vs Deathstroke, sfida tra mercenari: somiglianze e diversità
Articolo a cura di

Manca poco, ormai, all'uscita nelle sale dell'attesissimo Deadpool 2 di David Leitch, secondo capitolo cinematografico del franchise dedicato al Mercenario Chiacchierone interpretato sul grande schermo da Ryan Reynolds. In attesa della recensione (in arrivo dopo la mezzanotte) oggi vogliamo proporvi un confronto tra Wade Winston Wilson, noto ai più come Deadpool, e la sua controparte in casa DC, Slade Joseph Wilson, conosciuto invece dal pubblico mainstream col nome di Deathstroke.
Il personaggio di Rob Liefeld e Fabian Nicieza, in realtà, non è propriamente ispirato a Deathstroke, nato circa un decennio prima dalla mente di Marv Wolfman e disegnato da George Perez. Cose che capitano nel mondo dei fumetti, anche Iron Man altri non è che un Batman marveliano, e Thanos ricalca in parte le caratteristiche di Darkseid. C'è sempre stata una sorta di emulazione con trovate comunque originali e mai copiate, una contaminazione reciproca, e Deadpool e Deathstroke ne sono lucida e vivida espressione, da sempre paragonati e confusi anche da molti.

La vita del mercenario

I punti in comune tra Deathstroke e Deadpool iniziano già dal cognome, uguale per volontà dei loro creatori e certamente molto riconoscibile: Wilson. Una scelta, questa, che alle spalle ha certamente avuto un qualche tipo di ricerca e soprattutto da parte degli autori di Deadpool era sicuramente mirata a una sorta di citazione della controparte mercenaria DC. È quindi interessante notare come per dare un'identità specifica a un personaggio da lanciare sul mercato, sia Liefeld che Nicieza abbiano preso spunto e ispirazione da un altro grande anti-eroe preesistente e con un suo discreto seguito, donandogli addirittura un secondo nome, proprio come Deathstroke. Sia Slade che Wade (l'assonanza anche è incredibile) hanno poi avuto una carriera nell'esercito finita male: il primo per un'esperimento atto a stimolare le ghiandole surrenali, quindi mentre era ancora un soldato, il secondo invece venne cacciato per insubordinazione. L'esperimento a cui si sottopone Slade gli amplifica notevolmente le capacità logiche e motorie, donandogli agilità e forza sovrumane, esattamente come l'esperimento illegale che tenta Wade come ultima speranza per sconfiggere il cancro allo stadio terminale, sviluppando il fattore rigenerante. Sia Deadpool che Deathstroke sono poi grandi amanti del combattimento ed entrambi utilizzano negli scontri corpo a corpo la katana, arma bianca estramamente versatile e con la quale i due si dilettano nella mitica arte dell'omicidio.
I due ex-soldati diventano entrambi mercenari, carriera che viene dipinta come ripiego a quella militare sia nei fumetti DC che Marvel, ma le motivazioni dietro a questa scelta sono differenti: Slade non riesce a stare lontano dal pericolo e nasconde la verità alla sua famiglia, quindi è sposato e ha anche due figli, mentre Wade è solo uno scavezzacollo reso folle dalle metastasi del tumore in continua rignerazione che non vede altra possibile occupazione. Quindi il primo è un padre di famiglia che cambierà poi radicalmente dopo che sarà costretto ad abbandonarla, al contrario di Wade che, salvo una breve relazione, sarà sempre un pazzo solitario.
Deathstroke, poi, nasce come supercriminale, esattamente dei Teen Titans, mentre Deadpool no, perché sin dai suoi inizi è stato dipinto in tutto e per tutto come un anti-eroe, definizione che ha abbracciato sempre con pertinenza e sotto la quale finirà poi anche Deathstroke, ma solo nelle fasi più "recenti" della sua carriera mercenaria e sempre in relazione a degli eventi legati alla sua famiglia.

E per concludere, forse la più grande differenza tra i due è il carattere, che proprio per questo li rende due personaggi certamente simili nella struttura fisica e nel combattimento ma completamente agli antipodi nello sviluppo psicologico. Deadpool è infatti, nella sua concezione, un'esasperazione caricaturale dell'anti-eroe fumettistico, citazionista e cinicamente dirompente, tanto da arrivare a distruggere la quarta parete e dialogare con il lettore. È ironico e fuori di testa e vive poco nel dramma, al contrario di Deathstroke, che nato come supercriminale ha alle spalle una storia tormentata e sentimentalmente drammatica, pensato per essere serio, pericoloso e poco incline allo scherzo.

Che voto dai a: Deadpool 2

Media Voto Utenti
Voti: 98
8.3
nd