Da Paddington al GGG: 5 film ispirati alla letteratura inglese per bambini

Vi consigliamo 5 film ispirati alla letteratura inglese per bambini da rivedere in occasione del ritorno di Paddington al cinema.

speciale Da Paddington al GGG: 5 film ispirati alla letteratura inglese per bambini
Articolo a cura di

Passeggiando per Londra è difficile non imbattersi in un souvenir di Paddington, il tenero orso con il montgomery blu, il cappello rosso e gli stivali da pioggia che prende il nome da una famosa stazione ferroviaria della capitale inglese. È stato Michael Bond nel 1958 a dare vita a questo personaggio sulle pagine di una serie di libri per bambini, fino a renderlo un'icona della letteratura inglese per l'infanzia che, nel 2014, ha debuttato al cinema con il film diretto da Paul King. Il 9 Novembre è arrivata nelle sale la seconda avventura dell'orsetto inglese intitolata Paddington 2, che ha riscosso un grande successo, come spesso accade per i film ispirati a celebri fenomeni letterari. Basti pensare alla saga di Harry Potter o al recente Hunger Games. Molte volte un'idea vincente sulle pagine di un libro si trasforma in un fenomeno cinematografico, in cui le immagini arricchiscono le parole seguendo una formula perfetta. Concentrandoci sulle storie adatte ai più piccoli e non propriamente ai teenagers, ricordiamo di seguito cinque film ispirati a celebri libri per bambini nati da una penna britannica, da rivedere in questi giorni in cui Paddington è al cinema.

Willy Wonka e La Fabbrica di Cioccolato

Roald Dahl ha dedicato gran parte della sua vita a scrivere libri per ragazzi, molti dei quali sono diventati film di successo. Lasciando da parte il più recente adattamento di Tim Burton con Johnny Depp nei panni di Willy Wonka, non possiamo dimenticare il cult del 1971 diretto da Mel Stuart, con Gene Wilder nei suoi costumi colorati e l'immancabile cappello a cilindro. La famiglia del piccolo Charlie è povera e cerca di sopravvivere ogni giorno al freddo e alla fame per le strade di Londra, fino a quando il bambino trova il biglietto vincente in una tavoletta di cioccolato per visitare la famosa fabbrica dolciaria di Willy Wonka, insieme ad altri piccoli vincitori. Comincia così la sua avventura in un mondo colorato, zuccheroso ed imprevedibile, che nasconde una serie di sorprese surreali e magiche, difficili da dimenticare. Una storia come questa aveva bisogno di una traduzione visiva, e il risultato è stato sbalorditivo con inquadrature piene di colori vivaci, bizzarre creature, effetti speciali e costumi degni del genere fantasy.

Mary Poppins

Chi è che non ha mai canticchiato "Basta un poco di zucchero e la pillola va giù"? Le numerose generazioni cresciute con il film Mary Poppins della Disney, diretto da Robert Stevenson nel 1964, forse non sanno che la storia della tata più strepitosa del mondo è ispirata alla serie di libri per ragazzi scritti da Pamela Lyndon Travers. Alcuni però hanno scoperto questa connessione tra letteratura e cinema grazie al recente film Saving Mr. Banks, con Tom Hanks ed Emma Thompson, che ha svelato la genesi di Mary Poppins in relazione alla vita della sua autrice. In casa Banks regna una grande confusione dopo che la governante di Jane e Michael si è licenziata, così la madre di questi ultimi pubblica un annuncio sul Times per trovare al più presto una sostituta. In un giorno particolarmente ventoso bussa alla porta una donna elegante con una piccola valigia e un ombrello, presentandosi come Mary Poppins. Dal momento in cui viene assunta, cerca di rimettere ordine in quella famiglia in senso pratico e sentimentale, e per farlo ricorre ad una serie di poteri magici che lasciano i due bambini a bocca aperta. Julie Andrews e Dick Van Dyke regalano ottime interpretazioni e siamo curiosi di vedere il sequel annunciato per il 2018, Mary Poppins Returns con Emily Blunt, che ha suscitato diverse polemiche.

Le Cronache di Narnia - Il Leone, La Strega e l'Armadio

Quante volte avete aperto il vostro armadio sperando di entrare in un magico mondo parallelo, ma avete trovato solo una montagna di vestiti da riordinare? Forse questo è successo anche a C.S. Lewis, l'autore dei sette romanzi Le Cronache di Narnia che hanno ispirato i film Le Cronache di Narnia - Il Leone, la Strega e l'Armadio. Giocando a nascondino nella casa di campagna di un vecchio professore, i quattro fratelli Pevensie trovano per caso un armadio particolare che li porta in un'altra dimensione, dove incontrano strani personaggi e conducono una vita parallela con altri ruoli e responsabilità. La storia, con chiari riferimenti alla mitologia greca e romana, ha conquistato un vasto pubblico, prima con le pagine dei libri e poi con le emozionanti scene sul grande schermo, con un'avventura fantasy elettrizzante e ricca di effetti speciali.

Fantastic Mr. Fox

Non esisteva un regista più adatto di Wes Anderson per dirigere Fantastic Mr. Fox, l'adattamento cinematografico del libro Furbo, il signor Volpe di Roald Dahl. La storia, i personaggi e l'ambientazione sembrano perfettamente in linea con la poetica del regista di Grand Budapest Hotel e Moonrise Kingdom, che ha scelto la tecnica dello stop motion per tradurre in immagini le pagine dello scrittore inglese. Il Signore e la Signora Fox hanno una vita tranquilla e vivono con il figlio Ash e la nipote Kristofferson in un modo civile, ben lontano dall'istinto animale. Un giorno però il Signor Fox sente che non può più reprimere la sua natura e torna a correre dietro alle galline, ritrovando il suo lato selvatico, anche se questo vuol dire mettere in pericolo la sua famiglia e il suo futuro. Il film di Anderson è ricco di humour, azione ed emozione per raccontare una storia divertente, coinvolgente ma soprattutto istruttiva.

Il GGG

Ci è voluto un po' di tempo, ma lo scorso dicembre 2016 Steven Spielberg è riuscito a portare sul grande schermo il GGG - Il Grande Gigante Gentile, il romanzo di Roald Dahl amato da intere generazioni cresciute con la voglia di assaggiare il disgustoso cetrionzolo e curiosare tra i sogni altrui, soffiando nella grande tromba dorata. Il Grande Gigante Gentile infatti è vegetariano e cattura i sogni nel Paese dei Sogni per poi portarli di notte ai bambini di Londra senza farsi vedere. Ma una notte la piccola Sofia non riesce a dormire nel freddo orfanotrofio e vede il gigante in azione che, sorpreso ed impaurito, la porta con sé senza pensare alle pericolose conseguenze. I giganti cattivi come San-Guinario e Inghiotticicciaviva non sono vegetariani come lui e non ci pensano due volte a divorare bambini innocenti, quindi il GGG deve pensare ad un piano per eliminare la minaccia. Una storia di amicizia tenera ed emozionante, che il regista di E.T. - L'Extraterrestre ha saputo raccontare con un'estetica fiabesca e una narrazione intima e ironica.

Che voto dai a: Paddington

Media Voto Utenti
Voti: 7
6.3
nd