Codice criminale: il crimine in salsa inglese in 5 cult da non perdere

Tra storie di gangster, truffatori e giocatori d'azzardo, il crimine in salsa inglese è una miscela irresistibile. Ecco cinque cult da non perdere.

speciale Codice criminale: il crimine in salsa inglese in 5 cult da non perdere
Articolo a cura di

Mettete un pomeriggio in una tranquilla casa inglese. Il té delle cinque, qualche chiacchiera in quel particolare british humor e aggiungete sparatorie, furti e scazzottate tra il crime e la black comedy: il crimine in salsa inglese è composto da una filmografia particolarissima.
Il lato irriverente del british crime può avere il volto di un'arzilla vecchietta che riesce sempre a scampare alla morte, oppure quello di un branco di ragazzacci di Trainspotting e Lock & Stock.
Tra storie di gangster, truffatori e giocatori d'azzardo, il crimine in salsa inglese è una miscela irresistibile. Ecco 5 cult da non perdere.

La signora omicidi

Tratto da un soggetto di William Rose, La Signora Omicidi è un film diretto da Alexander Mackendrick nel 1955. Si tratta di una commedia tra la parodia e il genere crime dove i protagonisti non sono i presunti cinque rapinatori, ma la tenace anziana, Louisa Wilberforce. Quando la signora scopre il bottino, i malviventi decidono di farla fuori. Indistruttibile e inarrestabile, la ladykillers darà loro del filo da torcere.

Trainspotting

Prima il libro, poi il film di culto: Danny Boyle porta al cinema l'adattamento del romanzo di Irvine Welsh. Trainspotting illustra una società giovanile sull'orlo del baratro. I quattro protagonisti, tutti rigorosamente scozzesi, vivono tra piccoli crimini e tossicodipendenza. Rent, Sick Boy, Begbie, Tommy e Spud sono lo specchio di una generazione senza ideali che ha scelto di vivere negli eccessi dell'eroina, non preoccupandosi delle convenzioni sociali, né del proprio futuro.

Lock & Stock - Pazzi scatenati

Sulla scia di Trainspotting, ma con un tocco più umoristico, la commedia gangsteristica di Guy Ritchie è un poker movie che stizza l'occhio a La Stangata e cita - senza esagerare - il cinema di Quentin Tarantino. Quattro pazzi scatenati si danno al gioco d'azzardo per sfidare un gangster. A tale scopo raccolgono un'ingente somma di denaro che li porterà a truffare e ingannare altri criminali: 106 minuti di pura follia.

Snatch - Lo strappo

Ancora Guy Ritchie per una pellicola che intrattiene e viaggia alla velocità della luce. Una trama complicata quella di Snatch - Lo strappo, che vede al centro della storia Frank Quattrodita, ladro e corriere di preziosi, che mentre cerca di consegnare un gigantesco diamante al boss mafioso Avi, piazza una puntata su un incontro di boxe illegale e per lui iniziano i guai. Inganni, gioco d'azzardo e imboscate saranno solo l'inizio.

Gambit - Una truffa a regola d'arte

Remake dell'omonimo film del '66 con Colin Firth nel ruolo che fu di Michael Caine, il nuovo Gambit risulta più demenziale rispetto alla pellicola originale - grazie all'impronta nella sceneggiatura a opera dei fratelli Coen. Harry Deane è un curatore d'aste in cerca del colpo della vita per potersi vendicare del suo capo arrogante. Aiutato dal Maggiore organizza un'abile truffa fondata sull'incompetenza dei potenti. Così Harry deve vendere a Lionel Shaband un falso Monet e portare a casa una dozzina di milioni di sterline. Ma non finirà semplicemente così.

Che voto dai a: Codice Criminale

Media Voto Utenti
Voti: 4
5.5
nd