Cinque Elseworlds che la DC potrebbe portare al cinema

Dopo il successo di Joker, DC dovrebbe aprire un nuovo filone di film slegati dal DCEU. Ecco cinque storie che potremmo vedere al cinema.

speciale Cinque Elseworlds che la DC potrebbe portare al cinema
Articolo a cura di

Smaltita la sbornia da Joker, torniamo a parlare di ciò da cui è partito il clown che sta macinando record al box-office: il fumetto.
Perché sì, Joker non è collegato all'universo più o meno espanso della DC Comics e l'intenzione di Warner pare essere, visto anche il nuovo corso di Batman, di portare al cinema pellicole stand-alone. Giustificato, diremmo, visto che l'esperimento di un universo condiviso è andato com'è andato, con quella che si può considerare una debacle a tutti gli effetti che può ricondursi a due semplici parole: Justice League.
Eppure, per fare grandi incassi, come dimostrato da Joker, non ci vuole per forza una continuity, bastano grandi storie. E l'universo DC ha cinque storie particolari che potrebbero essere particolarmente succose e interessanti da portare al cinema, non per forza con film singoli ma anche spalmati su più prodotti.

Elseworlds

Warner e DC potrebbero decidere di sfruttare le storie sotto l'etichetta, ormai non più attiva, degli Elseworlds. Cos'è un Elseworld? Una storia ambientata in un universo narrativo alternativo in cui cambia anche solo un particolare che dà una svolta totalmente diversa alle vicende, cambiando formazioni della Justice League, facendo diventare Batman una Lanterna Verde, Superman Batman e ogni possibile declinazione.

Per non parlare della storia "Il chiodo", nella quale, appunto, un singolo chiodo cambia le sorti di Superman e porta il mondo alla distruzione quasi totale. In realtà ci sono cinque storie, alcune apprezzate dalla critica mentre altre apprezzate solo da pochi, che potrebbero dare una ventata di freschezza, epicità e diversità ai prodotti DC Comics, spingendo così in una direzione completamente diversa rispetto a quella Marvel e differenziandosi dai prodotti standard dell'MCU.

Superman Red Son

What if? E se Superman atterrasse nell'Unione Sovietica sotto la dittatura staliniana, come cambierebbe la storia? Mark Millar ha provato a immaginarlo nel lontano 2003. Il fumetto è universalmente riconosciuto come uno dei capolavori dell'etichetta Elseworlds. Inutile dire come Superman diventi così il campione del Comunismo e assurga al potere dopo la morte di Stalin. La cosa curiosa è che, per l'appunto, Superman non è il solito eroe che conosciamo e lo stesso vale per altri supereroi DC Comics.
Batman è un anarchico insurrezionalista che vorrebbe rovesciare la dittatura del supereroe, Oliver Queen lavora al Daily Planet e Lex Luthor è uno scienziato americano intimorito dal potere del supereroe comunista. Curiosamente, prossimamente uscirà già un film basato su Red Son, ma si tratterà di un film animato.

Kingdom Come

Contrariamente a Red Son, Kingdom Come non è solo considerato un capolavoro di Elseworlds, anche della DC in generale. Non per nulla, al timone della miniserie ci sono due mostri sacri come Mark Waid e Alex Ross.
La storia parte, anche qui, da un semplice "What if". Joker uccide tutta la redazione del Daily Planet, Lois Lane inclusa, e viene arrestato. Durante il processo, un giovane supereroe di nome Magog uccide il clown e viene successivamente assolto per l'omicidio.
Superman, deluso dalla reazione del pubblico, felice per l'assoluzione di Magog, decide di ritirarsi dall'attività di supereroe.

Lo stesso accade per tutti gli altri eroi della Justice League, perlomeno quelli principali. Dieci anni dopo, però, Wonder Woman riesce a convincere lo stesso Superman a indossare nuovamente il mantello per ritornare in azione. La nuova generazione di supereroi è allo sbando e non bada a quanti danni possa causare nel combattere i super criminali.
Una particolarità della serie è quella di essere raccontata da un punto di vista esterno, quello del pastore Norman McCay, amico fraterno del Sandman originale e testimone degli eventi narrati in Kingdom Come stesso.

Vampiro

Nel 1991, Doug Moench e Kelley Jones decidono di dare una svolta horror all'etichetta Elseworlds pubblicando Batman & Dracula: Red Rain, seguito da Bloodstorm, nel 1994, e Crimson Mist, nel 1998. In questo universo, Batman scopre che Dracula si aggira per Gotham City. Nel primo volume, Batman si occupa di Dracula dopo essere stato morso e aver acquisito poteri da vampiro. Nel secondo e nel terzo, invece, Bruce Wayne perde tutta la sua umanità abbandonandosi agli istinti ferali tipici dei vampiri. Per un film a tinte horror, uno dei primi targati DC, la trilogia di Doug Moench e Kelley Jones sarebbe il titolo più adatto in assoluto.

Kal

Nel 1995, Dave Gibbons (co-creatore di Watchmen) e José Luis García-López pubblicano Kal, storia dedicata, chiaramente, a Superman ma ambientata nel Medioevo. Sì, perché cosa sarebbe successo se Krypton fosse esploso un millennio prima? Beh, Superman sarebbe arrivato in un'altra epoca e la sua storia sarebbe stata diversa.
In Kal, il giovane Kal-El diventa un fabbro al servizio di un signore feudale, il barone Luthor, e si innamora della giovane Lady Loisse.

Superman: Ultimo figlio della Terra

Jonathan Kent è uno scienziato che scopre un meteorite in rotta di collisione con la Terra. Per questo motivo spedisce suo figlio Clark nello spazio e la navicella del bambino cade su Krypton. Qui, il piccolo Clark viene adottato da Jor-El con il nome di Kal-El. Lo stesso Clark troverà un anello delle Lanterne Verdi e, dopo aver salvato Krypton, tornerà sulla Terra in cerca del suo passato e della sua vera identità.

Questi sono solo alcuni dei numerosissimi Elseworlds. Purtroppo siamo stati costretti a scegliere solo cinque storie ma ce ne sono altre che meriterebbero sicuramente una lettura: ci sentiamo di consigliarvi soprattutto Il chiodo, Superman/Batman Potere assoluto, Gotham by Gaslight, Shogun d'acciaio, Batman mai più, Speeding Bullet. Voi ne conoscevate qualcuno? Quali vorreste vedere al cinema?

Quanto attendi: Arrowverse

Hype
Hype totali: 5
74%
nd