Speciale Ciné: Giornate Estive di Riccione

Le Giornate Estive Ciné, organizzate ogni anno a Riccione, presentano le novità della prossima stagione

speciale Ciné: Giornate Estive di Riccione
Articolo a cura di

Le Giornate Estive Ciné, organizzate ogni anno a Riccione, rappresentano anche l'occasione per sbirciare cosa offrirà il mercato nel corso della prossima stagione. I distributori presentano i loro listini agli esercenti delle sale, che in questi giorni iniziano a farsi un'idea di quella che dovrà essere la loro programmazione nel corso dei prossimi mesi. Chi ha un budget un po' più ristretto si limita a lasciare il materiale cartaceo -di solito un catalogo con foto e schede dei film- nei casellari appositamente organizzati dalla manifestazione, ma le grosse case di distribuzione investono in convention piene di ospiti (soprattutto italiani, come nel caso di 01 e Medusa) e in mega-rulli pieni di trailer, clip e anteprime succose. Il materiale è davvero tanto e non è sensato in questa sede avere pretese di completezza, ma piuttosto facciamo una panoramica ‘a volo d'uccello' concentrandoci soprattutto sui grossi calibri come Universal, Warner, Disney e tutti coloro che aprono la strada al cinema internazionale nel nostro paese.

Lucky Red, 01, Eagle

01 basa la propria offerta in gran parte sul cinema italiano, ma non si può non segnalare il ritorno della coppia Scorsese - DiCaprio con The wolf of wall street, ascesa e caduta di un broker newyorchese arrestato per frode fiscale e Rush, in sala da settembre, che mette in scena la sfida automobilistica tra Niki Lauda e James Hunt, interpretati da Daniel Bruhl e Chris Hemsworth. Lucky Red affianca al suo repertorio di qualità un bel lotto ‘di genere' che comprende, tra l'altro, il sequel di Machete (Machete Kills, il 7 novembre) e l'attesissimo Captain Harlock 3D (gennaio 2014). C'è anche il Bling Ring di Sofia Coppola, visto a Cannes, con l'adorabile gazzetta ladra Emma Watson.
Da segnalare poi la neonata Cloud Movie che esordisce il 25 luglio con un cartoon in 3D, Titeuf, tratto da un celebre fumetto franco-svizzero.
Eagle Pictures è alla disperata ricerca di un erede di Twilight, e spera di trovarlo nelle potenziali saghe di Shadowhunters (in uscita il 28 agosto il primo capitolo, Città d'ossa) e Ender's Game (30 ottobre), con il giovane Asa Butterfield costretto a diventare un pilota spaziale dal militare Harrison Ford.

20th Century Fox, M2, Videa CDE, Notorius

20th Century Fox insiste invece su Percy Jackson, con il secondo capitolo delle avventure del semidio adolescente, Il mare dei mostri, in arrivo il 12 settembre. Occhi puntati anche sul cartoon Turbo (fine agosto) sulle avventure di una velocissima lumaca, così come sul nuovo thriller di Danny Boyle In trance. E naturalmente anche l'imminente Wolverine - L'immortale, il cui trailer esteso ha convinto più di uno spettatore (ricordiamoci però che la platea era costituita per lo più da esercenti delle sale, interessati - giustamente - più alle possibilità di guadagno che alla resa artistica del prodotto).
M2 assorbe il catalogo Moviemax offrendo un platter d'eccezione, comprensivo del thriller Il potere dei soldi (ancora con Harrison Ford e Chris Hemsworth e Gary Oldman), degli horror The Last Exorcism II e Spiders 3D, di Grand Piano con Elijah Wood negli inediti panni di un musicista, dell'animato Justin e i cavalieri coraggiosi, doppiato da Antonio Banderas. E anche loro provano a rievocare Bella e Edward con Fallen, tratto anch'esso da una saga letteraria di successo basata sull'amore tra una giovane e un angelo caduto dal Paradiso.
Un paio di chicche le sfodera Videa CDE, che si accaparra Il cacciatore di donne con Nicolas Cage e soprattutto la spettacolare riedizione in 3D de L'ultimo imperatore di Bertolucci.
I generi piacciono anche a Notorius, in uscita il 5 settembre con Riddick, terzo capitolo della saga sci-fi con Vin Diesel, e a gennaio con l'inaspettato Belle e Sebastien, tratto dal noto cartoon.

Universal

E veniamo ai mostri sacri: Universal offre un piatto ricco d'intrattenimento, in cui si fanno notare Now you see me - I maghi del crimine di Louis Leterrier e il quantomai prossimo Pain & Gain di Michael Bay e i sequel di grandi successi come Red 2 e Kick-Ass 2. E ancora l'Old boy di Spike Lee, la rinascita di Jurassic Park in 3D, il secondo capitolo di Hunger Games (novembre) con il terzo già annunciato e in fase di preparazione. Protagonisti assoluti della convention sono stati i Minion di Cattivissimo me 2, protagonisti inoltre di uno spin-off interamente dedicato a loro, The Minion project, previsto per il 2014. Li abbiamo visti a Riccione un po' in tutte le salse, in ‘costume e ossa', ma anche sotto forma di enormi palloni aerostatici che sovrastavano il lungomare, con un effetto sorprendente.

Disney, Warner Bros.

Disney si muove su terreni sicuri col cartoon natalizio Frozen - Il regno di ghiaccio (19 dicembre), tratto dalla fiaba La regina delle nevi di Andersen, mentre più nell'immediato (21 agosto) c'è Monsters University, prequel di Monsters & Co. Atteso anche Planes, spin-off di Cars, mentre sul versante Marvel nessuna grossa novità, siamo tutti in attesa della ‘fase 2' che inizierà a novembre con Thor - The dark world e proseguirà poi con Capitain America - The winter soldier, come sappiamo da mesi. Del primo è stato visionabile un teaser che nulla aggiunge e nulla toglie a quanto già visto sulla rete. Simpatica novità, ma forse più adatta al pubblico americano, è Saving Mr. Banks, docu-film sul making di Mary Poppins con Tom Hanks nei panni nientemeno che di Zio Walt.
Colossale il trailer in 3D de Lo Hobbit - La desolazione di Smaug che domina la convention Warner, che punta anche su sequel di franchise riconosciuti come Piovono Polpette e I puffi, ma anche sulla fantascienza con Elysium (con Matt Damon) e lo spettacolare Pacific Rim di Guillermo del Toro. C'è anche un po' di fantasy con Seventh Son, interpretato da un'affascinante Julianne Moore e da Jeff Bridges.

Filmauro, Medusa e uno sguardo al mercato

Abbiamo elencato solo una piccola parte di tutti i titoli che sono stati presentati, ma sono sufficienti a farci un'idea di quello che ci offrirà la prossima stagione cinematografica. Moltissimi i film altisonanti, per lo più derivativi, ovvero sequel o remake di qualcosa che già esiste, oppure ‘tratti da' (romanzi, libri, fumetti eccetera...). I prodotti veramente originali si contano sulle punte delle dita - segno evidente di una crisi creativa generalizzata - ma si nota anche un mercato molto saturo, che deve sfamarsi con tanti piccoli morsi laddove fino a un lustro fa bastavano poche grosse e ricche portate a far girare la ruota dell'economia del settore. Laddove non si ripete un titolo, si cerca di ripetere un fenomeno: vedi il caso Twilight, di cui si ricerca il successo in nuovi franchise rivolti al medesimo pubblico, come Shadowhunters o Fallen.
Anche l'Italia, che qui abbiamo trattato poco, non offre molto di più dei consueti film di Natale (sebbene con formula lievemente rinnovata come nel prossimo Colpi di fortuna di Filmauro) o le collaudate commedie con Checco Zalone (Sole a catinelle) o dirette da Paolo Genovese (Tutta colpa di Freud), entrambi di Medusa. Non c'è niente di male, se è quello che chiede il pubblico, certo è che si tratta di prodotti che tendono a mantenere il nostro cinema ‘in casa', con qualche eccezione, come lo spettacolare Midnight Sun di Brando Quilici e Roger Spottiswoode (ancora Medusa), girato nella baia di Hudson, che vira sull'avventuroso narrando il rapporto tra un ragazzo e un cucciolo di orso polare. A livello internazionale, passato il ciclone Pacific Rim (a suo modo l'unica novità di questi mesi, che sebbene sia derivativo di un genere, non si ispira a nessun franchise specifico già noto) non sembrerebbe un anno da cui aspettarsi sorprese, ma piuttosto in cerca di conferme in attesa di un futuro dove si possa osare con maggiore sicurezza.