Cillian Murphy, un talento carismatico al servizio di Nolan in Dunkirk

Un attore discreto, perfetto come villain per il suo aspetto poco rassicurante, ma forte di un talento diverso dalla tradizione hollywoodiana.

speciale Cillian Murphy, un talento carismatico al servizio di Nolan in Dunkirk
Articolo a cura di

"Devi lottare per ottenere i ruoli migliori. Devi desiderarli veramente e non mollare mai la presa". Dopo Inception e la trilogia di Batman, Il Cavaliere Oscuro, l'attore irlandese Cillian Murphy torna a lavorare con il regista Christopher Nolan per il film Dunkirk, nelle sale italiane a partire dal 31 Agosto 2017. Ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, questo racconta la storia della drammatica lotta dell'esercito degli alleati intrappolato sulla spiaggia di Dunkerque mentre cerca di fuggire dai tedeschi. Murphy interpreta un personaggio senza nome, conosciuto come Soldato Shivering, sopravvissuto ad un'esperienza difficile ed intensa. Nel cast anche Tom Hardy, Mark Tulance e Kenneth Branagh insieme ai giovani Jack Lowden, Harry Styles e Aneurin Barnard.

Un talento particolare

I suoi lineamenti particolari e gli occhi chiari e vitrei lo rendono un perfetto rappresentante del lato oscuro, un bad guy che unisce una natura inquietante con un fascino ambiguo che cattura l'attenzione. Infatti egli ha ottenuto un notevole successo nei panni del Dr. Jonathan Crane/Lo Spaventapasseri, il nemico del Batman interpretato da Christian Bale, nella trilogia firmata da Nolan. In un primo momento l'attore aveva persino fatto il provino per il ruolo del supereroe Dc Comics, ma il regista ha scelto Bale, restando tuttavia colpito dal carisma di Murphy che ha coinvolto in un altro modo. Per tutti coloro che hanno visto i film con l'enigmatico attore irlandese, colpisce senza dubbio la sua abilità di diventare un personaggio in senso profondo e realistico. Egli riesce a brillare attraverso le sue interpretazioni, che si tratti di un eroe, di un killer psicopatico, di un timido pretendente o un villain dei fumetti.

Esordio tra gli zombie

Dopo essersi fatto notare nel suo paese in piccoli film come Disco Pigs e On the Edge, la sua occasione sul grande schermo gli è stata offerta da Danny Boyle che lo ha scelto come protagonista del suo film 28 Giorni Dopo, uno zombie movie del 2002 ambientato in una Londra spettrale e apocalittica. Un gruppo di attivisti irrompe in un laboratorio dove sono in corso degli esperimenti sugli animali, causando la fuga di alcune scimmie infette che, in breve tempo, contaminano l'intera popolazione. Venti giorni dopo Murphy nei panni di Jim, si risveglia da un coma in un ospedale deserto e comincia a cercare una spiegazione plausibile a quanto accaduto. Il mondo sembra essere finito e gli esseri umani scomparsi nel nulla, fino a quando non appaiono delle creature violente ed aggressive, con gli occhi macchiati di sangue e grida terrificanti che animano la città. Con Danny Boyle ha lavorato anche nel 2007 con Sunshine.

Un passato musicale

Forse non tutti sanno che Cillian Murphy ha una grande passione per la musica e, prima di diventare attore, ha suonato in una band chiamata The Sons of Mr. Greengenes con il fratello Paidi. La Acid Jazz Records gli ha proposto anche di incidere un album, ma non era il momento giusto. Cillian e il fratello sono tuttavia grandi fan dei Beatles e la loro band è specializzata in assoli di chitarra e canzoni alquanto originali e stravaganti. Ancora oggi l'attore scrive canzoni e suona soprattutto il basso, continuando quello che ha cominciato all'età di soli 10 anni.

Tutti lo vogliono

Il talento di Murphy come attore si riconosce anche dalle sue numerose collaborazioni con grandi registi. Oltre a Boyle e Nolan, Ken Loach lo ha voluto nel suo Il Vento che Accarezza l'Erba, film sulla guerra civile irlandese, mentre il maestro dell'horror Wes Craven lo ha coinvolto in Red Eye, un thriller ad alta quota al fianco di Rachel McAdams, in cui è un personaggio disturbato di nome Jackson Rippner. Recentemente ha recitato anche per Ron Howard in Heart of the Sea - Le Origini di Moby Dick dove è un marinaio di una nave baleniera al fianco di Chris Hemsworth. Uno dei ruoli che hanno confermato il suo talento, tuttavia, è quello del travestito Patrick/Kitten Braden nel film del 2005 Breakfast On Pluto, per cui ha ottenuto una nomination al Golden Globe come Miglior Attore in un musical o commedia.

Alcuni gruppi gay hanno criticato il film, ma Murphy è stato applaudito dalla maggior parte del pubblico per la sua performance, quando ha trasformato un ragazzo adolescente figlio di un prete e una cameriera in una donna sensuale e coraggiosa alla ricerca della madre biologica in un Irlanda vittima dell'IRA e del terrorismo. Le sue collaborazioni con grandi star sono numerose, da Ritorno a Cold Mountain con Nicole Kidman, Intermission con Colin Farrell, Tron: Legacy e In Time dove indossava una pelliccia fantascientifica nei panni del Custode del Tempo Raumond Leon. Attualmente è protagonista anche sul piccolo schermo con la serie tv Peaky Blinders, ideata da Steven Knight e ambientata dopo la prima guerra mondiale.

Discreto e riservato

Un artista espressivo, emotivamente coinvolgente, che non si arrende alle luci del jet set, ma mantiene una discrezione che lo avvicina molto ai suoi personaggi sullo schermo. Pratica infatti uno stile di vita che non interessa molto le riviste di gossip come lui stesso afferma: "Non ho creato alcuna polemica, non esco e non cado ubriaco". E' un ragazzo semplice, padre di famiglia e marito di Yvonne McGuinnes dal 2004. Parla raramente della sua vita personale anche quando qualche giornalista cerca di provocarlo in un'intervista. Insomma, tutto il contrario di come spesso appare sullo schermo.

Che voto dai a: Dunkirk

Media Voto Utenti
Voti: 41
8
nd