Che ruolo avranno i Guardiani della Galassia in Thor: Love and Thunder?

I Guardiani della Galassia saranno presenti nel prossimo film su Thor. Scopriamo assieme come Taika Waititi potrebbe sfruttarli.

Che ruolo avranno i Guardiani della Galassia in Thor: Love and Thunder?
Articolo a cura di

La notizia non è proprio di quelle fulminanti, però ci fa comunque sussultare sui nostri divani: i Guardiani della Galassia saranno presenti in Thor: Love and Thunder. Non siamo poi così sorpresi perché era comunque nell'aria, visto che il Dio del Tuono alla fine di Endgame si trovava proprio in compagnia di Star-Lord e combriccola. Resta comunque un lampo splendido, a dimostrazione di quanto i due film saranno ancora, comunque, collegati. E poi la notizia arriva direttamente da Vin Diesel, che si è fatto "scappare" l'indiscrezione mentre parlava del Groot che vedremo in futuro.
Quindi c'è soltanto una cosa da assimilare: in qualche maniera sarà Taika Waititi a prendere in consegna i Guardiani, tenendoli in caldo per il ritorno di James Gunn. Darà la sua impronta al gruppo? Rispetterà in toto il regale mantello che Gunn ha creato per loro? Proviamo a scoprirlo assieme.

Gestione Taika

Bastava dare uno sguardo alla filmografia di Taika Waititi per rendersi conto che sarebbe stato perfetto alle redini del Volume 3. Questo, ovviamente, in un mondo orribile con James Gunn mai "perdonato" dalla Disney. Per fortuna quella timeline è stata cancellata, Gunn potrà di nuovo abbracciare la sua famiglia intergalattica. La debacle interna ha però fatto sì che il terzo volume sui Guardiani slittasse a dopo Thor: Love and Thunder, dovendo quindi collegare il film di Waititi direttamente a Endgame. Ecco che allora il regista neozelandese sarà costretto a giostrare almeno un paio di sequenze con i Guardiani, anche solo per collegare il suo film all'ultimo gigantesco crossover Marvel.
Ma Taika sa benissimo cosa fare: ha il suo amore per gli ultimi, per i weird, il senso di famiglia e connessione, tutto collegato da una comicità nera, sopra le righe e splendidamente slapstick. Se anche dovesse coccolarsi i Guardiani per una scena, saprebbe decisamente rendere onore al lavoro di Gunn.

Asgardiani della Galassia?

Non sappiamo ovviamente per quanto saranno presenti e, soprattutto, se vedremo tutti i Guardiani. Certo è che un collegamento diretto con Endgame è d'obbligo, quindi almeno a inizio film ci sarà il saluto fra Thor e il gruppo, nell'ipotesi in cui il loro sarà solamente un cameo. Ma immaginiamoci un iter più... spaziale. Thor: Love and Thunder potrebbe dividersi tra Terra e spazio, tra Asgard e New York. Perché se il villain interpretato da Christian Bale dovesse essere proprio Gorr, il Macellatore di Dei, allora c'è da aspettarsi una parte "stellare" del film di Waititi. E se Gorr vuole tritare divinità e affini, cominciare da una doppietta composta da Thor e Star-Lord non sarebbe male. Magari finendo poi sconfitto da Jane Foster, novella Dea del Tuono che presumibilmente prenderà il martello verso metà pellicola.
Di sicuro, purtroppo, non vedremo la quest per trovare Gamora, con Thor totalmente nelle mani di James Gunn prima del terzo film a lui dedicato.
Sarebbe uno spreco buttare l'ottimo lavoro fatto per collegare il Dio del Tuono ai Guardiani in una semplice apparizione a inizio pellicola. Cementare ora il rapporto per riprenderlo poi nel Volume 3 (con, magari, sia Jane che Thor dotati di poteri) rinfoltirebbe la parte spaziale del MCU.
Ritrovando un Gorr forse non sconfitto, in modo da non "buttare" un mostro sacro come Bale nell'ennesimo villain bidimensionale da singolo film.

Waititi + Gunn

Immaginare come possa essere la storyline del MCU all'uscita di Guardiani della Galassia Vol. 3 è davvero impensabile. Però è facile suggerire un fil rouge tra Love and Thunder (ultimo della Fase 4) e il terzo Volume, che vedremo probabilmente l'anno successivo, nella Fase 5.
Due prodotti che Waititi e Gunn potrebbero pensare "assieme", come se i Guardiani contaminassero prima le avventure del Dio del Fulmine e poi la doppietta Thor/Jane andasse a formare definitivamente gli Asgardiani della Galassia.
Soprattutto alla luce delle dichiarazioni che vogliono questo nuovo ciclo del MCU simile a un mosaico di storie, non dirette verso il villain definitivo come nella Saga dell'Infinito.

È naturale accostare Thor ai Guardiani, sommando le nature spaziali e giramondo delle due parti. Anche perché ora il Dio del Tuono vuole fuggire, evadere dalle proprie responsabilità, e magari perdere anche qualche chilo. Thor: Love and Thunder potrebbe quindi chiudersi con un passaggio di consegne terrestre: Jane Foster si ritrova, martello alla mano, a proteggere New York e la Terra. E Thor?
Beh, dopo un'avventura in compagnia dei Guardiani, avrebbe senso che possa riprendere la sua volontà raminga per salire sulla Milano e amalgamarsi al gruppo, passando da Waititi a Gunn. Sarebbe anche coerente in un percorso di nuova crescita del personaggio, che solo tramite la fuga potrà davvero ritrovare sé stesso.
E chi meglio di James Gunn in (As)Guardiani della Galassia Vol. 3 per avere finalmente il Thor perfetto nel Marvel Cinematic Universe?

Quanto attendi: Thor: Love and Thunder

Hype
Hype totali: 118
75%
nd