Marvel

Captain Marvel, Carol Danvers sarà davvero la supereroina più potente del MCU?

In attesa di vederla in azione nel solo movie a lei dedicato, proviamo a dare risposta a un quesito sempre più importante.

speciale Captain Marvel, Carol Danvers sarà davvero la supereroina più potente del MCU?
Articolo a cura di

Avengers: Infinity War si è ormai portato a casa il record di cinecomic più proficuo della storia, superando un incasso mondiale di ben 2 miliardi e 20 milioni di dollari, ma i Marvel Studios quest'anno hanno visto anche il grandissimo successo di Black Panther, che in patria ha persino battuto al boxoffice i Vendicatori riuniti. Sono entrambi film "sicuri": il primo perché terzo capitolo di un franchise amatissimo, che produce puntualmente introiti miliardari, mentre il secondo per varie ragioni, legate sia all'ottima introduzione di T'Challa in Civil War sia a un interesse socio-culturale internazionale nel vedere al cinema il primo supereroe afro-americano in un titolo stand-alone.
I Marvel Studios ci hanno comunque dimostrato di saper sfruttare a dovere anche personaggi senza un'introduzione in backdoor e meno conosciuti come i Guardiani della Galassia o Ant-Man, e in questi termini l'attenzione dei fan è tutta rivolta all'attesissimo e chiacchierato Captain Marvel di Anna Boden e Ryan Fleck. Nel cinecomic in uscita a marzo 2019, così, ci verrà finalmente presentata Carol Danvers, di cui registi e produttori hanno già parlato ampiamente, definendola in plebiscito come "la suoereroina più potente del MCU", aggiungendo anche che sarà "la nuova leader e protagonista dell'Universo Narrativo". Ma dove finisce l'entusiasmo (misto a necessità promozionali) e inizia la verità?

Potere alle donne!

Come spesso accade in questi contesti, la risposta più completa, onesta ed esaustiva ce la danno i fumetti.
La Danvers non è l'unica Captain Marvel che il mondo ricordi, ma solo una sua iterazione, un suo alter-ego. I poteri della donna derivano infatti da tale Mar-Vell, un alieno Kree schiantatosi sulla Terra durante la grande guerra contro gli Skrull.
Profugo nel nostro pianeta, Mar-Vell trasmette le proprie conoscenze e abilità a diversi personaggi nel corso degli anni, tra i quali Monica Rambeau e Genis-Vell, e Carol in questo lungo passaggio di consegne è solo l'ultima incarnazione della straordinaria forza Kree, che sì, e davvero incredibile e tra le più sorprendenti che l'universo Marvel abbia mai conosciuto.
Il fatto che ci venga detto a gran voce che la Danvers prenderà sostanzialmente in mano le redini del MCU dovrebbe poi fare il paio con la probabile e anzi anticipatamente discussa morte di Captain America e di qualche altro Avengers della prima ora nel quarto capitolo del franchise. E una volta spezzata la leadership di un gruppo così importante, con sacrifici strazianti e addii impensabili, solo la guida illuminata e forgiata nel cuore di innumerevoli battaglie nell'Universo può effettivamente dare lungimiranza e misura supereroistica ai restanti Vendicatori. A livello temporale, lo sappiamo, esclusi Thor e Captain America, Captain Marvel è l'eroina più vecchia del MCU, dato che il solo movie che la introdurrà al pubblico prenderà luogo negli anni '90, con Steve Rogers ancora in freezer e il Dio dei Fulmini ben relegato nei soli tomi di mitologia norrena.

Non è la prima, ma per ben ventanni è stata la sola supereroina in azione, con legami pertinenti con lo S.H.I.E.L.D, quindi riconosciuta come tale e autorizzata a operare in solitaria. Gli sviluppi che prenderà poi la storia non si conoscono ancora, ma è facile pensare che la Danvers finirà per avere stretti contatti con Nick Fury e l'Agente Coulson, che si ripercuoteranno poi in Avengers 4, quando poi incontrerà gli altri super. Il perché di una sua così lunga assenza è un'altra incognita, ma siamo pronti a scommettere che c'entri una sua obbligata presenza nella lontana guerra contro gli Skrull.
Ad ogni modo, Carol è davvero straordinaria. La sua potenza (neanche al massimo delle sue capacità) è accostabile a quella di Thor, Hulk o Namor, e in combattimento sfrutta soprattutto la sua immensa forza fisica e l'assorbimento e il rilascio di svariate forme di energia, che incanala per emettere potentissimi raggi fotonici. Proprio questa sua capacità di sfruttare a piacimento diverse tipologie energetiche le permette inoltre di tramutarsi, al massimo della concentrazione e della forza, in un essere di pura energia con poteri cosmici equiparabili sostanzialmente a quelli degli Eterni.
Capite insomma come un'alleata del genere possa effettivamente essere decisiva nella battaglia finale contro Thanos, ma soprattutto quanto possa canalizzare speranze e autorità nella sua figura, così femminile e sinuosa e al contempo implacabile ed eticamente imponente. Quando si dice il sesso forte.

Che voto dai a: Captain Marvel

Media Voto Utenti
Voti: 101
6.8
nd