Bond 25: cosa sappiamo sul 25esimo film su 007 con Daniel Craig

Aspettando l'inizio delle riprese, previsto alla fine di quest'anno, ecco cosa sappiamo sino ad ora su Bond 25, venticinquesimo film su James Bond.

speciale Bond 25: cosa sappiamo sul 25esimo film su 007 con Daniel Craig
Articolo a cura di

Mentre l'inossidabile Tom Cruise ravviva la serie di MI e il suo personaggio Ethan Hunt, con Mission: Impossible - Fallout che sta collezionando record al botteghino americano e non solo, c'è un altro agente che scalpita di tornare al cinema: Bond, James Bond.
Passato alle cronache per la sua pre-produzione alquanto travagliata, il venticinquesimo film dedicato a 007 (proprio così, 25esimo, parliamo del resto del franchise più longevo della storia del cinema) inizia finalmente a prendere forma, è arrivato dunque il momento di tirare un po' di somme e capire cosa sappiamo sulla pellicola sino ad ora.
Scritto da John Hodge con Danny Boyle sulla sedia della regia, il lungometraggio vede tornare (contro ogni previsione) Daniel Craig negli scomodi (ma eleganti!) panni del protagonista. Non esiste ancora un titolo ufficiale, siamo fermi all'ufficioso Bond 25, eppure abbiamo già una data di uscita: 9 novembre 2019.

Presenti e assenti

Dopo l'uscita di Spectre, sembrava proprio che Daniel Craig avesse chiuso con l'agente segreto più affascinante del circondario; una lunga trattativa lo ha invece spinto ancora sul set, anche se in questo 25 vedremo DAVVERO il suo ultimo Bond.
Il suo è in pratica l'unico nome del cast confermato, anche se in molti sono pronti a scommettere nel ritorno di alcuni interpreti dei recenti Spectre e Skyfall. Pensiamo soprattutto a Ralph Fiennes, Naomi Harris e Ben Wishaw, anche se nessuna notizia è arrivata ufficialmente. Chi invece sicuramente NON ci sarà è Christoph Waltz, nonostante il finale di Spectre: il suo Ernst Blofeld rimane in vita alla fine del film, segno che avrebbe potuto tranquillamente tornare in un sequel, invece la produzione ha confermato il contrario.
A prendere "il suo posto", nei panni del nuovo villain, potrebbe arrivare una donna, e che donna: Helena Bonham Carter è, al momento, l'attrice più quotata per la curiosa parte, e visto il suo sterminato talento potrebbe rivelarsi davvero una carta vincente.

Beyoncé alla corte di Bond

Come abbiamo detto in apertura, il progetto non ha ancora un titolo ufficiale, e non lo avrà ancora per molto tempo. In rete però circolano già, fra gli appassionati, alcune interessanti indiscrezioni: il film potrebbe chiamarsi Shatterhand e ispirarsi in modo diretto al romanzo I sogni non uccidono, firmato da Raymond Benson nel 2001 - capitolo finale della trilogia che vede 007 sfidare l'Unione. Di questo però non vi è alcuna certezza, anche i recenti problemi legati al casting e alla pre-produzione potrebbero aver portato lo sceneggiatore altrove.
Certo non si può parlare di un nuovo film su 007 senza pensare a una canzone simbolo che lo accompagni: in passato è accaduto a Madonna, ai Duran Duran, Tina Turner, il compianto Chris Cornell, più recentemente ad Adele per Skyfall e Sam Smith per Spectre. Ora potrebbe essere arrivato il turno di Beyoncé, o almeno così si vocifera.
Ancor prima della colonna sonora però bisogna occuparsi della ben più spinosa distribuzione, americana come internazionale. Con l'uscita di Casino Royale nel 2006, la MGM aveva stretto un importante accordo con Sony per la diffusione del film worldwide, questo però riguardava soltanto quattro film, il contratto è dunque scaduto con Spectre.
Bond 25 ha riaperto completamente i giochi e ha visto avanzare Annapurna Pictures in prima linea, almeno per la distribuzione oltreoceano, mentre in giro per il mondo si occuperà di tutto la Universal, che già si prepara a ingrossare i suoi conti correnti.

Un anno e mezzo di lavoro

Danny Boyle, il regista scelto per la direzione del film, avrà dunque una discreta pressione addosso, sia per le alte aspettative del pubblico, sia per il ritorno economico sperato da produttori e distributori. L'artista però non è nuovo al mondo di 007, al contrario ha già lavorato sul personaggio proprio insieme a Daniel Craig, anche se non propriamente per il grande schermo. I due hanno messo in scena il segmento dedicato a Bond durante la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra nel 2012, entusiasmando milioni di telespettatori in tutto il mondo.

Con lui arriverà un amico di vecchia data, John Hodge, già sceneggiatore dei due Trainspotting, che ha dunque scalzato Neal Purvis e Robert Wade, scrittori di tutti gli ultimi film di Bond a partire da Il domani non muore mai. Una scelta sicuramente coraggiosa e di rottura, che ci fa sperare in un prodotto rinnovato nei toni e nella messa in scena.
Per saperlo con esattezza però bisognerà attendere almeno l'inizio delle riprese, che avrà luogo a dicembre 2018 - la lavorazione di Skyfall del resto era iniziata a novembre 2011, quella di Spectre nel dicembre 2014. Tutto questo per avere il film nelle sale il 9 novembre 2019, come ricordavamo in apertura, riuscirete ad aspettare senza mangiarvi troppo le unghie?

Quanto attendi: James Bond 25

Hype
Hype totali: 52
66%
nd